I sapori forti e schietti della Lucania approdano a FICO – Eatalyworld, il grande parco tematico agroalimentare nato alle porte di Bologna.

Apre Lucania, il temporary restaurant Made in Basilicata

In quello che inizialmente era previsto come il ristorante stellato Le Stagioni by Enrico Bartolini e che ora è destinato, secondo una logica di rotazione ciclica, a rappresentare le diverse tradizioni culinarie delle varie regioni d’Italia, approda infatti Lucania, uno spazio temporaneo dove poter degustare – e acquistare – le specialità tipiche della gastronomia della Basilicata.

Mario Ferrara, uno chef e la sua terra

E a chi affidare un’impresa del genere, se non a Mario Ferrara, grandissimo chef che vive e lavora a Bologna ormai da tempo immemorabile ma che all’ombra del Vulture ha visto i natali e che da sempre è attaccatissimo alla tradizione enogastronomica della sua terra, per lui perenne fonte d’ispirazione, e ai prodotti tipici che ne sono alla base.

I 110 giorni di Mario Ferrara a FICO

E così, accanto al suo Scaccomatto, storico locale di alta cucina in via Broccaindosso, teatro di una cucina in movimento, aperta alle sperimentazioni, che ha i suoi punti di forza nella genuinità, nell’ottima qualità delle materie prime utilizzate e nella stagionalità dei prodotti impiegati, e all’esperienza estiva dello Scaccomatto agli Orti, che da sei anni anima gli splendidi giardini nascosti di via della Braina, Ferrara, assieme al figlio Simone, ormai esperto uomo di sala che si è fatto le ossa alla corte dell’amico-collega Max Poggi, e al fratello Enzo, instancabile compilatore di carte enologiche, fino al prossimo 10 gennaio terrà banco anche in quel di FICO: 110 giorni di tradizione lucana garantita dal primo all’ultimo boccone.

Il commento di Mario

“Quando è arrivata questa proposta – spiega Mario – mi sono sentito molto orgoglioso di avere la possibilità di rappresentare qui la mia Lucania, la nostra terra, con i nostri prodotti, la nostra cucina, e attraverso di loro la nostra cultura. Infatti, a differenza del nostro ristorante, qui vogliamo davvero proporre la stessa cucina che si potrebbe trovare se si venisse invitati a casa di qualcuno in Basilicata, realizzata con le migliori materie prime. Una cucina al cento per cento lucana, senza compromessi”.

I sapori forti della Lucania anche in vendita

Un viaggio tra i profumi ed i sapori di una terra dalla tradizione gastronomica varia e ricca di sfumature, da scoprire grazie alle proposte di alcuni produttori locali che faranno assaggiare le eccellenze del territorio. Saranno infatti presenti il Conserveificio Tipica srl di Montescaglioso (Matera) con le sue conserve di pomodoro, sott’olii, creme sott’olio e confetture; il Salumificio Carbone, contrada Malcanale (Tricarico) che lavora la carne di suino, anche del nero lucano (un maiale nero autoctono allevato libero al pascolo) e l’Antico Frantoio di Perna (Potenza), con l’olio di oliva 100% estratto a freddo. Prodotti d’eccellenza che sarà anche possibile acquistare sul posto.

Corsi e cooking show

Nei prossimi mesi non mancheranno momenti per approfondire la tradizione gastronomica lucana con corsi dedicati alla pasta (17 e 24 ottobre, 7 e 29 novembre, 5 e 19 dicembre) e cooking show (27 ottobre, 24 novembre e 15 dicembre).

Impariamo a fare i cavatelli

Si parte il 17 ottobre alle 16 con il “Corso e degustazione di pasta lucana fatta a mano”. Un corso pratico di introduzione alla pasta tradizionale lucana in cui lo chef Mario Ferrara e la sua brigata ci guideranno nella realizzazione pratica dei cavatelli, tra i formati di pasta più antichi del mondo, e nella dimostrazione dei ferizzuoli, la tipica pasta “al ferretto” (costo corso 30 euro; pacchetto “corso + cena” a 60 euro a persona).

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here