Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadridDal 27 febbraio al 3 marzo avrà luogo nella capitale spagnola ARCOmadrid, la Fiera Internazionale di Arte Contemporanea, alla sua 38esima edizione, che si conferma la fiera europea più aperta al Sudamerica.

Paese invitato è quest’anno il Perù, che invaderà la capitale spagnola con più di quaranta eventi collaterali.

Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadrid
Ceviche

Nei padiglioni del centro espositivo Iferna, il Perù allestirà la “Peru Lovers Gastro Lounge”, il primo spazio dedicato alla gastronomia mai visto ad ARCOmadrid, innalzando la cucina peruviana a una vera e propria arte.

Realizzata in collaborazione con l’agenzia di viaggi online Atrápalo, la “Peru Lovers Gastro Lounge” sarà uno spazio dedicato alla promozione della destinazione e insieme teatro di numerose degustazioni come i ceviches e piatti tipici andini, che faranno immergere i visitatori nei veri sapori e profumi della cucina peruviana e non solo.

Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadrid
Pisco

Accanto al cibo, infatti, grande importanza avranno anche i distillati peruviani, primo tra tutti il pisco, bevanda alcolica a base di uva.

E ancora, tra i protagonisti ci saranno i superfood, alimenti naturali ad alto valore nutrizionale che sono alla base di moltissimi piatti della cucina peruviana; inoltre, all’interno dello spazio sarà allestito un ristorante pop-up aperto per tutta la durata della fiera.

Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadrid
Carapulcra

Al di là della sua gastronomia, il paese andino porterà a Madrid il meglio della propria ricerca estetica più attuale. Anticipando di un biennio i festeggiamenti per l’indipendenza dall’impero spagnolo, il governo peruviano promuove oltre quaranta mostre, grandi e piccole, che attraversano tutti i generi storici della cultura andina: dalle civiltà precolombiane, come Nasca, alla pittura dell’epoca coloniale, attraverso le avanguardie, fino all’arte amazzonica contemporanea.

Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadridIn febbraio Madrid si offre anche come vetrina di importanti collezioni private peruviane e sudamericane, fra le più interessanti al mondo; per la prima volta il Paese ospite avrà poi ad ARCOmadrid uno stand istituzionale, dove la tecnologia digitale permetterà di ripercorrere 5mila anni di storia andino-amazzonica.

In fiera Sharon Lerner, curatrice d’arte contemporanea del Museo d’arte di Lima, ha selezionato 24 artisti peruviani della generazione più internazionale, molti dei quali minori di 50 anni e che hanno svolto la maggior parte della loro carriera in altri Paesi.

Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadrid
Pollo a la Brasa

Le gallerie provenienti da Lima sono solo sette, ma a loro si uniscono 8 gallerie europee e spagnole che rappresentano artisti peruviani. La sezione Perù in Arco avrà un nuovo formato, con uno spazio architettonicamente ben definito disegnato da Mariana Leguia e Maya Ballén con logiche espositive più che fieristiche.

Arte e gastronomia, la proposta del Perù ad ARCOmadrid
Turron de Doña Pepa

Ad ARCOmadrid seguirà la “Peru Restaurant & Art Week”, che si concluderà il 17 marzo: dopo il successo delle precedenti edizioni, l’iniziativa vedrà anche quest’anno i migliori ristoranti peruviani di Madrid, Barcellona e, per la prima volta, anche di Valencia, offrire menù esclusivi a prezzi speciali.

I consumatori potranno fare esperienza in prima persona della ricchezza dei sapori della cucina peruviana, grazie ai piatti di alcuni dei più rinomati chef del paese.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here