The World’s 50 Best Restaurants e The World’s 50 Best Bars hanno svelato 50 Next, la lista di giovani che stanno cambiando il futuro della gastronomia e celebra gli under 35 protagonisti della scena enogastronomica mondiale, tra chef, produttori, innovatori tecnologici, attivisti, divulgatori e scienziati.

È il risultato di un’attenta attività di ricerca e valutazione condotta in un momento di necessaria ripresa globale, al fine di promuovere un modo di pensare positivo, sostenibile e visionario; la lista ha l’obiettivo di rappresentare le molteplici espressioni della gastronomia globale, coinvolgendo talenti provenienti da 34 diversi Paesi dei sei continenti.

L’elenco inaugurale mira a rappresentare la diversità

La selezione del 2021 include l’innovativo “macellaio del pesce” Josh Niland, australiano, la sostenitrice dell’agricoltura progressista Cherrie Atilano, filippina, l’innovatore tecnologico Isaac Sesi, ghanese, la pioniera indigena messicana Claudia Albertina Ruiz, e Jhannel Tomlinson, attivista giamaicana contro il cambiamento climatico che aiuta le donne attraverso il lavoro nelle coltivazioni di caffè, la più giovane è Maitane Alonso Monasterio, ventenne basca, studentessa di medicina, che ha inventato una nuova tecnologia per la conservazione del cibo.

William Drew, Director of Content di 50 Best, ha commentato: “Mentre il mondo della gastronomia si impegna per riprendersi dai devastanti effetti della pandemia, è più importante che mai supportare, rafforzare e celebrare le persone impegnate in ogni ambito del settore enogastronomico. Con questa lista di giovani e il supporto del Basque Culinary Center, noi ci impegniamo a organizzare e alimentare una piattaforma per tutti coloro che saranno protagonisti della gastronomia del futuro. 50 Next è lo strumento che ci permette di creare connessioni tra i leader di oggi e le future generazioni.”

Joxe Mari Aizega, Direttore del Basque Culinary Center, ha affermato: “Fin dall’inizio, il Basque Culinary Center ha compreso che la gastronomia coinvolge molti settori, non solo il mondo della cucina. I giovani della lista 50 Next rappresentano questa dimensione multidisciplinare, unificante e contemporanea. Inoltre, in un contesto globale segnato dall’incertezza e dalle nuove sfide, è fondamentale supportare e riconoscere i giovani talenti. Le persone sulla lista compongono un mosaico diversificato che plasmerà la visione presente e futura del settore”.

Uno sguardo al futuro

Come avanguardia europea nel design, nell’innovazione e nella gastronomia, la Biscaglia e i Paesi Baschi sono partner ideali per celebrare i giovani che stanno superando i loro limiti, affrontando le sfide da nuove prospettive per consolidare le relazioni di lunga data che si sono rafforzate con l’edizione 2018. 

Il prossimo anno, 50 Next si svilupperà ulteriormente con un evento dal vivo a Bilbao, per celebrare i protagonisti, alimentando il dialogo e promuovendo nuove relazioni all’interno della comunità gastronomica; l’evento coinvolgerà anche i ristoranti che si sono classificati primi al The World’s 50 Best Restaurants nelle precedenti edizioni.

Ainara Basurko, Consigliera della Promozione Economica nel governo della Biscaglia, ha commentato: “Questo nuovo progetto è una grande opportunità per mostrare al mondo il nostro solido impegno a favore dell’innovazione e del talento. La gastronomia è uno dei nostri più grandi punti di forza, e con 50 Next vogliamo non soltanto accrescerla e promuoverla, ma anche offrire un grande sostegno per il suo futuro. È un futuro che si sta già preparando attraverso la sostenibilità e l’innovazione, e a cui la Biscaglia e i Paesi Baschi hanno molto da offrire”.

Arantxa Tapia del Governo Basco ha commentato: “La partecipazione a 50 Next fa parte della strategia inclusiva, sostenibile, innovativa e ambiziosa del governo dei Paesi Baschi. Siamo consapevoli che soltanto attraverso la collaborazione possiamo costruire un nostro spazio nel mondo e rafforzare l’importanza internazionale del nostro territorio. I Paesi Baschi sono un luogo stimolante grazie alle capacità di trasformazione di tutti i membri del suo comparto gastronomico e allo spirito collaborativo, e questo è ciò su cui dobbiamo continuare a lavorare. In questo modo continueremo a rafforzare il nostro ecosistema competitivo, a consolidare la nostra identità culturale e a mantenere il nostro piccolo paese all’avanguardia nel campo del fine dining”.

S.Pellegrino Young Chef Academy lavorerà come supporting partner di questo nuovo progetto, seguendo la nuova generazione di talenti che vogliono fare la differenza nella gastronomia; l’Academy, la community lanciata alla fine del 2020 da S.Pellegrino, avrà l’opportunità di condividere le proprie esperienze con centinaia di giovani chef appassionati; la lista include 5 giovani dall’Africa, 6 dall’Asia, 1 dai Caraibi, 18 dall’Europa, 7 dall’America Latina, 2 dal Medio Oriente, 3 dall’Australasia e 8 dagli Usa.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here