Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazioneC’è come sempre grandissima attesa per l’edizione 2018 di Cibus, la diciannovesima, che aprirà lunedì 4 maggio alla Fiera di Parma e che, stando alle premesse, avrà sostanziali novità che non mancheranno di incuriosire il pubblico.

Saranno infatti più di mille i prodotti proposti da circa tremila aziende espositrici che si presentano per la prima volta sul mercato ed il nuovo padiglione “Cibus Innovation Corner” ospiterà una selezione dei prodotti più innovativi, oltre a talk e dibattiti sui trend e sulle dinamiche di innovazione in ambito food e distribuzione.

Cibus, attesi a Parma oltre 80.000 operatori del settore

Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazioneGli oltre 80 mila operatori attesi alla manifestazione nei quattro giorni di fiera potranno degustare le novità anche grazie al moltiplicarsi di show cooking, con i migliori chef impegnati tra gli stand, ma anche nello spazio destinato ai prodotti tipici del territorio italiano, quest’anno che è l’anno internazionale del cibo italiano nel mondo.

Come nelle precedenti edizioni, tanti gli spazi degustazione e show cooking dei prodotti tipici del territorio, con singole aziende locali e aziende associate nelle Collettive di Regioni, Camere di Commercio e Consorzi.

Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazioneTra le tante citiamo il Consorzio della piadina romagnola, impegnato in un progetto di valorizzazione della stessa in Europa teso anche a fare di questo prodotto tipico locale un patrimonio dell’Unesco.

E ancora, il Consorzio di tutela della Finocchiona Igp e del Prosciutto Toscano Dop, che porteranno nei rispettivi stand volti noti della TV.

Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazioneAnche i germogli di bambù made in Italy debuttano al Cibus, in versione trifolati, canditi allo zenzero, in crema o rivisitati in chiave pesto; una novità assoluta per il Consorzio Bambù Italia, impegnato a lanciare questo prodotto tra i più salutari e dietetici al mondo.

Anche l’enogastronomia salutista avrà la sua vetrina a Cibus: tra le tante aziende un ruolo impoirtante se lo ritaglia Alce Nero, lo storico marchio di oltre mille agricoltori, apicoltori e trasformatori biologici, che cogliertà l’occasione per illustrare la sua sempre più ampia offerta di prodotti biologici e le sue ultime novità.

Cibus, c’è anche l’area Gourmet Taste

Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazioneLa fiera avrà quest’anno, per la prima volta, l’area “Gourmet Taste”, costituita da una selezione di aziende che permetteranno di degustare prodotti gourmet internazionali, con espositori provenienti dall’Europa e dall’Asia.

2.500 i top buyers esteri attesi, per i quali è stato incrementato il programma di visite guidate nelle aziende alimentari della food valley emiliana; tra loro buyer e manager delle più importanti catene retail provenienti da Usa, Canada, Sud America, Europa, Medio Oriente, Asia; non mancheranno anche i buyer della Grande distribuzione operante in Italia e all’estero, tra cui il Gruppo Auchan e Coop che allestiranno un proprio spazio per sourcing e promozione.

Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazioneAmpio spazio ai prodotti italiani a denominazione d’origine nello stand di AICIG (Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche), mentre nel padiglione 7 “Multiprodotto” troveranno spazio gli stand della Direzione Pesca del Ministero dell’Agricoltura e delle Politiche agricole, di Micromalto che schiera decine di microbirrifici artigianali, delle produzioni d’olio presentate da Unaprol, nonchè, per il primo anno, alcune case del settore agricolo nazionale organizzate dal loro sistema di rappresentanza.

Cibus; in centro a Parma c’è anche il “fuori salone”

Cibus 2018: per quattro giorni Parma diventa la capitale mondiale dell’alimentazionePer quanto riguarda il fuori salone in città, “Parma City of Gastronomy”, presenterà dal 5 al 13 Maggio sotto i Portici del Grano, il racconto delle eccellenze gastronomiche del territorio attraverso un percorso multisensoriale di conoscenza dei prodotti che fanno di Parma la Capitale della Food Valley.

Un’occasione per un’esperienza emozionale, dove le delizie dei sensi (assaggiare, odorare, ascoltare, vedere, accarezzare) permettono di immergersi nella vita della città.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here