andrianoCantina Andriano, la più piccola cooperativa vinicola dell’Alto Adige, sempre capace di distinguersi nelle degustazioni comparative, con il suo Pinot Nero Riserva Anrar 2017 si è recentemente classificata nelle prime posizioni tra gli 81 partecipanti provenienti da tutta Italia al “Concorso Nazionale del Pinot Nero 2020” e con questo prestigioso risultato, ha dimostrato ancora una volta il suo profondo know-how in materia di vini rossi.

I principali produttori di Pinot Nero dell’Alto Adige, del Trentino, del Friuli, della Lombardia, della Toscana, dell’Abruzzo e della Sicilia hanno schierato i loro migliori Pinot Nero.

I primi 10, che hanno ricevuto il punteggio più alto in una degustazione alla cieca da parte della giuria di esperti composta da 30 tecnici, sono stati premiati il mese scorso a Castel d’Enna a Montagna/Alto Adige.

Cantina Andriano si è classificata al terzo posto grazie al suo Pinot Nero Riserva Anrar 2017 con una media di 88,5 punti.

Christof Tiefenbrunner (Tenuta Tiefenbrunner Castel Turmhof) e il Presidente di Cantina Andriano Georg Eyrl.
Christof Tiefenbrunner (Tenuta Tiefenbrunner Castel Turmhof) e il Presidente di Cantina Andriano Georg Eyrl. Le due cantine hanno conquistato a pari merito il terzo posto

Per noi, conquistare il podio in questa competizione dedicata al Pinot Nero, probabilmente la più importante in Italia, è un grande onore. L’Alto Adige è all’avanguardia nella produzione italiana di Pinot Nero e offre le condizioni ottimali per la coltivazione di questo vitigno. Il microclima e i terreni che si trovano qui permettono alle uve di maturare perfettamente”, ha detto Rudi Kofler, enologo di Cantina Andriano; in generale, il Pinot Nero si sente particolarmente a suo agio dove prosperano anche i buoni vini bianchi. Luoghi climaticamente più freschi e ben ventilati posti tra i 500 e i 650 metri sopra il livello del mare, ideali per questa varietà e posizionati nella regione di coltivazione più settentrionale d’Italia. A Pinzano, vicino a Montagna, nella pianura altoatesina, patria della Riserva Anrar, il Pinot Nero trova proprio queste condizioni ideali”, L’enologo di Cantina Andriano descrive il 2017 come un’annata che ha prodotto vini eleganti: “la Riserva Anrar 2017 possiede una grande finezza, gli aromi tipici del Pinot Nero, di lamponi e frutti rossi, oltre a una acidità croccane. Al palato, il vino si presenta con tannini morbidi e a grana fine e corpo compatto”.

Ottimo compagno per un viaggio gastronomico

cantina-andrianoÈ proprio questa struttura complessa ma mai invadente, unita a un frutto molto presente, a rendere il Pinot Nero “Made in Alto Adige” così attraente per gli amanti del vino: “I vini sono molto versatili, hanno un’ottima bevibilità e godono quindi di una crescente popolarità sul mercato italiano.

Fondata nel 1893, Cantina Andriano è la cantina più antica dell’Alto Adige. Con una produzione di 500.000 bottiglie tra vino rosso e bianco è anche la più piccola cooperativa vinicola altoatesina. Il comparto del vino altoatesino è apprezzato a livello nazionale e internazionale soprattutto per la elevata qualità dei suoi vini rossi, sempre premiati con il massimo dei voti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here