Al via domani il Milano Sushi FestivalCinque giornate per gli amanti della cucina giapponese al Milano Sushi Festival che comincia domani nel capoluogo lombardo, il primo evento a tema “sushi” a Milano, in una location, Piazza Città di Lombardia, la piazza coperta più grande d’Europa, cuore ideale della “nuova Milano”, più internazionale e curiosa che mai.

La modernità della piazza in contrasto con la tradizione millenaria giapponese, ma anche in sintonia con una Tokyo moderna più “urban” che mai, la rendono perfetta per la manifestazione e questo ideale “gemellaggio” fra popoli che riconoscono il grande valore del momento della preparazione e della consumazione di un pasto sia dal punto di vista meramente gastronomico che da quello sociale che ancora da quello culturale legato al rispetto delle tradizioni e al corretto approccio alle innovazioni.

Al via domani il Milano Sushi FestivalDa domani a domenica quindi, questa novità con ingresso ad entrata libera per milanesi e visitatori della città lombarda, lasciando loro la libertà di decidere cosa assaggiare di questa cucina fra le più pregiate al mondo, o di curiosare semplicemente fra i tanti contenuti che accompagneranno tutto lo svolgimento dell’evento: Taiko, shodo, dj set made in Japan, animazione e tanto altro ancora, accompagnato con ottimo Saké, ottima birra giapponese e, eccezione dovuta…, ottimo vino italiano e internazionale.

Milano Sushi Festival, una novità a Milano

Al via domani il Milano Sushi FestivalIl Sushi, come abbiamo imparato a conoscerlo anche in occidente, è il piatto tipico della cucina giapponese a base di riso bollito e aromatizzato con zucchero e aceto di riso, in forma di polpettine ripiene o guarnite generalmente con svariati tipi di pesce, alghe Nori, verdure e uova, da intingere nella salsa di soia.

Al via domani il Milano Sushi FestivalÈ il piatto portabandiera della cucina giapponese nel mondo, l’archetipo di una tradizione culinaria basata sulla qualità e freschezza assoluta dei suoi ingredienti oltre che sulla manualità attenta richiesta nella sua preparazione. Un simbolo, insomma, che riassume un mondo molto più vasto in cui, come da noi, il cibo è cultura.

Milano Sushi Festival, cucina e cultura giapponese

Per gli appassionati ci sarà la possibilità di gustare anche l’Asahi Super Dry, la birra giapponese n.1 al mondo presente all’ evento con uno stand che racconterà già dal suo allestimento le meravigliose peculiarità del Giappone contemporaneo.

Asahi Super Dry accompagnerà gli amanti della cultura nipponica e non solo alla scoperta del gusto “karakuchi”: un significato racchiuso in un’unica parola, che esprime il gusto unico, secco, in grado di pulire il palato e prepararlo alla degustazione del cibo più raffinato.

Al via domani il Milano Sushi FestivalLa cucina principale del Milano Sushi Festival sarà gestita da Finger’s e dal suo noto chef patron Roberto Okabe con il suo team, all’interno di un’area quadrata centrale dove gustare una ricca e variegata proposta di sushi, special rolls, zuppe, ravioli gyoza, tartare e altri piatti tipici giapponesi, ma anche freschissimi cocktail perfetti per essere abbinati a queste specialità: un’imperdibile occasione per scoprire la cucina di uno fra i più gettonati ristoranti giapponesi di Milano che festeggia quest’anno il proprio 15esimo anniversario.

Oltre ad essa, saranno presenti altri corner food la cui offerta gastronomica sarà curata da altrettante realtà gastronomiche legate alla cucina giapponese e presenti sul territorio milanese.

Non sarà comunque solo la cucina giapponese la protagonista di questo Festival: se, com’è giusto, le viene riservato il ruolo principale, ad affiancarla ci sarà tanta musica e tante attività legate al Giappone tradizionale e moderno.

Milano Sushi Festival, tanti eventi nelle cinque giornate di Milano

Al via domani il Milano Sushi Festival

Avrà luogo ad esempio il Kagami biraki, la cerimonia tradizionale di apertura della botte del Sakè; musica a ritmo di taiko, il tamburo che nella tradizione giapponese il tamburo ha un significato che va molto al di là delle sue caratteristiche puramente musicali, la cui voce possente è in grado di giungere fino al cielo, alla dimora dei kami (divinità), mentre il legno di cui è fatto è parte viva della sacralità dell’albero da cui deriva.

Non potrebbe mancare una dimostrazione di Shodō: la via della scrittura, dove l’azione del pennello converte in segni i gesti del calligrafo: segni decisi o incerti, veloci o lenti, sottili o spessi, ma che contengono sempre una forza che tradizionalmente viene definita qi/ki, l’energia vitale.

E poi DjSet con una cantante-tastierista giapponese ed un Live Set con Erikottero che intratterrà con le sigle dei cartoni animati giapponesi in lingua originale.

Al via domani il Milano Sushi Festival

Da venerdì a domenica, è previsto un banchetto dove si potrà pescare l’Omikuji, una “lotteria sacra” che consiste nella possibilità di “pescare” alla cieca, da una scatola che viene scossa, un foglietto contenente una predizione divina, un oracolo scritto per conoscere cosa ci riserverà il futuro rispetto la nostra vita, la salute, il lavoro, l’amore, ecc..

Ci saranno inoltre mercatini con ceramiche uzu e tanti altri “ingredienti” che sapranno attirare persone di tutte le età, veri appassionati del Giappone o semplici curiosi, ma soprattutto amanti del Sushi e della cucina etnica.

La chiusura di domenica pomeriggio porterà il Bon Odori, una tradizione buddista giapponese per onorare gli spiriti dei propri antenati, attraverso una danza, durante la quale si crede che gli spiriti dei nostri cari danzino insieme a noi.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here