Le ficattole sono un piatto molto comune dell’Appennino toscano, ma qui a Riolo Terme, in questo lembo di Romagna dove l’Appennino romagnolo abbraccia quello toscano, è altrettanto volentieri consumato, soprattutto durante la Festa dello Scalogno di Romagna Igp.

Ficattole dunque ma anche gnocco fritto a Modena, donzelle, zonzelle o coccoli a Firenze o giù-di-lì, crescentine a Bologna; il nome cambia e ciascuna zona pretende di detenerne i Natali.

Ficattole con Lambrusco
Ficattole con Lambrusco

Resta ovunque un gusto ineguagliabile, intenso, adatto per un pasto ma anche per un aperitivo ultra stuzzicante. In qualunque modo si decida di consumarlo è ottimo e può essere è una valida alternativa alla pizza.

Questa specie di pane fritto, invitante e versatile che, abbiamo detto, cambia nome a seconda del campanile ha in realtà solo piccole diversificazioni negli ingredienti.

Possono variare le tipologie di farine, la quantità di lievito e di conseguenza i tempi di lievitazione, l’uso o meno del latte, dello strutto, della birra, l’olio o lo strutto per la frittura.

Anche la forma cambia: a losanghe, rettangolari, sferiche, grandi o piccole, regolari o irregolari. Viva la fantasia!

Ingredienti per 6 persone

  • 500 g di farina
  • Mezzo cubetto di lievito di birra
  • Acqua qb
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • Olio d’arachidi per friggere.

Alcune ricette prevedono nell’impasto metà acqua e metà latte e un poco di strutto.

Preparazione delle ficattole

  • Amalgamate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido
  • Suddividetelo in palline più piccole e lasciterlo riposare sotto un canovaccio per circa due ore, fino a lievitazione avvenuta
  • Schiacciate le palline e tiratele al matterello a meno di 1 cm di spessore
  • Con una rotella tagliapasta tagliate a losanghe, a rettangolo a triangolo, come vi detta la fantasia
  • In una padella fate scaldare l’olio di semi o lo strutto
  • Quando è caldo friggete poco per volta.
  • Le vostre ficattole che si gonfieranno dopo pochi secondi e diventeranno dorate
  • Scolatele su carta da cucina e servitele caldissime accompagnate con formaggi morbidi o salumi.
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here