Ad Avellino arriva, dal 2 al 4 dicembre, un evento di respiro internazionale e di strategica importanza per tutta la Campania e i suoi migliori prodotti enogastronomici: AvelVino, iniziativa inedita per il territorio irpino e, in particolare, il suo capoluogo.

AvelVino: tre giorni per conoscere l’enologia irpina

Artefice di questa tre giorni dedicata alle Docg irpine è Gianluca Festa che, partendo da un presupposto: “l’Irpinia ha un potenziale enorme, per molti versi ancora inespresso”, insieme all’amministrazione comunale ha ritenuto di investire nell’organizzazione di un evento di caratura internazionale.

Festa afferma di essere stanco di sentirsi dire “abbiamo grandi vini”, senza, però, vederli ottenere i successi che meriterebbero. Per questa ragione, spiega, “ho deciso di organizzare un evento che ci consentisse di far conoscere le eccellenti denominazioni del nostro territorio, portando in loco giornalisti italiani e stranieri, perché i nostri vini hanno un sapore diverso se li puoi assaggiare nei vigneti respirando l’aria di casa nostra”.

Convinto anche del potenziale turistico dell’Irpinia e della bontà dei suoi prodotti, il sindaco ha pensato a un evento articolato dove si alterneranno momenti istituzionali, momenti di presentazione del territorio e dei suoi vini rivolti alla stampa e un grande wine tasting aperto al pubblico.

AvelVino: il programma della manifestazione

venerdì 2 dicembre: ore 18.00 a Villa Amendola

taglio del nastro, con una conferenza stampa di presentazione dell’evento (riservata ai professionisti del settore)

brindisi, durante il quale gli ospiti potranno avere un primo piacevolissimo contatto con il Greco di Tufo, il Fiano di Avellino e il Taurasi, cui farà seguito la cena di gala, dove verranno coinvolti importanti chef della regione. Questa cena sarà anche l’occasione ideale per avvicinarsi alla gastronomia locale che dovrà accompagnare nel migliore dei modi le tre gemme dell’enologia irpina.

sabato 3 e domenica 4 dicembre mattina al Teatro Carlo Gesualdo, due masterclass giornaliere, prima del lunch, che saranno guidate da un esperto del Gambero Rosso. Le prime tre saranno dedicate rispettivamente alla conoscenza delle singole denominazioni con un assaggio di vini rappresentativi delle varie sottozone. La quarta, invece, sarà l’occasione per scoprire punti d’incontro e soprattutto differenze tra i due prestigiosi bianchi irpini: il Greco di Tufo e il Fiano di Avellino

Wine Tasting aperto al pubblico

sabato 3 e domenica 4 dicembre
Appuntamento imperdibile che permetterà ai partecipanti di scoprire e approfondire la conoscenza dei vini irpini.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here