Verrà inaugurata domani, nei locali della storica Pasticceria Cucchi di Milano, in corso Genova, la mostra fotografica Se ce l’ho fatta io, risultato conclusivo dell’esperienza di due ragazze, Monica Nanetti e Annita Casolo, partite all’avventura lungo la via Francigena in bicicletta.

Se ce l’ho fatta io, la via Francigena in trenta scatti

Se ce l’ho fatta io: la Via Francigena in mostra alla Pasticceria Cucchi Ancora una volta la curiosità e l’amore della famiglia Cucchi per la cultura e l’arte si traducono in una serie di originali eventi che, in ottant’anni di storia, hanno trasformato la rinomata Pasticceria milanese in ritrovo di artisti e vernissage di affascinanti progetti.

La mostra fotografica dedicata alla Via Francigena, che rimarrà aperta da domani fino al 4 dicembre, racconta, attraverso immagini emozionanti, la bellissima storia di queste due signore che, nonostante la scarsissima preparazione atletica e sportiva, hanno deciso di intraprendere quello che è un viaggio un po’ fuori dal tempo.

Se ce l’ho fatta io, mille chilometri di emozioni

Se ce l’ho fatta io: la Via Francigena in mostra alla Pasticceria Cucchi Le due cicliste milanesi un po’ sui generis la scorsa primavera hanno voluto percorrere uno dei più celebri cammini attraverso l’Italia pedalando da Aosta a Roma lungo i 1000 km della Via Francigena in un progetto all’insegna dell’assoluta libertà, senza pianificazioni, senza obiettivi di tempo, senza strutture o mezzi di appoggio, con la sola attrezzatura di un bagaglio leggero e una buona dose di ironia.

Se ce l’ho fatta io: la Via Francigena in mostra alla Pasticceria Cucchi Trenta immagini di questa cavalcata lungo la storica via di pellegrinaggio attraverso strade minori, piccoli borghi e luoghi simbolo di un’Italia ricca di fascino e di sorprese, saranno visibili da domani alla Pasticceria Cucchi dove, dalle ore 18,30 si svolgerà un incontro con le due protagoniste e verrà inaugurata la mostra.

Tra l’altro l’esperienza on the road si è ampliata e trasformata in un progetto più ampio finendo anche sui social e in un libro di prossima pubblicazione.

Se ce l’ho fatta io, serata di degustazioni speciali

Se ce l’ho fatta io: la Via Francigena in mostra alla Pasticceria Cucchi Durante la serata si degusteranno due tipi di vino cacc’e mmitte (togli e metti in dialetto pugliese) della pluripremiata Azienda Agraria Paolo Petrilli di Lucera. 

Un tempo i viticoltori non avevano la possibilità di comprarsi macchinari per la pigiatura dell’uva e li prendevano in affitto e l’operazione andava quindi effettuata molto rapidamente; da qui il nome cacc’e mmitte.

L’etichetta di Paolo Petrilli è di alto profilo e sorseggiare il Motta del Lupo 2016 e l’Agramante 2015, entrambi Cacc’e Mmitte Doc biologici e vegani, sarà un’occasione imperdibile, in abbinamento alla pasta col pomodoro prodotta dalla stessa azienda; il grano con cui l’azienda produce la pasta bio è infatti di una varietà ormai rara e ben si sposa con i suoi pomodori pelati altrettanto esclusivi.

La storia della Pasticceria Cucchi inaugura il Progetto Tavola a MilanoAl termine non mancheranno di sicuro gli stuzzicanti prodotti della Pasticceria Cucchi, peccati di gola come le inedite versioni del suo panettone dell’antica tradizione artigianale milanese, che dal 2002 è Locale Storico d’Italia, dal 2013 Attività Storica della Regione Lombardia e dal 2015 Bottega Storica della città di Milano, ritrovo di musicisti, poeti, letterati, attori, figure di spicco del tessuto cittadino e gente comune, amante dello stile del gusto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here