Ritornano dopo la pausa estiva gli appuntamenti con Il Sabato della Cantina, il cartellone di degustazioni libere proposte ogni mese dall’Enoteca La Cantina Castellucci, dal 1960 uno dei punti di riferimento per vini, liquori, distillati e specialità alimentari di qualità in via Toscana e in tutta Bologna.

Un appuntamento ormai consolidato nel quale gli appassionati potranno conoscere meglio alcuni tra i vini più interessanti del panorama enologico nazionale abbinandoli, di volta in volta, con prodotti tipici di aziende scelte dalle diverse regioni italiane. Non solo un aperitivo un po’ diverso dal solito, quindi, ma un’occasione per arricchire il proprio bagaglio di esperienze degustative e scoprire vini delle diverse parti d’Italia sempre scelti con grande cura tra le aziende migliori.

Si parte con i Colli Bolognesi e Podere Riosto

Primo appuntamento sabato 30 settembre dalle 17 con l’azienda vinicola Podere Riosto di Pianoro, che offrirà in degustazione il proprio spumante rosato da vite del Fantini, Merlot e Barbera “For You”, il Pignoletto Docg nelle versioni frizzante e superiore, e il Merlot dei Colli Bolognesi Doc “Medoro” in abbinamento ai prodotti gastronomici della Masseria Mirogallo di Matera.

Le tappe successive: Abruzzo, Piemonte e Val di Cembra

Le tappe successive vedranno protagonisti il 14 ottobre i vini abruzzesi di Masciarelli (Trebbiano Villa Gemma, Cerasuolo Villa Gemma, Trebbiano riserva Marina Cvetic e Montepulciano Marina Cvetic) con le specialità della filiera umbra della Fattoria Morella, il 4 novembre dal Piemonte le etichette di Barbaglia (Erbaluce novarese metodo classico “Curticella”, Colline Novaresi bianco “Lucino” e Vespolina “Ledi” e “Boca” Doc) con i prodotti di Romagna Terre Italia e Bio Sol Natura, mentre a chiudere il 2017 provvederanno il 2 dicembre dalla Val di Cembra gli spumanti trentini (brut millesimato, nature millesimato e brut rosé millesimato) di Opera accompagnati, visto il periodo, ai dolci della tradizione natalizia di Filippi, Fiasconaro e Vincente.

La partecipazione? E’ libera e gratuita

Le degustazioni sono completamente libere e non c’è bisogno di prenotazione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here