I birrai eretici gettano il cuore oltre l’ostacolo e vanno oltre il confine della birra pura e semplice: “No Borders” infatti è il tema portante della nona edizione del Festival dei Birrai Eretici che si svolgerà a Bologna dal 17 al 19 maggio nell’ormai consueta sede del Parco DLF.

I birrai varcano i confine della birra

La birra artigianale, quindi, non più solamente proposta nelle sue innumerevoli declinazioni, ma anche nel suo rapporto con il mondo del vino o come componente di cocktails o ancora nei suoi infiniti abbinamenti con diverse specialità culinarie.

Protagonisti i publican con oltre 130 spine

Sostanzialmente immutata la formula, che vede nel publican, il gestore di pub nonché avvezzo spillatore di birre, e nei birrai artigianali i veri protagonisti: nell’area del parco, ampliata rispetto all’anno scorso con il coinvolgimento anche del viale d’ingresso e lo spazio antistante l’Arena Puccini, si riuniranno 19 tra i migliori pub d’Italia e non solo, con una rappresentanza di realtà locali ancora più folta, per un totale di oltre 130 spine attive.

I pub presenti al Festival

I pub partecipanti saranno da Bologna e provincia Lortica, Harvest Pub, Il Punto, Storiedipinte, Astral Beers Pub, Osteria La Frasca, La Tana del Luppolo, Mani in Malto, Ranzani 13 e Madama Beerstrò, dal resto del mondo The Drunken Duck, Xander Beer, Diorama, Bere Buona Birra, Brasserie Arnage, Birroteca Guelfa, Moeder Lambic, Di Sana Pinta e Red Rooster Pub.

Il Wine Corner e l’offerta food

Ma Birrai Eretici non è solo birra: come nella passata edizione infatti sarà attivo un Wine Corner dedicato al mondo dei vini naturali, mentre per chi avrà appetito potrà contare su un’ampia scelta di cibi di strada come il panino al lampredotto di Diorama, la pizza – alla pala e fritta – di Storiedipinte, i burger gourmet di Ranzani 13, il panino col bollito e la salsa verde de La Frasca Al Vicolo, il pulled pork di Butcher’s 8, le specialità vegan del food truck de IlBruno e il panino all’asado del Bar Tito.

Tre laboratori imperdibili

Ricco anche il programma dei laboratori con tre appuntamenti davvero imperdibili: sabato alle 16.30 la birra artigianale in Italia verrà raccontata da Andrea Turco di Cronache di Birra, uno dei maggiori comunicatori del settore, e da Simone Moretti di Unionbirrai, mentre alle 18.30 le birre del Microbirrificio Opperbacco si incontreranno col mondo del vino e le produzioni più estreme del genere sour. Domenica invece, alle 18.30, toccherà al connubio fra birra e mondo dei cocktail a cura di Madama Beerstrò.

Non mancheranno nemmeno l’area per i più piccini, quest’anno situata nei pressi del Bar Kinotto, il classico mercatino e, ad allietare il tutto, il Dj set curato dal Locomotiv Club e incentrato tutto sull’epopea del rock & roll negli ultimi 60 anni.

Si entra gratis, si paga con i gettoni

Immutato anche l’ingresso gratuito alla manifestazione: oltre al bicchiere del Festival, dal costo di 3 euro e che rimarrà ai partecipanti, si pagheranno esclusivamente le consumazioni convertendo il denaro in appositi gettoni del valore rispettivamente di 1 e 3 euro.

Da quest’anno sarà possibile acquistare i gettoni anche in prevendita sul sito web del Festival e, oltre che alle casse, persino da un cassiere ambulante, un autentico “pusher” di gettoni. Il Festival sarà aperto venerdì dalle 18 alle 2, sabato dalle 15 alle 2 e domenica dalle 15 a mezzanotte e mezza.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here