Sono otto le manifestazioni che la Regione Emilia-Romagna ha individuato per la promozione del turismo enogastronomico forte dei suoi 44 prodotti Dop e Igp.

Si è partiti il 1° luglio scorso con il Motor Valley Fest con un’anteprima il 30 giugno con Massimo Bottura.

notte-rosa-rimini-bimbiC’è poi la Notte Rosa (26 luglio-1 agosto), il tour di Tramonto DiVino (prima tappa oggi, 29 luglio a Cervia), Al Meni a Rimini (7-8 agosto), sino al Meeting sempre a Rimini dove la regione sarà presente in uno stand di oltre 100 metri quadrati. La chiusura è con tre fiere professionali: Cibus Parma (31 agosto -3 settembre), Macfrut Rimini (7-9 settembre) e Sana Bologna (9-12 settembre).

È evidente che si tratta di eventi diversi tra loro, pensiamo a Cibus e Macfrut che sono appuntamenti professionali, a dispetto di Tramonto DiVino e Al Meni per il pubblico.

mortadellaUna cosa però è certa: al centro c’è il giacimento di prodotti dell’Emilia Romagna, un patrimonio che da solo vale oltre 3,5 miliardi di euro. E che appunto viene valorizzato su “canali” diversi.

In attesa poi di un altro appuntamento, annunciato dall’assessore regionale al Turismo, Andrea Corsini: “in ottobre ci sarà un grande evento dedicato al cibo, il Food Valley Fest, con una valenza internazionale”.

Destagionalizzazione del turismo

Insomma un altro tassello nell’ottica della destagionalizzazione del turismo per ampliare quel bacino medio che sfiora i 60 milioni di presenze turistiche (epoca pre-Covid) di cui oltre 43 nella sola Riviera Romagnola (fonte Osservatorio turistico regionale).

parmigiano reggianoEd è proprio l’asse agricoltura-turismo nella promozione a segnare un punto di novità. “Facciamo squadra – afferma l’Assessore all’Agricoltura regionale Alessio Mammi – Il cibo non è solo un prodotto di sussistenza ed economico, ma l’espressione di una cultura del territorio che si intreccia con la storia e la tradizione. Se l’enogastronomia viene indicata come una della principali ragioni nella scelta della vacanza, l’Emilia Romagna ha tanto da offrire grazie anche ai 25 ristoranti stellati (un 3 stelle, due 2 stelle e venti 1 stella), i 35 ristoranti Bib Gourmand (miglior rapporto qualità-prezzo), gli oltre 1200 agriturismi e i 26 musei del cibo diffusi sul territorio”.

II Motor Valley Fest

Motor-Valley-Fest-2021Il Motor Valley Fest, il festival diffuso della Terra dei Motori a Modena di inizio luglio, dove le produzioni di eccellenza del territorio sono state presentate al pubblico in un’area dedicata nella suggestiva Piazza Grande dove si affacciano il Duomo, la Torre Ghirlandina e il Palazzo Comunale. Per esaltare i sapori tipici dell’Emilia-Romagna, anche un esclusivo barbecue allestito come anteprima del Festival con il tocco di Massimo Bottura, chef pluristellato E, sempre a firma Bottura, 150 ospiti tra stampa italiana ed estera, amministratori delegati delle principali case automobilistiche e stakeholder della Motor Valley emiliano-romagnola sono stati accolti negli spazi dell’antica Accademia Militare di Modena per una cena con il meglio dell’enogastronomia emiliano- romagnola.

La Notte Rosa

Si prosegue poi con la Notte Rosa (26 luglio-1° agosto), evento clou dell’estate sulla Riviera Romagnola con la prima tappa a Cervia il 29 luglio di Tramonto DiVino, il road show del gusto dell’Emilia-Romagna che da oltre 15 anni promuove i prodotti Dop e Igp regionali insieme ai vini della guida “Emilia Romagna da bere e da Mangiare 2021/22”. L’appuntamento cervese sarà una serata speciale con profluvio di bollicine come degna anteprima del capodanno dell’estate.

Al Meni

al-meni-rimini-circoE ancora, Al Meni “Circo mercato di sapori e cose fatte con le mani e col cuore” nella ormai nota formula dello chef Massimo Bottura, che porterà a Rimini il 7 e l’8 agosto, nell’anno dell’inaugurazione del nuovo Museo dedicato a Federico Fellini, fra castello e teatro, palazzi d’arte e piazza dei sogni, personalità del mondo della cultura, del cinema, e della gastronomia. Bottura e i migliori talenti della gastronomia italiana e internazionale presenteranno al pubblico piatti stellati e grandi prodotti frashow cooking e mercati della terra.

Il Meeting di Rimini

E poi il Meeting di Rimini dal 20 al 25 agosto, dove sarà realizzato uno stand di oltre 100 mq in cui i temi agroalimentari e il turismo saranno presentati in una mostra/percorso informativo.

Cibus

cibusInfine, tra la fine di agosto e la prima metà di settembre, saranno tre le fiere legate ai prodotti della terra. Il primo appuntamento è con Cibus (31 agosto-3 settembre) a Parma Città creativa enogastronomia Unesco, dove sarà allestito uno spazio all’interno dello stand di Unioncamere sempre per la promozione delle produzioni di qualità e del territorio e dove si svolgerà una sfida tra alcuni chef di Francoforte, selezionati con un programma di promozione in Germania, che realizzeranno ricette con i nostri prodotti.

Macfrut

A seguire il Macfrut (Rimini 7-9 settembre), dove uno stand di circa 200 mq sarà occasione per sviluppare la promozione delle produzioni di qualità ortofrutticole soprattutto all’estero e in collaborazione con la rete regionale dei Centri agroalimentari.

Sana-Bologna-

Sana

Infine, al Sana (Bologna 9-12 settembre), fiera dedicata al biologico, nello stand di oltre 100 mq saranno presentati prodotti del territorio, legati alla tradizione ma sempre più sostenibili grazie a tecniche di coltivazione innovative.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here