Il Piemonte, una delle regioni enologicamente più vocate e più nobili d’Italia, sarà protagonista alla giornata bolognese che il festival itinerante God Save the Wine ha voluto dedicare ai vini più interessanti del panorama subalpino.

Il Piemonte enologico approda a San Lazzaro

Certamente i rinomati Barolo e Barbaresco, noti e apprezzati in tutto il mondo, ma anche produzioni meno conosciute al grande pubblico come il Ghemme, il Pelaverga, i vini dei Colli Tortonesi o i bianchi di Gavi e di Caluso.

Oltre cento vini dal Piemonte

Lunedì 2 maggio, a partire dalle 15, negli spazi dell’Hotel Relais Bellaria di San Lazzaro di Savena gli appassionati e gli addetti ai lavori avranno l’occasione di degustare oltre 100 vini delle diverse aree del Piemonte, dalle Langhe al Monferrato, dal Roero all’Alto Piemonte, presentati dal Consorzio di promozione “I Vini del Piemonte”, che raduna sotto la propria ala più di 230 aziende vinicole regionali.

Il Consorzio Vini del Piemonte

L’iniziativa si svolge infatti in collaborazione con questo importante consorzio di promozione nato nel 2010 e oggi punto di riferimento indiscusso per le aziende vinicole piemontesi, in particolare per le piccole e medie imprese del settore interessate ad esportare i propri vini all’estero.

Lo spirito di squadra

Alla base di tutte le attività organizzate da I Vini del Piemonte c’è vero “spirito di squadra”, nella convinzione che promuovere insieme le aziende con il brand Piemonte sia la vera arma vincente per presentarsi al meglio nei diversi mercati internazionali.

L’esclusiva masterclass

Per coloro che vorranno veramente approfondire la conoscenza del Piemonte enologico il calcio d’inizio sarà addirittura alle 14, con l’esclusiva masterclass su invito, riservata ai buyer e agli operatori professionali, condotta dal giornalista e sommelier Andrea Gori e da Nicola Argamante, presidente del Consorzio, nel corso della quale 30 fortunati potranno accedere ai segreti dell’arte vinicola delle terre sabaude.

I banchi d’assaggio

A seguire si partirà con i banchi d’assaggio, dapprima dedicati agli operatori del settore Horeca e alla stampa specializzata, e a partire dalle 18 aperti a tutti i curiosi e wine lovers.

Le aziende presenti

Ad attenderli una selezione delle più importanti aziende vinicole piemontesi: Emanuele Scarzella, Cantina Moscone, Réva, Tenuta Bosco San Giorgio, Tenuta Tenaglia, Matteo Soria, Dario Ivaldi, Italo Giuseppe Anselma, Cantina di Tortona, Luigi Vico, Casa Baricalino, Alfonso Boeri, Podere Ruggeri Corsini, Cascina La Badia, Hic et Nunc, Vincenzo Amerio, Tenuta Roletto e Franco Roero. Le degustazioni, nello stile del format di questo festival multimediale itinerante, promosso e organizzato da Firenze Spettacolo con PromoWine, saranno accompagnate da un ricco buffet per allietare ulteriormente la serata.

Come e quanto costa partecipare

Il costo di partecipazione è di 15 euro con riduzione a 10 euro per gli associati AIS, ONAV e FISAR, i biglietti sono acquistabili su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-i-vini-del-piemonte-on-tour-a-bologna-276743837267 mentre gli operatori possono accreditarsi all’indirizzo di posta elettronica segreteria@bolognaspettacolo.it. A loro è garantito l’accesso gratuito previa presentazione di un biglietto da visita aziendale o del tesserino professionale.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here