Il bio e buono da inizio dicembre anche a casa vostra semplicemente con un click. Dal primo del mese infatti è sbarcato a Bologna portaNatura.it, il servizio farm-to-fork che consegna a domicilio frutta, verdura e tanti altri prodotti selezionati da piccole aziende agricole della filiera biologica e biodinamica.

Parlano i fondatori

Tom Dean e Caterina Rossi Cairo, marito e moglie, hanno ideato portaNatura nel 2012. «L’impulso iniziale – raccontano Tom e Caterina – c’era già stato nel 2009, quando abbiamo convertito all’agricoltura biologica e biodinamica La Raia e Cascina del Melo, le nostre aziende agricole di famiglia in provincia di Alessandria. Da queste scelte è poi nato e cresciuto, in parallelo ai nostri quattro figli, il progetto di portaNatura: una rete virtuosa di contadini, allevatori e produttori che vende online direttamente al consumatore finale, senza lunghi stalli in magazzino e con meno sprechi».

Il bio a domicilio arriva a Bologna

Dopo Milano, Torino, Genova e Alessandria, anche a Bologna d’ora in poi si potranno ordinare online e ricevere sulla porta di casa diverse tipologie di box di prodotti biologici e biodinamici che racchiudono tutti i colori, i profumi, i sapori e la vitalità della campagna: tanta frutta e verdura di stagione a cui aggiungere tutto ciò che serve settimanalmente in cucina e per la casa, sempre 100% certificato bio.

Ora per arrivare al bio basta un click

È possibile abbonarsi, per la massima praticità, oppure fare ordini singoli. Con il primo è previsto un piccolo omaggio. portaNatura presta particolare attenzione alla sostenibilità: non solo di tutti i suoi prodotti, coltivati secondo disciplinari rigorosi senza utilizzare sostanze chimiche di sintesi, ma in ogni aspetto del servizio.

La cultura dello spreco zero

Le box, i cartoni delle uova e gli inserti termici si possono restituire e utilizzare più volte. Inoltre, nella sezione “Zero waste” del sito, è possibile scegliere tra più di 100 prodotti sfusi: uova, pasta, farina, cereali, legumi, semi, frutta secca e formaggi da acquistare come si faceva una volta, pagando il valore di ciò che si mangia, non la confezione.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here