Gli Anni Venti del Terzo Millennio hanno suggerito il tema per una serata speciale durante il Carnevale: le atmosfere eleganti delle feste raccontate da Francis Scott Fitzgerald nel celebre romanzo “Il Grande Gatsby”.

Carnevale al Majestic nel segno degli anni ’20

Il contesto prestigioso e il passato glorioso del Grand Hotel Majestic già Baglioni, in cui venivano organizzate feste da ballo e sfilate di alta moda, sono ideali per accogliere una nuova stagione di grandi eventi all’insegna dell’eleganza e del bien vivre.

Rivive il mito del Grande Gatsby

L’energia effervescente dei Roaring Twenties è ben presente nell’immaginario collettivo grazie alla Letteratura, alla musica dell’epoca e soprattutto alle splendide trasposizioni cinematografiche che hanno visto alternarsi interpreti come Alan Ladd, Robert Redford e Leonardo Di Caprio.

Il grande cinema ha consacrato le lussuose feste organizzate dal protagonista del romanzo, Jay, che accoglie gli invitati nella sua splendida villa a ritmo di jazz tra fiumi di Champagne, gentleman in smoking, e affascinanti dame vestite di abiti leggeri con piume e paillettes.

Un Carnevale al ritmo di Charleston

Oltre al Fox Trot e al Quickstep impazza il brio del Charleston, un ballo nuovo e audace, che consente alle donne più emancipate di ballare da sole, senza l’obbligo di un cavaliere.

I riferimenti artistici, culturali e letterari dell’epoca sono numerosi, così come sono conosciute e sempre attuali, le grandi icone femminili degli Anni Ruggenti coma Zelda Fitzgerald, Louise Brooks, Coco Chanel e le irriverenti flapper girls dallo stile rivoluzionario per gli atteggiamenti e il pensiero: emancipate e brillanti ascoltavano jazz, ballavano il Charleston, fumavano, portavano i capelli à la garçonne, scoprivano le gambe con abiti decorati con frange, perle e accessori di piume.

Lo stile per lui e per lei

Uno stile tutto peculiare, fatto di smoking dai colori pastello, completi in flanella, gemelli smaltati, grandi papillon annodati a mano e scarpe bicolore per gli uomini, di cappelli a cloche, scarpe col tacco basso, paillettes, lunghi fili di perle, piume di struzzo e abiti leggeri per le ragazze.

La musica dell’MG Swing Quartet

La Sala Europa si trasformerà in una sala da ballo d’antan in cui, sulle note briose del Charleston, suonato dal vivo dal gruppo MG Swing Quartet, i maestri della Swing Dance Society si esibiranno e regaleranno agli ospiti una breve masterclass di danza.

Rigorosamente in costume twenties i ballerini inviteranno il pubblico a lasciarsi trasportare dal ritmo del ballo più irriverente del Novecento. In occasione della festa si rinnova la collaborazione con la Cineteca di Bologna, grazie alla quale saranno esposte alcune foto di scena, tratte da grandi film d’ambientazione Anni Venti.

Il dolcetti al limone che piacevano a Daisy

Il menù degli appetizer che verranno serviti nella Galleria strizzerà l’occhio ai cibi amati dall’alta società dell’epoca e, oltre al caviale e al salmone, verranno offerti i famosi “dolcetti al limone”, prediletti da Daisy nel Grande Gatsby, e altri dolci tradizionali del periodo del Carnevale. Il cocktail sarà accompagnato da pregiati vini: Brut Trento Doc metodo classico, Alìe Rosé Toscana IGT e il rosso Chianti Castiglioni DOCG, offerti dall’Azienda Frescobaldi Toscana.

Il cappello giusto per la serata

L’eleganza degli Anni Venti sarà anche in mostra nelle suite della Galleria, dove gli ospiti potranno immergersi nell’atmosfera del tempo con un sapiente ritocco offerto da Beauty For Real e una “prova cappello” con la storica azienda Doria 1905.

Sarà possibile inoltre ammirare alcuni capi autentici, abiti, accessori e oggetti originali di Vintag, l’App del vintage, una mobile shopping app con headquarter a Bologna, che ha collaboratori in tutta Europa. Una App etica e sostenibile, apprezzata soprattutto dalle nuove generazioni.

Un concorso per il look più bello

Una giuria di selezionati giornalisti che si occupano di moda e costume sceglierà tra le mise degli ospiti quelle più vicine al tema degli Anni Venti. Gli ospiti che si saranno impegnati nella creazione di outfit adatti a un ballo del Grande Gatsby riceveranno speciali premi: un accessorio di Vittorio Martini 1866 creato per l’occasione, un cappello di Doria 1905, la fragranza Malìa di Nobile 1942, una speciale selezione di cravatte, una pochette e un papillon di Calabrese 1924, vini delle Cantine Statti 1784 e un kit di pregiati tessili per la casa offerto dallo storico Zinelli Tessuti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here