spiagge post CovidIn questa estate post Covid-19, nuova e così diversa, anche il concetto di “Spiaggia Libera” ha bisogno di rinnovarsi, trovando nuove strade per andare incontro ai cittadini di Cesenatico e ai turisti che arriveranno.

È proprio questo il senso della collaborazione tra Comune di Cesenatico e Cooperativa Stabilimenti Balneari che ha messo a punto un sistema informativo per tutti gli utenti che sceglieranno la spiaggia libera, puntando sulla tradizione artistica per rinnovarne l’offerta e i servizi: ecco la risposta dell’Amministrazione Comunale all’Ordinanza Regionale di balneazione che affida ai comuni la gestione delle spiagge libere anche in materia di Covid-19.

Romagna Osteria: partono le 12 tappe del gusto
Il porto-canale leonardesco di Cesenatico

Cesenatico è una città che da sempre fa del turismo una delle sue bandiere, e nemmeno quest’anno mancherà di rappresentare un punto di riferimento per la stagione estiva italiana e straniera ma non può dimenticare il periodo da cui tutti stanno faticosamente uscendo. Per questo, anche nelle spiagge libere, sarà importante rispettare le norme del distanziamento sociale con un tocco di arte a riempire e colorare la Riviera.

Gli Steward e i cartelli

Steward
Alcuni degli Steward

Gli Steward sono sei e sono già attivi sulle spiagge libere; persone messe a disposizione dalla Cooperativa Stabilimenti Balneari e hanno funzione e scopo esclusivamente informativo, lavoreranno su turni alternandosi tra le diverse aree di spiaggia libera presenti a Cesenatico. Rapporto umano e diretto per aiutare gli utenti e guidarli in questa nuova fase, ma anche cartellonistica multilingue in modo da rendere le informazioni alla portata di tutti e il più capillari possibili.

Le Tende al Mare

Sicurezza sì, ma anche potenziamento dei servizi con un’idea che potrebbe fare scuola anche per le prossime estati: se gli anni scorsi le Tende al Mare con la loro “ombra artistica” erano 40, distribuite in alcune spiagge libere, da quest’anno raddoppiano con l’Amministrazione Comunale che ha dato fondo a tutte le sue scorte di opere d’arte per provare a regalare un po’ di ombra ai bagnanti. Saranno a disposizione di tutti, senza nessun costo e permetteranno di trovare un po’ di ristoro nelle giornate più afose.

Tende al Mare
Tende al Mare

Le tende avranno la stessa funzione degli ombrelloni mantenendo quindi un’area di almeno 12mq per rispettare il distanziamento sociale.

Le aree in cui si potranno trovare sono la spiaggia libera antistante a Piazza Costa, la spiaggia libera di Zona Cesarini, la spiaggia libera dei Diamanti, la spiaggia libera accanto al Molo di Levante e la spiaggia libera San Giacomo a Ponente.

Tanto il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli quanto Simone Battistoni, Presidente della Cooperativa Stabilimenti Balneari, hanno rimarcato l’impegno del Comune e della cooperativa, affermando che “la cura e il mantenimento delle spiagge libere è un impegno che la città ha molto a cuore e come quest’anno, ancora di più, sia importante impegnarsi a fondo, ritenendo che il servizio fornito dalla spiaggia libera sia importante quanto quello degli stabilimenti balneari e per questo l’ente locale ed i gestori degli stabilimenti aderenti alla Cooperativa faranno in modo che vengano rispettate le regole e che tutti gli utenti si sentano accolti e al sicuro».

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here