Tre giorni in compagnia della birra d’autore, quella che non ti aspetti di trovare dovunque, in poche parole quella eretica.

La location ancora all’ex-Dopolavoro

Ritorna anche quest’anno, con la sua ottava edizione, il Festival dei Birrai Eretici, la grande rassegna dedicata alle birre artigianali e di nicchia e alla figura del publican come selezionatore e somministratore organizzata da Lortica Garden Wine: l’appuntamento, come l’anno scorso al Parco DLF di via Serlio, è da venerdì 18 a domenica 20 maggio, per un weekend assolutamente imperdibile per gli appassionati di bionde, saisons, doppio malto, IPA e compagnia.

Quindici pub per 100 birre

Quindici i pub presenti tra quelli di Bologna e gli ospiti provenienti dalle varie parti d’Italia per un totale di 100 spine pronte a versare ettolitri di ottima birra: oltre a Lortica, Harvest Pub, Ranzani 13, Tana del Luppolo, Il Punto, La Frasca e Astral Beers ritorna da Reggio Emilia l’Arrogant Pub con la sua selezione di birre acide ed esordisce da San Lazzaro Storie Di Pinte, tempio della pizza, del burger e delle birre artigianali, mentre da fuori zona arrivano Mani in Alto, Xander beer, Drunken Duck, Diorama, Bere Buona Birra, Birroteca Guelfa, Brasserie Arnage e dal Belgio Moeder Lambic.

Durante la tre giorni oltre ai publican non sarà difficile incontrare qualche birraio che si aggira per gli stand come Schigi di Extraomnes, Giampaolo Sangiorgi di Lambrate, i ragazzi di Ca’ del Brado, Agostino Arioli del Birrificio Italiano o Rick Le Vert di Kinnegar.

La novità del Wine Corner, la conferma del Party Eretico

Tra le novità di questa edizione 2018 un Wine Corner dove sarà possibile assaggiare alcuni vini naturali di produttori sia del territorio che “forestieri” e magari scoprire qualche perla enologica, mentre si conferma, sabato a partire dalla mezzanotte e mezza, il Party Eretico con tanta musica e birra a fiumi.

Per chi con la birra vuole mangiare qualcosa…

Nessun problema, naturalmente, per chi assieme alla birra vuole mettere qualcosa sotto i denti: al comparto food contribuiranno Ranzani 13 con hamburger e fritti, Storie Di Pinte con la mitica pizza al vapore di Francesco Oppido, Brasil Event con la gustosa picanha e altre specialità della cucina carioca, e Daniele Bertelli del Diorama col suo leggendario panino al lampredotto.

Laboratori per grandi e per piccini

Non mancheranno nemmeno  i momenti di incontro e confronto: due per la precisione saranno i laboratori di degustazione, entrambi a pagamento al costo di 20 euro l’uno. Sabato 19 alle 18, si parlerà delle birre irlandesi con Kinnegar e di quelle locali con i bolognesi di Ca’ del Brado che per l’occasione incontreranno Antonio Ognibene della Tenuta Gradizzolo, azienda vinicola che fornisce le uve impiegate per la realizzazione della loro U Baccabianca.

Domenica 20 alla stessa ora sarà invece il turno di Klanbarrique, interessante progetto a cavallo tra birra e vino che vede coinvolto Agostino Arioli del Birrificio Italiano, uno dei più conosciuti produttori artigianali italiani.

Sabato e domenica, inoltre, dalle 16.30 alle 19.30 sono previsti laboratori per i più piccoli a cura de Gli Occhi di Mirò organizzati in due turni di un’ora e mezza ciascuno.

Quando è aperto e quanto costa partecipare

Il Festival è aperto il venerdì e la domenica dalle 18 alle 0.30, il sabato dalle 16 a notte fonda. Per chi vuole pernottare è attiva la convenzione con l’ostello We Bologna di via Carracci, forte di 244 posti letto. L’ingresso è gratuito e libero, per il Party Eretico di sabato è obbligatoria la tessera AICS, le consumazioni sono a pagamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here