BolognaFiereIl grande successo dei prodotti bio e la crescita dei prodotti “free from”, una scelta nell’ottica di una maggior consapevolezza e attenzione per la persona, hanno indotto BolognaFiere ad organizzare Sana Up, un nuovo Salone a supporto della ormai consolidata mostra MarcabyBolognaFiere e che offrirà occasioni di approfondimento e una ampia proposta delle soluzioni più innovative che il mercato propone.

Sana Up, sempre più aziende coinvolte nel settore bio

Gli scenari di mercato sono interessati da trend che stimolano nuove opportunità di business e richiedono occasioni ad hoc di approfondimento per gli operatori dei settori coinvolti.

bioFra i trend emergenti: la crescente attenzione verso i prodotti a declinazione bio e i prodotti free from per persone con intolleranze alimentari; il tema della tracciabilità e della blockchain, che consente di risalire la catena di processo dal prodotto che mettiamo nel carrello ai produttori delle materie prime che lo costituiscono; la crescente offerta, in chiave salutistica, della ristorazione collettiva che con sempre maggiore incidenza inserisce, per scelta aziendale o nel rispetto delle normative vigenti, prodotti a filiera bio e, per concludere, la maggior presenza sugli scaffali delle catene distributive degli snack salutistici e dei prodotti immediatamente fruibili, i cosiddetti “piatti pronti”, fenomeno in qualche misura correlato alla progressiva destrutturazione di pasto e cena.

La nuova iniziativa sarà un “Salone satellite” innovativo del Sana di settembre, che ha già trent’anni di vita e di Marca, che di anni ne ha già sedici.

Le più attuali tendenze di mercato saranno affrontate nel corso di vari focus di approfondimento per gli operatori con una formula inedita in cui i contenuti espositivi e quelli culturali potranno esprimersi in maniera estremamente flessibile.

Sana Up, spazio ai prodotti bio più innovativi

Sana UpL’ultima edizione di Sana, conclusasi con successo nel mese di settembre, ha evidenziato con ancora maggior enfasi, da un lato il successo dei prodotti biologici, la dinamicità del settore e la costante ricerca di nuovi canali distributivi; dall’altro l’interesse delle grandi insegne della distribuzione moderna nei confronti di questa filiera produttiva che, in 5 anni, ha visto raddoppiare la quota riferita di fatturato.

Il nuovo salone sarà quindi una vetrina per proporre le ultime novità del mondo del bio e facilitare il contatto fra i produttori di questo settore (food e non food) e i rappresentanti delle grandi insegne della DMO e degli altri canali di vendita, che ogni anno partecipano a MarcabyBolognaFiere.

Per le imprese partecipanti, Sana Up sarà un percorso privilegiato per presentare le proprie novità bio che i consumatori, con sempre maggior frequenza scelgono.

Le opportunità di business, verso i mercati esteri, saranno supportate dalla presenza, a Bologna, di delegazioni di buyer esteri e da una serie di iniziative finalizzate ad approfondire gli scenari di mercato, fra le quali un importante convegno organizzato da BolognaFiere e ADM in collaborazione con FederBio e AssoBio che svilupperà il tema della diffusione dei prodotti bio nella grande distribuzione.

Sana UpAll’attenzione del mercato al tema delle intolleranze alimentari e alla crescente proposta da parte dei produttori di linee dedicate sarà invece dedicato uno speciale focus sui free from che vedrà anche il coinvolgimento delle principali associazioni di riferimento.

Altro ambito in cui si concentra l’attenzione dei consumatori e dei produttori è la tracciabilità dei prodotti come anche le esperienze avviate nel campo della agricoltura digitale e blockchain per le diverse filiere del biologico.

La digitalizzazione dei controlli anche in abbinamento alla blockchain è peraltro propedeutica al tema delle vendite on-line, tema sempre più centrale per la DMO.

Il tema della grande ristorazione collettiva si svilupperà, invece, nell’ambito di un convegno che vedrà i contributi delle aziende leader della gestione delle mense aziendali chiamate a confrontarsi con un profondo cambiamento degli standard della ristorazione collettiva che privilegia, con sempre maggiore frequenza per scelta e direttive, proposte nell’ottica di “sano e sostenibile”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here