Storie, racconti, personalità, visioni, umanità: attori, ballerini, musicisti e artisti si esibiranno davanti al pubblico in un luogo dove la storia sembra rivivere ogni giorno.

La quinta edizione di “Pompeii Theatrum Mundi” racchiude in sé tutti questi elementi, proponendo agli spettatori un programma ricco di eventi e spettacoli dal vivo.

Dal 17 giugno al 16 luglio, il teatro internazionale torna a riempire gli spalti del Teatro Grande del Parco Archeologico di Pompei.

Gli interpreti

Performance di sensibilità artistica diverse: dalla danza di José Montalvò, alla tragedia classica di Jacopo Gassmann, fino al teatro di Elena Bucci e Chiara Muti e all’arte di William Kentridge con la Sinfonia N.10 di Dmitrij Sostakovic.

Il primo spettacolo ad aprire la rassegna estiva il 17 giugno alle ore 21.00 è la prima italiana di “Gloria / La vita è una festa”, la nuova opera di Josè Montalvò.

Il coreografo francese porta in scena una eterogenea compagnia di 16 danzatori interpreti di un autentico inno alla gioia.

Si proseguirà con “Due regine: Mary Stuart vs. Elizabeth Tudor”: una elaborazione drammaturgica, con regia e interpretazione di Elena Bucci e Chiara Muti che danno voce alle due storiche regine, incatenate l’una all’altra in un eterno duello.

Quattro spettacoli esclusivi

Il 29 giugno, sempre alle 21, sarà la volta di “Oh The Believe in another world, Sinfonia N. 10 di Dmitrij Sostakovic” eseguita dalla Luzerner Sinfonieorchester, diretta dal maestro Michael Sanderling.

La Sinfonia N° 10 di Dmitrij Šostakovič fu composta nel 1953, anno della morte di Stalin ed è ispirandosi a queste note che l’artista sudafricano Kentridge ha realizzato uno dei suoi film. Chiude la programmazione “Ifigenia in Tauria”, tragedia di Euripide, nella traduzione di Giorgio Ieranò e la regia di Jacopo Gassmann.

La rassegna estiva, organizzata da Teatro di Napoli – Teatro Nazionale con il Parco Archeologico di Pompei in collaborazione con Fondazione Campania dei Festival – Campania Teatro Festival, prevede questi quattro spettacoli suddivisi in più serate. Per l’acquisto dei biglietti, le offerte e le modalità d’ingresso consultare: www.teatrodinapoli.it

I percorsi archeologici

Il ricco programma offerto dal teatro Archeologico di Pompei è un’ottima opportunità per visitare la costiera amalfitana, un paradiso naturale sospeso tra il cielo e il mare.

Oltre alle serate magiche tra le rovine della città sommersa dal Vesuvio, è possibile visitare anche il percorso sotterraneo del Teatro del Parco Archeologico di Ercolano, recentemente riaperto al pubblico, o ancora concedersi un’escursione in barca o lasciarsi guidare verso i luoghi dell’ex repubblica marinara di Amalfi.

Ed è proprio qui che vale la pena soggiornare per una vacanza indimenticabile, luoghi esclusivi che offrono numerosi servizi e una vista mozzafiato.

Il relax e il comfort sono di casa, con l’aggiunta di spiagge meravigliose, il profumo di agrumi, una ricca scelta gastronomica e in lontananza le case arroccate sui monti da cui scorgere il blu infinito del mare.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here