Tappa assai golosa per il Grand Tour delle Marche nel primo week end di maggio, con un’intera cittadina, Cantiano, che si trasforma proponendo un’esperienza dai sapori autentici.

Il Grand Tour delle Marche fa tappa a Cantiano, “la piazza del gusto”Il 4 ed il 5 maggio è infatti nel paese della provincia di Pesaro-Urbino il momento de “la Piazza del Gusto”, un tributo alle assolute unicità gastronomiche di questo territorio, con il pane di Chiaserna e l’Amarena di Cantiano, insieme a tante altre eccellenze che qui sono di casa.

Avvolto dal rassicurante abbraccio del monte Catria, nel territorio a cavallo tra Marche e Umbria che fu dominio dei Montefeltro Duchi d’Urbino e già attraversato in epoca romana dalla consolare “Flaminia”, Cantiano è un luogo di saggezza antica, dove molti “forestieri” approdano attratti dall’alta qualità della vita del borgo e dalle secolari faggete che lo circondano.

Il Grand Tour delle Marche fa tappa a Cantiano, “la piazza del gusto”L’Amministrazione comunale ha deciso di credere fermamente nel potere attrattivo del paese, lanciando la vendita delle case non utilizzate alla simbolica cifra di un euro, per stimolare il ripopolamento e dare nuova linfa all’economia locale. Subito tantissime, più di trecento, le richieste arrivate da tutto il mondo.

Cantiano, la Piazza del Gusto

Tra menù di territorio, passeggiate e mercatini, la Piazza del Gusto è una sintesi perfetta delle ricchezze che questa terra baciata dagli elementi è in grado di offrire agli ospiti.

Il pane di Chiaserna, prodotto con acqua di sorgente e lievito madre, utilizza anche grani antichi estremamente gustosi e funzionali ad un’equilibrata alimentazione.

Il rispetto della semplicità e della tradizione nella panificazione, con una fermentazione in tutta calma, lo rendono leggero e fragrante, anche nel tempo.

Non a caso, domenica 5 maggio, è in programma l’inaugurazione di uno spazio espositivo dedicato al “Mulino a pietra”, a completamento del progetto “Filiera corta del Pane di Chiaserna”.

Il Grand Tour delle Marche fa tappa a Cantiano, “la piazza del gusto”L’amarena di Cantiano, a sua volta, è un frutto prezioso e rinomato a livello internazionale; in questo territorio, il visciolo o amarena cresce spontaneamente.

Agli albori del ‘900, due imprenditori iniziarono a commercializzare lo sciroppo di visciole, denominato appunto “Amarena di Cantiano”, che ebbe un tale successo da essere conosciuto in tutta Italia come simbolo di raffinatezza gastronomica, apprezzato anche dalla Real Casa Savoia.

Con la Piazza del Gusto ci sarà la possibilità di assaggiare anche il tartufo estivo, la birra agricola del Catria, così come la tradizionale polenta alla carbonara, insieme ai salumi ed alle prelibate carni bovine ed equine da allevamenti allo stato brado.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here