Dal 16 al 18 e dal 23 al 25 marzo, nel paese di Casumaro, spartiacque tra i comuni di Bondeno, Cento e Finale Emilia, si tiene la tradizionale Sagra della lumaca d’elite, che da queste parti è molto apprezzata.

Per i buongustai, arriva la Sagra della lumaca d’elite a Casumaro di FerraraLe lumache, fritte, in salsa o in guazzetto, in zuppa, alla borgogna e ovviamente alla Casumarese e una ventina di ricette diverse, sono un piatto particolarmente prelibato, un vero e proprio piatto gourmet.

La Sagra della lumaca d’elite di Casumaro, che si svolge anche in agosto in occasione della Fiera di San Lorenzo, patrono del paese, è l’appuntamento primaverile che anticipa la stagione delle sagre: per l’occasione gli abili cuochi del posto sono pronti a deliziare i visitatori proponendo piatti ricercati, ricette nuove e abbinamenti sorprendenti, capaci di solleticare il palato.

Ad attendere i più golosi nella Sala Polivalente “Don Alfredo Pizzi” – aperta nel giorni feriali a cena e nei festivi anche a pranzo, ci sarà un ricchissimo menù che spazia da specialità rigorosamente a tema a ricette tipiche delle terre degli Estensi.

Sagra della lumaca d’elite di Casumaro, cucinate in oltre venti modi diversi

Per i buongustai, arriva la Sagra della lumaca d’elite a Casumaro di FerraraAnche quest’anno il piatto più rappresentativo dell’evento saranno le “lumache alla Casumarese” preparate con verdure, passata di pomodoro, burro e formaggio grana; nel ricco menù spiccano poi le lumache alla borgogna, cucinate con burro, aglio e prezzemolo; quelle con radicchio al forno; in salsa, in guazzetto, in zuppa, con funghi e tartufo e come condimenti di tanti irresistibili primi piatti.

Nel corso dei due week end però troverà spazio anche il menù tradizionale con la gastronomia locale, dai cappellacci di zucca ai passatelli in brodo di cappone, dai bigoli all’anatra alle tagliatelle al ragù di somarino, fino alla tagliata e al filetto, accompagnate da vini locali, sangiovese, pignoletto, prosecco e lambrusco.

Casumaro, città della lumaca

Casumaro, che dal 1999 è stata insignita del titolo di “Città della Lumaca” dall’Associazione Nazionale Elicicoltori, è un vecchio borgo della bassa ferrarese che porta già nel nome l’impronta indelebile del suo passato contadino: “casimari”, infatti, era il termine con il quale si indicavano piccole capanne di contadini di valle presenti in quella zona.

Per i buongustai, arriva la Sagra della lumaca d’elite a Casumaro di FerraraCome in tutte le zone “umide”, la lumaca anche qua rappresenta da secoli uno dei fondamenti della cucina locale e ogni famiglia custodisce gelosamente le proprie ricette segrete.

Esportate in tutt’Italia, le lumache di Casumaro sono conosciute ed apprezzate per la loro carne tenera e gustosa, simile a quelle delle cozze e delle vongole ma molto più saporita: una vera e propria delizia che in cucina può essere utilizzata in molteplici varianti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here