Canton TicinoLa pandemia di Coronavirus che ha portato lutti e preoccupazioni in ogni parte del mondo in questo fine inverno ed inizio di primavera e che forse ha cambiato anche il modo di vedere le cose, socializzare e stare assieme delle persone, si spera unanimemente possa essere superato il più in fretta possibile.

Una speranza che coltivano anche in Canton Ticino, il cantone svizzero al confine con l’Italia che ha nel turismo una delle sue più importanti risorse, tanto da aver introdotto, nel 2017, il Ticino Ticket, uno strumento molto amato fra i turisti, poiché da loro la possibilità di utilizzare gratuitamente il trasporto pubblico in tutto il suo territorio.

Canton TicinoÈ stato emesso per 1,6 milioni di volte in tre anni al momento del check-in per tutti gli ospiti che pernottano negli hotel, negli ostelli della gioventù e nei camping.

Gli ospiti ricevono al loro arrivo questa carta gratuita anche per un solo pernottamento ed essa rimane valida fino alla fine del giorno di partenza; il Ticket offre agevolazioni anche per gli ingressi alle più importanti strutture ricreative, le ferrovie di montagna e le società di navigazione in Ticino.

Canton TicinoNel 2020 numerose attrazioni culturali della regione aderiranno all’offerta portando le strutture per il tempo libero affiliate da circa 60 a oltre 100, compresi una trentina di musei, che includono sia quelli grandi come il LAC Lugano Arte e Cultura che i piccoli musei di storia e cultura locale nelle valli, gli otto parchi pubblici e i giardini botanici, oltre a diversi teatri ed eventi musicali.

Di seguito un elenco di eventi, nella speranza che il peggio sia alle spalle; il consiglio è di informarsi bene comunque, perché l’emergenza sanitaria potrebbe aver causato ulteriori rinvii e problemi.

Pasqua a Mendrisio per le Processioni riconosciute Patrimonio culturale Unesco

Processione MendrisioUn’antichissima tradizione, vissuta in maniera affascinante: le Processioni storiche di Pasqua a Mendrisio. Nel dicembre 2019 l’Unesco ha inserito le processioni nella lista dei beni culturali immateriali dell’umanità. Si svolgono ogni anno il Giovedì Santo e il Venerdì Santo, che nel 2020 cadono il 9 e 10 aprile. Gli spettatori si riversano qui anche da lontano, per vedere Gesù mentre trasporta la croce per la cittadina, che le persone del luogo chiamano orgogliosamente Magnifico Borgo. Nello scenario degli edifici storici, con le loro facciate colorate e le chiese medioevali e barocche, ammirando lo spettacolo ci si sente catapultati in un’altra epoca. Il momento culminante è sicuramente la processione “La Funziun di Giüdee” al tramonto del Giovedì Santo, cui partecipano 270 figuranti. È dedicata al viaggio di Cristo al calvario. I protagonisti biblici della processione provengono dai dintorni e indossano i costumi acquisiti nel 1989 dalla Scala di Milano.

La processione del Venerdì Santo ha invece un carattere più liturgico e religioso, che risale al Medioevo. I 700 partecipanti procedono con oggetti cerimoniali attraverso le strade, accompagnati da una banda musicale. Parte integrante delle processioni pasquali sono i “Trasparenti”, che vengono distribuiti all’inizio della Settimana Santa nel centro storico di Mendrisio. La straordinaria tecnica di produzione dei dipinti traslucidi in tela montata e, inoltre, la trasmissione di queste conoscenze di generazione in generazione sono state un elemento sostanziale per il riconoscimento dell’UNESCO. Durante l’anno potete ammirarli in Casa Croci a Mendrisio.

I tre castelli medioevali di Bellinzona celebrano il 20° anniversario Unesco

Bellinzona-CastellliI tre castelli di Bellinzona, Castelgrande, Castello di Montebello e Castello di Sasso Corbaro, sono annoverati fra le più mirabili testimonianze dell’architettura fortificata medievale dell’arco alpino. Nel 2000 Castelgrande, restaurato in modo geniale dall’architetto ticinese Aurelio Galfetti, e i suoi due fratelli sono stati dichiarati Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco.

Qui ad ogni passo e in ogni occasione i visitatori possono respirare storia; quest’anno si celebra il 20° anniversario di appartenenza al Patrimonio Unesco con numerosi eventi, tra cui le giornate del Patrimonio Mondiale dell’Unesco il 13 e 14 giugno, oltre alla giornata dell’anniversario il 30 novembre.

Il mondo di Leonardo da Vinci in 3D a Bellinzona

Il 4 aprile 2020 si inaugurerà nel Castello di Sasso Corbaro a Bellinzona, se l’emergenza sanitaria lo permetterà, una mostra rivoluzionaria, dedicata a Leonardo da Vinci.

Mostra LeonardoLa mostra non è un viaggio culturale convenzionale, in cui il visitatore ammira passivamente le opere dell’artista, ma un’esperienza interattiva 3D.

Attraverso un linguaggio multisensoriale fra realtà virtuale e ologrammi, il visitatore è catapultato nel mondo di Leonardo da Vinci e sperimenta lo spirito avveniristico del genio in maniera innovativa, educativa e divertente.

La mostra, che è già stata presentata a Milano, è stata rivisitata nei suoi contenuti appositamente per gli spazi del Castello di Sasso Corbaro a Bellinzona ed è particolarmente indicata per famiglie e classi scolastiche. Sarà aperta tutti i giorni fino all’8 novembre 2020 dalle 10.00 alle 18.00 ed è integrata da visite guidate e atelier a tema.

Il Museo Casa Rusca di Locarno espone le opere di Gilbert & George

Il Museo Casa Rusca di Locarno inaugura la nuova stagione espositiva con le opere della coppia più provocatoria dell’arte contemporanea internazionale: Gilbert & George.

Gilbert & GeorgeSi tratta di un evento di grande importanza, poiché gli artisti, in occasione della celebrazione di oltre mezzo secolo di sodalizio esistenziale e artistico, hanno accettato di esporre le loro opere a Locarno, dopo aver tenuto mostre nei più prestigiosi musei del mondo come il Centro Pompidou di Parigi, l’Art Museum di Shanghai, la Tate Gallery di Londra e il MoMA di New York.

La mostra, progettata in stretta collaborazione con Gilbert & George, presenterà la loro produzione più recente realizzata nell’ultimo decennio, una selezione di 60 opere che trasforma ogni stanza del Museo in un grande affresco, dando vita a un’esperienza affascinante e coinvolgente, che comunicherà al pubblico l’essenza dell’opera del duo artistico inglese.

La mostra rimarrà aperta fino al 18 ottobre 2020 da martedì a domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 17.00.

A Peccia nell’alta Vallemaggia apre un nuovo faro culturale

Peccia è un piccolo villaggio situato nell’alta Vallemaggia, nel cuore delle Alpi ticinesi. Circondato da maestose formazioni granitiche e di gneiss, qui si trova un piccolo miracolo o sorpresa geologica: il giacimento marmifero di Peccia.

PecciaÈ l’unica cava di marmo della Svizzera, in cui da oltre 60 anni si estrae il marmo bianco, che è poi lavorato nei laboratori della Scuola di Scultura di Peccia, creata nel 1984.

All’ingresso del villaggio è stato creato un Centro Internazionale per sculture tridimensionali, che sarà inaugurato il 2 maggio 2020. Comprende un edificio futuristico per eventi culturali ed esposizioni di opere contemporanee sotto la guida del comitato artistico della fondazione e cinque laboratori, in cui gli artisti provenienti da tutto il mondo potranno ricevere una borsa di studio per un soggiorno di diversi mesi.

L’intenzione è di fare di Peccia un palcoscenico dal vivo, che promuova l’interazione fra gli artisti e gli interessati e trasformi questa località in un importante luogo culturale con risonanza internazionale.

L’evento inaugurale del “Centro Internazionale di Scultura” è gestito dall’artista messicano Jose Dávila, che usa il marmo di Peccia come il principale protagonista della sua opera, e sarà messo in scena il 2 maggio 2020.

200° anniversario della nascita dello scultore Vincenzo Vela

Il villaggio limitrofo di Ligornetto nel mendrisiotto ospita un gioiello della storia dell’arte: il Museo Vincenzo Vela. È stato fondato nel 1898 ed è quindi il primo e più antico museo federale in Ticino. Nella villa signorile si conservano i lasciti dello scultore Vincenzo Vela (1820-1891), il cui anniversario di nascita si festeggia quest’anno per la 200a volta.

Museo VelaIl Museo Vincenzo Vela celebra questo evento con la mostra speciale “Vincenzo Vela – L’uomo, l’artista, il patriota”, che sarà inaugurata il 2 maggio 2020 e potrà essere ammirata fino al 2 maggio 2021. Nell’anno dell’anniversario si svolgono inoltre numerosi eventi culturali con letture, eventi musicali, proiezioni cinematografiche e spettacoli danzanti, per celebrare adeguatamente il compleanno dell’artista ticinese. Incantevole è anche il parco che circonda il museo. Insieme ai giardini botanici sulle Isole di Brissago e al Parco Scherrer a Morcote appartiene alla rinomata rete dei “Grandi Giardini Italiani”.

Monet, Cézanne, Van Gogh: I capolavori della collezione di Emil Bührle a Lugano

Van GoghLa collezione artistica dell’industriale zurighese Emil Bührle è una della più prestigiose collezioni private di arte europea al mondo. Il Museo d’arte della Svizzera italiana (MASI) nel LAC Lugano Arte e Cultura ha quest’anno il privilegio di mostrare una selezione dei capolavori di questa collezione. La mostra “Monet, Cézanne, Van Gogh … i capolavori della collezione di Emil Bührle”, che si svolgerà dal 10 maggio al 30 agosto 2020 a Lugano, unisce i capolavori dell’impressionismo con tipici esempi della pittura del secolo precedente, rimanendo così fedele al concetto della collezione di Emil Bührle. Bührle effettuò un’accurata selezione delle proprie opere, per creare una collezione che evidenzi il legame tra l’arte degli impressionisti e quella dei loro precursori e successori. La mostra nel MASI si apre, infatti, con le opere degli antichi maestri Canaletto, Guardi e Strozzi, per presentare infine una serie di dipinti dei rappresentanti principali dell’Impressionismo fra cui Monet, Cézanne, Degas, Van Gogh e Manet.

“Summer Jamboree on the Lake” per la prima volta a Lugano

summer LuganoDal 4 al 7 giugno 2020 si svolge per la prima volta il Festival “Summer Jamboree on the Lake” a Lugano. Per quattro giorni si offrono concerti gratuiti con artisti internazionali straordinari, che ci fanno immergere nella musica e cultura dell’America degli anni ’40 e ’50 e presentano la storia del rock’n‘roll in tutte le sue sfaccettature musicali. Parallelamente al festival si svolge dal 29 maggio al 14 giugno 2020 una mostra con foto originali di Summer Jamboree, intitolata “Rock’n’Roll is a state of the Soul”. Essa presenta lo spirito e la cultura del rock’n‘roll in 300 foto in maniera autentica, con fotografie di costumi e streetstyle oltre a immagini di momenti in retroscena, icone rock’n‘roll, immagini burlesche e proiezioni video.

Grandi nomi alle 75e Settimane Musicali di Ascona

Le Settimane Musicali di Ascona vantano una storia gloriosa e celebrano quest’anno dal 29 agosto al 15 ottobre 2020 la loro 75a edizione. Soltanto il rinomato Festival di Lucerna esiste da più tempo in Svizzera. Già dalla sua prima edizione nel 1946 il Festival di Ascona è supportato dalla Radio della Svizzera italiana, l’odierna OSI, e dalla presenza di grandi artisti. Nel corso degli anni Ascona si è elevata nell’élite della scena dei concerti mondiali. E il programma 2020 non sarà un’eccezione: lo ha creato per l’ottava volta il pianista e direttore artistico Francesco Piemontesi. Grazie al suo concetto originale e innovativo con la migliore musica classica, offerta oggigiorno, il Festival riceve ancora una volta nuovi impulsi e coinvolge anche i giovani.

settimane musicali asconaIl programma 2020 commemora la storia delle Settimane Musicali, guarda al futuro e presenta molti artisti, che non sono mai comparsi ad Ascona. I momenti culminanti di quest’anno sono: l’esecuzione della Missa Solemnis di Beethoven con il Giardino Armonico e il Coro Naradowe Forum Muzyki di Breslavia per celebrare il 250° anniversario del compositore, una ripetizione del primo concerto che si svolse nel 1946 ad Ascona con l’Orchestra della Svizzera italiana, il concerto inaugurale della Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, la London Philharmonic Orchestra diretta da Esa-Pekka Salonen, l’Amsterdam Baroque Orchestra di Ton Koopmans, il leggendario pianista americano Murray Perahia e l’Orchestra Barocca di Friburgo con la straordinaria violinista Isabelle Faust. I concerti hanno luogo nelle pittoresche chiese Collegio Papio ad Ascona e San Francesco a Locarno, due edifici molto belli, con proprietà acustiche eccellenti, dove gli artisti e il pubblico vivono i concerti in un’atmosfera suggestiva, che invita alla concentrazione e al puro godimento della musica.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here