E’ la prima farina proveniente da filiera certificata, sostenibile, strettamente legata al territorio, realizzata seguendo un rigido disciplinare al quale tutti gli agricoltori fornitori della materia prima si devono attenere.

Gran Riserva, la farina di filiera al 100%

Si chiama Gran Riserva, ed è l’ultima nata nella famiglia di Molini Pivetti, la storica azienda di Renazzo (Ferrara) che da oltre 140 anni e cinque generazioni produce farine di alta qualità ampiamente utilizzate anche nella ristorazione e nel mondo della panificazione, da quest’anno anche premium partner ufficiale della FIC – Federazione Italiana Cuochi.

Si tratta di una farina proveniente al 100 per cento da produttori situati esclusivamente nelle province di Bologna, Modena e Ferrara, garantita e certificata da CSQA, azienda internazionale specializzata nella certificazione di generi alimentari e di consumo che è il primo ente italiano accreditato nel settore del food.

Il progetto Campi Protetti Pivetti

Un’idea, quella di una farina a filiera controllata, certificata e locale, che scaturisce dal progetto Campi Protetti Pivetti, marchio certificato che a sua volta garantisce il rispetto di una filiera produttiva legata al luogo d’origine dei grani: gli agricoltori locali che aderiscono a Campi Protetti, infatti, sottoscrivono un rigido disciplinare il cui obiettivo è la massima sostenibilità ambientale, sociale ed economica, collocando le proprie coltivazioni lontano dalle fonti di inquinamento, adottando accorgimenti tecnologici all’avanguardia e coltivando solo le migliori varietà di grano.

Un progetto nato molti anni fa, nei primi anni ‘80, quando Molini Pivetti decise di coinvolgere i propri esperti agronomi in una sfida difficile ma non impossibile: quella di ricercare e selezionare solo i migliori campi nelle zone in prossimità del mulino.

Un’idea per salvaguardare ambiente e territorio

Alla base di questo progetto l’obiettivo di salvaguardare l’ambiente e al tempo stesso dare più valore al territorio. Molini Pivetti ha creato negli anni un percorso in collaborazione con gli agricoltori locali, finalizzato a certificare la qualità e la provenienza delle farine prodotte in queste aree esclusive.

L’ideale per la pizza alla pala

Il dialogo, l’ascolto e la stretta collaborazione con gli agricoltori, sempre affiancati dagli agronomi Pivetti, hanno permesso di condividere metodi e valori della vita nei campi che seguono da vicino il ciclo del grano.

Molini Pivetti: oltre 140 anni di storia e successi

Nata nel 1875, quando Valente Pivetti costruì il suo primo mulino a vapore, Molini Pivetti è oggi un’azienda leader nel campo della molitura e della produzione delle farine di alta gamma: nello stabilimento di Renazzo, uno dei pochi a essere dotato di mulino di proprietà, ogni anno sono stoccate circa 120mila tonnellate di grano e vengono prodotte circa 240mila tonnellate di sfarinati e semilavorati che vengono distribuiti e commercializzati non solo sul mercato italiano ma anche in Europa, Nord America, Medio Oriente e Far East.

La tradizione sposa l’industria 4.0

Dopo oltre 140 anni il mulino rimane l’anima del Gruppo, simbolo di solidità e di passione, capace di custodire e reinterpretare una tradizione che cambia e si rinnova nel tempo. Da un lato l’arte antica della molitura che prosegue come una volta, dall’altro le tecnologie più all’avanguardia che caratterizzano l’industria 4.0.

Silos hi-tech e controlli qualità serrati

E infatti il grano dei Campi Protetti Pivetti viene stoccato in appositi silos dedicati, equipaggiati con un sistema di refrigerazione a basso impatto ambientale senza trattamenti chimici che consente di monitorare costantemente la temperatura, mantenendo elevatissimi standard qualitativi, mentre il centro controllo qualità esegue verifiche costanti sui campioni di grano e di farina prodotti per prevenire qualsiasi eventualità di contaminazione.

Le parole del responsabile filiera

“Campi Protetti Pivetti è un progetto di sostenibilità ambientale con molti importanti risvolti sociali ed economici. Con il nostro impegno speriamo di riuscire a sensibilizzare tutta la comunità a un uso più consapevole delle risorse ambientali e siamo anche certi di poter promuovere uno sviluppo economico nel tempo, tramite nuovi sistemi premianti alle aziende agricole locali” spiega Alessandro Zucchi, responsabile Filiera Pivetti.

Le referenze di Gran Riserva Molini Pivetti

Pizza o pasta fresca? Gran Riserva sempre promossa

Oggi la farina Gran Riserva Molini Pivetti è disponibile sul mercato per il food service e il canale Horeca in cinque diverse variabili, mentre la linea dedicata al consumo privato comprende quattro referenze: integrale, classica Tipo 0, Tipo 1 e, novità assoluta per il mercato italiano, Gran Riserva Manitoba Emiliano.

Tra pasta fresca e pizza: Gran Riserva promossa

E a dimostrazione della versatilità di queste farine e dello stretto rapporto che lega Molini Pivetti al mondo della ristorazione di qualità, due nomi di rilievo come Rina Poletti, la regina della sfoglia emiliana nonché direttrice didattica dell’Accademia della Sfoglia, e Christian De Rosa, pluripremiato pizzaiolo, si sono esibiti in un cooking show dove, tra tortelloni, focacce alla pala, tortelli di zucca, pizze al trancio e tagliatelle, la farina Gran Riserva ha dato grande prova di sé meritandosi una promozione a pieni voti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here