Castello Ruspoli-giardino all'italianaDomus Artium, il prestigioso circuito internazionale di concerti ed eventi nelle dimore patrizie del Lazio e della Capitale, inauguratosi a novembre con una serata esclusiva al Castello di Bracciano, entra nel vivo con la prima data aperta al pubblico.

Sabato 15 gennaio sarà infatti il Castello Ruspoli di Vignanello (VT), location splendida nell’Alta Tuscia, ad un’ora di macchina dalla Capitale, a spalancare le porte alla grande musica.

E lo fa con artisti di straordinaria grandezza, offrendo un’occasione unica di ascoltarli in un contesto così intimo e ristretto, quasi riservato, dando la possibilità di trascorrere l’intera serata insieme condividendo l’esperienza con gli artisti in uno scenario di rara bellezza e suggestione.

La visita guidata al castello poi musica e cena gourmet

Il Castello Ruspoli a VignanelloUn evento che prenderà avvio alle ore 15.30 con una visita guidata del castello e del magnifico spazio esterno, uno dei giardini rinascimentali più importanti d’Europa con un parterre di rara bellezza. Vere e proprie sculture vegetali che hanno dato vita ad uno degli esempi più eleganti di giardino all’italiana rimasto intatto nei secoli. Ad accogliere il pubblico nella residenza rimasta attraverso i secoli di proprietà della stessa famiglia che ha custodito qui tutta la storia di generazioni, la padrona di casa Claudia Ruspoli insieme al direttore esecutivo Barrett Wissman.

All’imbrunire un gioco di luci, seguendo il profilo delle siepi di bossi, illuminerà il giardino creando un ricamo luminoso che resterà visibile anche dalla sala del concerto creando quasi una performance di light art open air. Un disegno geometrico astratto che sembra animarsi e creare un connubio spettacolare di grande suggestione che perdurerà fino a conclusione dell’evento.

Hilary Hahn
Hilary Hahn

Mai come in questa data però tutta l’attenzione è sulla musica; preceduto da un brindisi con un calice di bollicine nel Salone principale inizia il concerto. In scena la violinista Hilary Hahn e il pianista Andreas Haefliger insieme per un programma di sonate per violino e pianoforte di Ludwig van Beethoven.

Andreas Haefliger
Andreas Haefliger

Al violino peraltro Beethoven ha dedicato alcune delle pagine più belle, tra cui il Concerto in Re maggiore e diverse sonate, il 15 gennaio Hilary Hahn e Andreas Haefliger suoneranno per il pubblico di Domus Artium due delle sonate più famose, la celebre Sonata op. 47 detta “a Kreutzer” e la Sonata op. 96.

Al termine del concerto si apre la serata conviviale, il pubblico si sposta nella Sala attigua dove ha inizio la cena rinfresco firmata da Silvia Regi Baracchi, nota chef stellata de Il Falconiere, wine resort di Cortona, in abbinamento ai vini prodotti dalla stessa azienda Baracchi. Una cucina la sua che regala ogni volta grazia e tecnica profonda ai più intensi e autentici sapori del territorio. Così come fortemente identificativi del territorio sono i grandi rossi che accompagneranno i piatti.

I piatti pensati per l’evento a Castello Ruspoli seguono la stagionalità e appartengono alle antiche tradizioni toscane. È il caso del pasticcio di carne, la cui ricetta si trova già nel Codice Atlantico di Leonardo da Vinci e che viene cotto allo stesso modo sin dai tempi del Rinascimento. Tipici dell’aretino sono invece gli gnudi, chiamati così perché si presentano “nudi”, senza pasta.

Silvia Regi Baracchi
Silvia Regi Baracchi, chef stellata Il Falconiere

La polenta, piatto immancabile nella stagione invernale, sarà accompagnata da sughi ricchi e saporiti, mentre ad assistere alla sfida tra il pecorino toscano e quello romano sarà il risotto. A seguire, un piatto tra i più tipici della Toscana, la ribollita, e del prosciutto di montagna abbinato a dell’ottimo pane sciocco macinato a pietra, alla focaccia soffice e alla giardiniera di verdure invernali.

Altro prodotto specificamente toscano è l’Alchermes, liquore fiorentino dal colore e dall’aroma particolari, che sarà l’ingrediente principale della zuppa inglese. Conclusione immancabile, i cantuccini, le cui diverse versioni accomunano da secoli tutto il territorio della Toscana.

Ad esaltare i sapori tradizionali dei piatti saranno i vini della Cantina, Baracchi Winery, che accompagneranno questo menu che nell’insieme sa di famiglia e di passione.

Domus Artium, le prossime date

Barrett Wissman, direttore esecutivo Domus Artium
Barrett Wissman, direttore esecutivo Domus Artium

Le prossime date saranno sabato 5 febbraio presso Palazzo Doria Pamphilj a Roma, ospiti di Jonathan Doria Pamphilj. Protagonista il basso-baritono italiano Luca Pisaroni, con un raro recital delle sue arie preferite, mentre sabato 12 marzo a Villa Chigi Sacchetti, Castel Fusano, sempre a Roma Flavio Chigi aprirà l’ancora quasi segreta Villa Chigi Sacchetti nella Pineta di Castel Fusano, gioiello seicentesco in un contesto paesaggistico di rara suggestione; in scena Angel Romero, una vera leggenda mondiale della chitarra classica.

Per l’acquisto dei biglietti, comprensivi di visita guidata, brindisi inaugurale, concerto e cena, consultare il sito: https://shop.domusartium.org/products/hilary-hahn-andreas-haefliger

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here