A ogni vino la sua giusta tapas in abbinamento. A ogni oste il suo giusto vino in mescita. Torna con la sua quinta edizione la Wine City Night, la notte bianca delle osterie e delle vinerie che coinvolge undici esercizi in tutta Bologna e organizzata dall’AMO – Associazione Mescitori Organizzati.

Torna la Wine City Night, la notte bianca delle vinerie

L’appuntamento è per giovedì 21 marzo, primo giorno di primavera, quando dalle 19 alle 23.30 tra i diversi locali della rete AMO si  snoderà un itinerario enogastronomico tra vini selezionati e specialità culinarie: ogni insegna, infatti, proporrà le etichette di una specifica azienda produttrice abbinate a una o più tapas concepite specificamente per l’occasione.

Una mappa del tesoro per scoprire il vino migliore

Il meccanismo è facilissimo: basta scegliere la vineria o l’enoteca da cui iniziare il proprio personalissimo tour per poi farsi consegnare la Wine City Map, una vera e propria “mappa del tesoro” realizzata per guidare gli appassionati tra i segreti golosi della Bologna del vino e del cibo.

I locali AMO aderenti all’iniziativa

Undici come detto i locali aderenti all’iniziativa, tutti concentrati nel centro storico: Vineria Accà (via San Giorgio 11), Banco del Vino (via Goito 3), Enoteca Camera a Sud (via Valdonica 5), Cantina Bentivoglio (via Mascarella 4), Confraternita dell’Uva (via Cartoleria 20), Polpette e Crescentine al Mercato delle Erbe (via San Gervasio 3), Saràvino (via Belvedere 11), Enoteca Sette Tavoli (via Cartoleria 15), Tricheco (via Rialto 23), Enoteca Via Con Me (via San Gervasio 5) e Vineria alle Erbe (via San Gervasio 3).

Le diverse proposte dei locali

Diverse da locale a locale le proposte di vino e accompagnamento: da Accà per esempio saranno di scena le aziende Borgo Paglianetto (Verdicchio di Matelica) e Monastero di Siloe (Ciliegiolo di Maremma), mentre Camera a Sud proporrà il vino di Meteri (L’Ombra del Capitano 2016 e Bakari 2016) e Saràvino si affiderà alle etichette di Giovanni Iannucci (Falanghina del Sannio, Barbera del Sannio e Trebbiano).

La Cantina Bentivoglio ospiterà l’azienda Mezzanotte (Lacrima di Morro d’Alba e Verdicchio classico superiore) accompagnandole con polpette di melanzane su cremoso di Burrata e pesto e pop corn di Parmigiano, da Polpette e Crescentine via alla Ribolla Gialla di Bortolusso abbinata alle polpette di Feta e zucchine, mentre Sette Tavoli affiancherà una polpetta di mousse di mortadella con crema di pistacchio e cialda di Parmigiano ai vini di Anna Maria Abbona (Riesling 2017, Nebbiolo 2016 e Barolo 2015).

Il vino di Giovannini sarà protagonista alla Vineria alle Erbe con il Cabernet Sauvignon “Giocondo”, l’Albana “Gioja” e il Sangiovese “Oplà, e Banco del Vino ospiterà le etichette (Bianco Crestan e Bianco Rugoli) dell’Azienda Agricola Davide Spillare (le proposte delle singole enoteche e vinerie sono in continuo aggiornamento, per saperne di più consultare il sito Internet www.amo.bo.it).

Quanto costa una consumazione

Il costo di ogni singola consumazione è di 5 euro per un calice di vino con tapas abbinata. E’ bene ricordarsi di farsi timbrare ogni singola bevuta: la sesta è offerta dalla casa.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here