street-food
dav

Da un’idea di sei imprenditori che hanno voluto rendere ufficiale la loro amicizia, ma soprattutto hanno voluto creare uno strumento di promozione delle eccellenze che ogni giorno vendono nelle loro città, è nata recentemente «Autentico cibo di strada», un’associazione per la promozione delle eccellenze italiane dello street food.

Da una lunga e consolidata amicizia di colleghi “di strada” – racconta Fabio Conticello, patron storico dell’Antica Focacceria San Francesco di Palermo – nasce l’associazione. Ci accomuna non solo la passione per quello che facciamo, ma anche quello di essere impegnati in prima linea per la difesa e promozione delle nostre specialità territoriali“.

street-foodI sei amici parlano di questo progetto da tantissimo tempo. “Se guardiamo alla storia recente e quindi degli ultimi 20 anni – prosegue Conticello – ci siamo trovati fianco a fianco più volte in giro per l’Italia e non solo tra le feste e gli eventi. Tutto è iniziato a Cesena, con il festival internazionale del cibo di strada. Fu il precursore di eventi a tema ormai quasi esasperati. A volte vedo tanta improvvisazione, non solo nella parte organizzativa, ma anche di chi sta dietro agli stand che finisce per penalizzare e non promuovere il prodotto che vende. Ecco il senso dell’associazione: quello di offrire un pacchetto completo di sei eccellenze del cibo di strada roconosciute, una professionalità e un’autenticità del prodotto venduto. E da qui deriva anche il nome della nostra associazione“.

I magnifici sei

street-foodI magnifici sei sono Fabio Conticello con l’Antica focacceria San Francesco e quindi pane con la milza, panelle, crocchette di latte, crocchè di patate, arancine e cannoli; poi Lucio Bernini che rappresenta il consorzio della focaccia con il formaggio di Recco e dodici ristoranti della cittadina ligure; Leonardo Torrini del Trippaio di Gavinana e quindi il Lampredotto di Firenze; Ze’ Migliori, patron e titolare dell’omonima azienda di Ascoli Piceno con le mitiche olive all’ascolana; Maurizio Cutropia patron della braceria A tutta pecora e i suoi arrosticini; Francesco Biasi di Alberobello con le sue bombette.

Siamo una buonissima rappresentanza dell’offerta gastronomica dei cibi di strada nazionali – prosegue Conticello – Obiettivo è quello di favorire e favorirci nei nostri territori di appartenenza, di proporci e proporre anche gli altri, insomma andare avanti uniti“.

street-foodLa prima uscita ufficiale di Autentico sarà dal 27 al 31 agosto nel corso dell’evento “Fermenti”, che si terrà all’interno del porto turistico di Pescara.

Stiamo cercando un ritorno alla normalità – conclude Conticello – L’obiettivo principale di Autentico è quello di trasferire ai nostri clienti l’idea del cibo di strada fatto da professionisti, che sia un prodotto con la sua identità e appunto autenticità“.

di Giorgio Vaiana

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here