Sabato 3 novembre inaugura la nuova edizione del Baccanale, l’annuale rassegna dedicata alla cultura del cibo e all’enogastronomia, quest’anno dedicata al latte. In programma da sabato 3 a domenica 25 novembre, la rassegna ha infatti per titolo “l’Italia del latte”. Segnalato tra gli eventi per l’Anno del Cibo Italiano 2018, il Baccanale è organizzato dal Comune di Imola, grazie al sostegno di vari enti pubblici e privati e con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e della Regione Emilia-Romagna.

L’illustratore del 2018 è Fabian Negrin…

La mattina di sabato 3 novembre è dedicata all’illustratore del Baccanale 2018, Fabian Negrin. Alle ore 10.30 sarà possibile incontrare l’artista a Casa Piani in occasione dell’apertura della sua mostra “Fabian Negrin: disegnare l’invisibile”. La cerimonia ufficiale di apertura della rassegna è in programma al Teatro Comunale ‘Stignani’, con inizio alle ore 17.30.

… la voce è quella di Maddalena Crippa

Dopo l’intervento introduttivo della Sindaca di Imola Manuela Sangiorgi, l’iniziativa prosegue con l’introduzione storica al tema dello storico dell’Alimentazione Massimo Montanari (Università di Bologna) dal titolo Fiumi di latte, laghi di burro, montagne di formaggio a cui seguirà una lettura del Libro IX dell’Odissea: il pastore Polifemo, affidata alla voce di Maddalena Crippa, attrice teatrale di fama internazionale.

Un programma con 122 appuntamenti

Il programma del Baccanale conta complessivamente 122 appuntamenti (di cui 21 per i più piccoli e 6 scuole di cucina), articolati nel consueto format composto da incontri, tavole rotonde, spettacoli, mostre mercato, degustazioni, cene a tema, ecc. Con il tema scelto per quest’edizione prosegue un percorso che negli ultimi anni ha visto i riflettori puntati su alimenti semplici e cibi “rustici” che svolgono un ruolo importante nella storia dell’alimentazione umana, dall’uovo ai prodotti dell’orto, da chicchi, grani e farine ai prodotti che trovano la maturazione “sotto terra”, celebrati nel 2017.

Tra questi alimenti base che non mancano in nessuna cucina, il latte si pone, a pieno titolo, come prodotto profondamente naturale e al tempo stesso strettamente legato all’evoluzione della cultura alimentare, uno straordinario alimento, la cui costituzione organolettica varia a seconda della specie animale che lo produce. Se molta parte del latte viene consumata come bevanda, questo prodotto può essere utilizzato anche per cotture delicate, salse, ricette dolci e salate.

Inoltre da sempre per essere conservato viene sottoposto al processo di trasformazione artigianale o industriale che dà origine al formaggio. Intorno a questa varietà e a questa gamma di opportunità di utilizzo sono state costruite le numerose proposte di degustazione e cene a tema, ma soprattutto i menu dei 45 ristoranti che hanno aderito al Baccanale 2018.

A Baccanale si parla dell’Italia del latte

Il Baccanale 2018 “l’Italia del latte” sarà l’occasione per parlare di tutto questo e approfondire i temi legati alla storia, alla produzione e al consumo di questo prodotto. Conferenze, incontri, tavole rotonde, presentazioni di libri proposte dall’Amministrazione comunale e da enti e associazioni imolesi offrono al pubblico del Baccanale numerose opportunità di approfondimento culturale del tema dell’anno.

Il giornalista esperto di cultura popolare romagnola Beppe Sangiorgi propone una conferenza dal titolo “Il latte nelle tradizioni popolari romagnole” in programma domenica 4 novembre alle ore 17.30 al Museo San Domenico. “Al cinema col latte, ma non solo…” è il titolo dell’evento organizzato dall’Accademia Italiana della Cucina, delegazione di Imola venerdì 9 novembre alle ore 18 alla Biblioteca comunale, con la partecipazione di Massimo Montanari e Giovanni Ballarini, professore emerito dell’Università degli studi di Parma, presidente onorario Accademia italiana della cucina.

Sempre in Biblioteca, lunedì 12 novembre alle ore 18 un incontro dedicato al volume “La buona cucina del latte”, alla presenza dell’autore Graziano Pozzetto, gastronomo e scrittore, intervistato dalla giornalista Laura Giorgi. Domenica 11 novembre alle ore 16 al Teatro comunale dell’Osservanza Università Aperta dedica al tema del Baccanale 2018 la manifestazione di apertura dell’anno accademico 2018/2019 con la prolusione della docente Daniela Ferrari dal titolo “Il latte e i suoi derivati nell’antichità”.

Mercoledì 14 novembre alle ore 17.30 nella sala grande del Museo Diocesano la presentazione della recente edizione di un antico ricettario rinvenuto nell’archivio di una famiglia imolese “A tavola con Rossini? le ricette di casa Malerbi”. Il Museo di San Domenico venerdì 16 novembre alle ore 18 ospita un interessante incontro con l’antropologo Riccardo Ciavolella (École des Hautes Études en Sciences Sociales EHESS Parigi) dal titolo “Viaggio intorno al latte”, un percorso dalla gente di Romagna ai popoli di pastori e ritorno per un’esplorazione degli usi e valori culturali del latte.

Sabato 17 novembre, sempre al Museo di San Domenico alle ore 18, lo storico dell’arte Fabrizio Lollini (Università di Bologna) presenta “Latte e formaggio nell’arte medievale e moderna”, una storia visiva affascinante e divertente dal XIV secolo alla contemporaneità. Domenica 18 novembre alle ore 18  in Biblioteca comunale un incontro con il poeta e critico letterario Luigi Ballerini, già docente alla California University (Los Angeles) dal titolo “Latte e linguaggio”.

A questi ultimi tre incontri parteciperà anche il prof. Massimo Montanari. Venerdì 23 novembre in Biblioteca alle ore 17.30 un incontro realizzato in collaborazione con Granarolo S.p.A. con il direttore scientifico dell’azienda Vittorio Zambrini (Università di Bologna), “Latte: mille forme e mille gusti, alleato prezioso nelle età della vita”, un’occasione imperdibile per sapere tutto sul latte, il primo alimento assunto alla nascita che ci accompagna in ogni fase della vita grazie ai principi nutritivi di cui è ricco.

Sabato 24 novembre alle ore 18  in Biblioteca comunale, in conversazione con Massimo Montanari, la giornalista Cinzia Scaffidi presenta il suo ultimo libro Che mondo sarebbe – Pubblicità del cibo e modelli sociali (Slow Food Editore 2018) in un incontro dal titolo “Lola, dove sei? Bambini, agricoltura, questioni di genere spot del latte”.

Il cartellone culturale

Il ricco programma culturale del Baccanale 2018 moltiplica le occasioni per parlare del latte, tracciando percorsi di approfondimento e divulgazione con la partecipazione di esperti del settore sanitario e studiosi di tecniche agrarie. Sono tre gli appuntamenti di approfondimento sul tema del latte che l’Ausl di Imola ha pensato di proporre nella rassegna.

Sabato 10 novembre alle ore 10  in Biblioteca comunale una tavola rotonda dal titolo “Latte materno: patrimonio dell’umanità” che offre le testimonianze dei pediatri ospedalieri e delle ostetriche e da conto di importanti progetti sul tema come”Io allatto qui” e “Allattami”.

Giovedì 15 novembre alle ore 17 sempre in Biblioteca comunale è in programma una tavola rotonda sulla produzione e il controllo del latte crudo, dal titolo “Latte crudo. Dall’allevamento alla tavola”, con la partecipazione di Gabriella Martini e Geremia Dosa (Igiene Veterinaria Ausl Imola), Andrea Serraino (Università di Bologna), Claudio Bovo (Associazione Regionale Allevatori Emilia Romagna).

Infine giovedì 22 novembre alle ore 17.30 in Biblioteca “50 sfumature di bianco: latte vaccino e bevande alternative”, un incontro sugli aspetti nutrizionali del latte con la partecipazione di Gabriele Peroni, Antonella Capucci, Chiara Cenni (Igiene e Sanità pubblica Ausl Imola) e Paolo Bottau (Pediatria e Nido Ausl Imola).

Da segnalare inoltre sul tema de latte materno e dell’allattamento due iniziative in programma presso la Libreria per ragazzi Il Mosaico in collaborazione con Petit Coin nell’ambito del progetto “Io allatto qui”, lunedì 12 novembre alle ore 10.30 “Flash mob allattamento”, flash mob, consulenza sull’allattamento e letture per mamme e neonati e mercoledì 21 novembre alle ore 20 “Alla-Ti-Amo”, incontro informativo sull’allattamento a cura di Valentina Castellari (Associazione Petit Coin).

Nella sede imolese dell’Università di Bologna – palazzo Vespignani si parla di latte a partire da venerdì 19 novembre alle ore 17 con “Nel paradiso fiumi di latte e miele. Cultura ayurvedica e geroscienza”, conferenza di Paolo Scartezzini, etnofarmacologo ed esperto in medicina tradizionale ayurvedica che affronta tra l’altro il tema del latte nella storia dell’Occidente e dell’India e dell’importanza di questo alimento nella tradizione ayurvedica.

Nella stessa sede martedì 20 novembre dalle ore 17 protagonista il formaggio, un alimento gustoso e nutriente, che ha elementi culturali radicati nella storia dell’uomo, nell’incontro dal titolo “Dal latte al formaggio: miti, storia, arte e curiosità” con Maria Grazia Bellardi (Università di Bologna, Corso di Laurea Verde Ornamentale e Tutela del Paesaggio). A seguire “Latte e formaggi di capra tra prati, pascoli e piante officinali” la storia di una piccola fattoria di montagna nata dall’amore di un giovane per la natura, raccontata da Marco Feltrin.

Il Premio Garganello d’Oro a Patrizio Roversi

Dopo Gualtiero Marchesi, Carlo Petrini, Gianni Mura, Eugenio Del Toma, Licia Granello, Massimo Montanari, Michael White, Massimo Bottura, e molti altri, il Garganello d’oro che dal 2003 viene assegnato a personaggi di spicco della contemporaneità impegnati nell’ambito della propria attività per la promozione della cultura del cibo, va al conduttore televisivo e giornalista Patrizio Roversi. La Sindaca di Imola Manuela Sangiorgi consegnerà il premio a Roversi domenica 25 novembre alle ore 18 presso la Biblioteca comunale. Sarà presente Massimo Montanari.

Vino, olio e 45 ristoranti

Come ogni anno, il Baccanale sarà anche un momento privilegiato per promuovere la cultura enogastronomica del territorio imolese, attraverso le tradizionali rassegne dedicate al vino (XXV Banco di assaggio dei vini e dei prodotti agroalimentari dell’imolese) e all’olio (Olimola), i mercati organizzati in collaborazione con le associazioni agricole, che porteranno in piazza le aziende agricole del territorio e i loro prodotti e le numerose altre iniziative promosse da associazioni e aziende agricole del territorio.

Nei quattro fine settimana occupati dal Baccanale il centro di Imola ospiterà numerosi appuntamenti dedicati ai prodotti e alle testimonianze della vita agricola e della gastronomia locale. A ricordare che “La piè si fa con il latte” saranno le azdore dell’Associazione Il Lavoro dei Contadini, che il 3 e 4 novembre sotto la Galleria del centro cittadino proporranno i piatti della tradizione romagnola e laboratori a tema per grandi e piccoli.

Mercati per tutti i gusti

Tra i mercati di prodotti del territorio ricordiamo Sapori e Saperi di oggi e di ieri organizzato da Pro Loco Imola sabato 10 e domenica 11 novembre, il tradizionale Mercato delle Erbe (domenica 4 e 18  novembre), rassegna di produttori agricoli del territorio in Piazza Gramsci (già Piazza delle Erbe), in collaborazione con Coldiretti Bologna, Cia Imola, Unione Generale Coltivatori Cisl, Confagricoltura Bologna.

Inoltre edizioni speciali di Mercolbio, che eccezionalmente si sposta nei mercoledì del Baccanale dal Centro sociale La Stalla alla Galleria del centro cittadino, e del Mercato della Terra Slow Food, che domenica 25 novembre per tutta la giornata sarà nella Galleria del Centro cittadino.

Dalla collaborazione con le associazioni di categoria agricole anche l’incontro dal titolo “Dalle stalle al consumatore la qualità del latte italiano”, organizzato domenica 11 novembre alle ore 17,30 in Biblioteca comunale di Imola da Cia Agricoltori Italiani di Imola e Donne in Campo Emilia Romagna e la tradizionale “Giornata del Ringraziamento imolese di Coldiretti Bologna, che tornerà in Piazza Matteotti con i trattori, i prodotti delle aziende Coldiretti e interessanti attività a tema per tutta la giornata di domenica 25 novembre.

Oltre ai 45 ristoranti che hanno aderito al Baccanale 2018 proponendo menu a tema ed eventi, numerosi pubblici esercizi della città hanno voluto partecipare alla manifestazione, utilizzando latte e formaggi come elementi centrali per colazioni tradizionali, brunch e degustazioni. Da ricordare, inoltre, che per tutto il periodo del Baccanale, in questi pubblici esercizi e ristoranti saranno distribuiti ai partecipanti alle degustazioni i tradizionali biglietti omaggio per l’ingresso ai Musei Civici nelle domeniche del Baccanale.

Il programma completo

Il programma completo e tutti i menu sono online sul sito www.baccanaleimola.it e grazie ad APPU, sarà possibile consultare il programma e tutti i menu dei ristoranti direttamente sul proprio smartphone. Il Baccanale potrà essere seguito come sempre anche su facebook  imolabaccanale e da quest’anno anche su Instagram. Per informazioni: tel.0542 602427 / 602410 attivita.culturali@comune.imola.bo.it. – tel.0542 602207 iat@comune.imola.bo.it. – www.baccanaleimola.it – www.imolacentrostorico.it – www.comune.imola.bo.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here