Dame, cavalieri, stemmi e antiche celebrazioni: la città di Amalfi si prepara a festeggiare al meglio il Capodanno Bizantino 2022, la storica rievocazione che si terrà anche quest’anno dal 31 agosto al 1° settembre: turisti e appassionati della cultura medievale potranno rivivere la tradizione nel cuore dell’antica Repubblica Marinara in compagnia di 100 figuranti in costume. Centinaia di persone accorrono per assistere alla cerimonia di investitura del nuovo Magister.

Un evento unico che unisce tradizione e contemporaneità con concerti e eventi collaterali in una grande festa per le vie di Amalfi.

Amalfi si colora con drappi e stemmi di antiche casate

L’antica Repubblica Marinara, insieme all’attigua cittadina di Atrani, si confermano teatro di uno straordinario evento storico per festeggiare e ricordare l’inizio dell’anno fiscale e giuridico nell’epoca dell’Impero d’Oriente del quale Amalfi era autonomia periferica.

Un emozionante viaggio che coniuga la centralità amministrativa e politica dell’Amalfi medievale al protagonismo culturale e turistico della città di oggi.

A rendere imperdibile questi due giorni di festeggiamenti è il Corteo Storico rievocativo, in programma il 1° settembre, a cui partecipano oltre 100 figuranti in costume d’epoca.

Segue l’importante e unica cerimonia di investitura del Magister di Civiltà Amalfitana, con l’affascinante rito medievale ispirato all’incoronazione dei Duchi di Amalfi.

L’identità di questo prestigioso titolo viene svelata solo qualche giorno prima e per tradizione viene assegnato a una personalità, amalfitana d’origine o di adozione, che si è distinta per particolari meriti in uno dei settori di spicco dell’antica civiltà medievale.

Musica e danze

Questi due eventi costituiscono i momenti centrali di tutte le edizioni che ogni anno si dividono tra tradizione, approfondimento culturale e intrattenimento lungo un tema predefinito scelto proprio intorno al nome del Magister.

L’atmosfera medioevale e la cerimonia solenne con i costumi d’epoca sono uno spettacolo imperdibile per chi ama le rievocazioni storiche. Tradizione, ma anche voglia di stare insieme e fare festa con appuntamenti gastronomici e musica nella piazza principale di Amalfi che ogni anno intrattiene il pubblico fino a tarda sera.

Il programma

L’evento, organizzato dal Comune di Amalfi, in collaborazione con il Comune di Atrani e il Centro di Cultura e Storia Amalfitana, inizia il 31, giorno in cui è previsto nell’Arsenale della Repubblica un convegno di studio sul Medioevo amalfitano declinato sul tema dell’edizione, seguito dalla lectio magistralis del Magister di Civiltà Amalfitana.

Il 1° settembre spazio alla rievocazione: toccherà all’imponente Corteo Storico, ancor più ricco di quello ammirato sfilare in occasione della Regata, accompagnare il Magister lungo il percorso che da Amalfi porta al sagrato della Cappella San Salvatore de’ Birecto di Atrani, dove ha luogo la cerimonia di investitura alla presenza dell’Arcivescovo.

Subito dopo, preceduto sempre dall’imponente corteo che celebra l’apogeo della Repubblica di Amalfi intorno al Mille, il Magister raggiungerà la suggestiva scalinata della Cattedrale di S. Andrea ad Amalfi per la presentazione ufficiale alla cittadinanza.

Completeranno il programma, una serie di appuntamenti e di eventi musicali in piazza, che faranno da cornice alla festa che coinvolgerà e animerà l’intera città.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here