La prima edizione di Art&Food – Assaporare l’arte, Painting Edition, presso Città dell’Altra Economia nel quartiere Testaccio di Roma, l’evento con il Patrocinio della Regione Lazio e del Municipio Roma I Centro, ha visto come protagonisti assoluti l’arte e il cibo, due discipline diverse tra loro ma al contempo capaci di ispirarsi a vicenda, riscuotendo un grande successo.

Il finger food come esperienza sensoriale

I 200 ospiti che hanno partecipato all’evento hanno potuto godere di una full immersion, culminata con il live show, quattro differenti artisti con otto opere di arte contemporanea alle quali sono state affiancate otto tipologie differenti di finger food ideati da quattro chef di alto livello e realizzati dal Collettivo Gastronomico Testaccio, al fine di condurre l’ospite in un’esperienza sensoriale a 360°.

Dario Nuti – Dolce Vaccino

Lo chef Michele Pidone ha ideato “Carciofi, Topinambur e Nuvola di Riso” e “Biscotto Nero con Baccalà mantecato” ispirandosi alle opere “Il potere dell’amore N.2” e “Torri Gemelle” di Dominga Pascali; lo chef Andrea Del Villano, prendendo spunto dal processo creativo della giovane artista Alice Colacione per le opere “Sedimento” e “Pareidolia N°4”, ha creato i finger food “Baccalà, Granchio e Cavolfiore” e “Carbonara a portata di dita”.

Il percorso espositivo ha ospitato anche le opere “Le Noir” e “Acque Inquiete” di Andrea Mulas affiancate all’inconfondibile gusto dei finger “Cacio&Pepenuar” e “Lolly-pop” dello chef Federico Montecchiani, ultimo chef, Marco Lucentini che con i suoi “Profumo di Bosco” “Trasparenza all’olio” ha fatto vivere “Passaggio / o chiusura” e “Famiglia” di Silvia Struglia.

Live show con finale inaspettato

Al termine del percorso sensoriale, lungo il quale la vista e il gusto hanno vissuto emozioni parallele sollecitate dalla bellezza delle opere e dai gusti decisi dei finger foodDario Nuti, Executive Pastry Chef presso il Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel, e Mauro Pallotta, in arte MAUPAL, street artist freelance di fama internazionale, hanno incantato il pubblico con un live show ricco di sorprese.

I due artisti, attraverso un processo creativo condiviso, hanno ideato e realizzato un piatto e un’opera live dal titolo “Dolce Vaccino” dove però il vaccino è inteso come mezzo per poter rinascere e finalmente uscire da un lungo periodo caratterizzato da una forte negatività; al delizioso dolce di Dario Nuti – Choux al Carbone e Vaniglia, con Crumble al Lime, salsa ai Frutti Rossi e con una siringa “Energynger” di gel al Lime e Zenzero- Maupal ha risposto dipingendo un pasticcere intento a vaccinare un uomo con una sac à poche; zittiscono tutte le controversie sui temi caldi del momento con il loro “Dolce Vaccino” perché ciò di cui abbiamo bisogno è una ironica iniezione di energia positiva.

Finale inaspettato quanto emozionante, quello della donazione dei quadri, realizzati da Maupal durante i suoi live show, all’Associazione Hiram Onlus, ospiti di Art&Food, una onlus che offre pari opportunità di benessere e crescita personale alle persone con disagio psicologico, disabilità e svantaggio attraverso laboratori di arteterapia e un centro di psicologia-psicoterapia.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here