Dopo il lungo lockdown per combattere Covid-19, a Bologna, riapre FiCo, il parco agroalimentare più grande al mondo all’insegna dello slogan “Stai sicuro”.

In realtà, per consentire varie attività di produzione alimentare con gli impianti presenti all’interno, la Fabbrica non si è mai fermata, ma dal 2 giugno riapre al pubblico con alcune innovazioni e gradualità che sono state illustrate in anteprima alla stampa.

Conferenza FiCoSono soddisfatti Andrea Segrè e Tiziana Primori, rispettivamente Presidente della Fondazione FiCo, CAAB e Amministratore Delegato di FiCo Eataly World, gli assessori delle amministrazioni regionale, città metropolitana, comunale e da Ascom, Ausl e altri attori, tutti motivati e spinti per il rilancio organizzativo improntato alla massima sicurezza nei suoi oltre 100.000 mq.

Dai dati analizzati, raccolti nel periodo del lockdown, risulta che un italiano su tre ha acquistato una maggiore quantità di cibo e che il 34% ha scelto una migliore qualità.

Questo rappresenta la conferma che FiCo può essere un ottimo stimolo per valorizzare il patrimonio agroalimentare e di biodiversità nazionale, con conseguenti risvolti positivi per la salute dell’individuo, per l’economia e per la ripresa del paese.

Saranno di nuovo disponibili per i visitatori le specialità alimentari sia all’interno, sia nei grandi dehors favoriti dalla bella stagione. Sarà possibile prenotare interi spazi, nelle vigne, nella tartufaia, negli orti, nel frutteto per merende e aperitivi e non solo un tavolo per pranzi e cene forniti dai ristoranti. Le prenotazioni si potranno effettuare tramite WhatsApp al n. 334 6372999.

FiCo, riprendono le tante attività all’interno del Parco

Sfoglina FiCoSono molte e diversificate le attività che rilanciano FiCo; fra queste una collaborazione per realizzare una programmazione cinematografica estiva nel parcheggio capace di ospitare 600 persone all’aperto e 10 serate tematiche sul cibo.

Nuovi percorsi denominati “Emozioni del Gusto” si snodano all’interno delle fabbriche, negli allevamenti e nelle coltivazioni divertendo i visitatori e facendo contemporaneamente didattica.

Sono offerte varie opportunità ai ragazzi di diverse età attraverso le competenze di Cadiai e Dolce , si occuperanno del Summer Camp (6-12 anni) e Summer School (11-14 anni), sono associazioni partner di provata esperienza a cui i genitori possono affidare i figli per godere del Centro Estivo appena ideato.

E’ possibile acquistare frutta e verdura primaverile, a Km 0 e a prezzi calmierati, fornita dal CAAB (Centro Agro Alimentare Bolognese) da giovedì a domenica per tutto il mese di giugno; è data anche l’opportunità di richiedere consegne al domicilio gratuite tramite cargobikes Dynamo.

Chi è interessato agli acquisti potrà godere di varie scontistiche, in particolare il 20% sui vini.

FiCo è aperto dalle 11 alle 23 fino al 7 giugno e con lo stesso orario proseguirà dal giovedì alla domenica, restando chiuso da lunedì a mercoledì.

Giornalisti Arga-Primori FiCo riapreLa Unaga, l’Unione dei Giornalisti del settore Agroalimentare presente all’incontro, ha portato il saluto dell’associazione della stampa specializzata confermando il proprio interesse e la puntualità nel fornire una corretta comunicazione, ribadendo il suo impegno ad emarginare le numerose disinformazioni sempre in agguato.

Dettagli nel sito ufficiale www.eatalyworld.it

di Stefano Bugamelli

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here