L’arte di Artemisia Gentileschi, di Lavinia Fontana e di Elisabetta Sirani può dialogare con un piatto di tortellini in brodo? E le sublimi tele di Botticelli riescono ad incontrare il gusto di un piatto di tortelloni burro e oro? Ed un eroe delle tavole di Hayez si misura con una cotoletta alla bolognese?

L’arte insaporisce il cibo

La risposta è “Sì!”. Per scoprirlo i bolognesi e i tanti turisti che nelle prossime settimane si troveranno a girare sotto le Due Torri potranno partecipare ad una o più delle dieci serate di “A Cena con l’Arte” che si svolgeranno in altrettanti ristoranti di Bologna e dei comuni della Città Metropolitana.

A Cena con l’Arte: buona cucina e capolavori della pittura

Ideato da Max Martelli & Davide Arcangeli di Dozza Calling nel 2019, vincitore lo stesso anno del Premio Attività Innovative di Confesercenti, il format di questa nuova rassegna di incontro tra l’arte pittorica nei secoli e l’arte culinaria petroniana è incentrato sull’unione tra arte e buona tavola.

Si mangia allietati dalle spiegazioni del critico

Durante la cena il pubblico potrà godere di uno spettacolo in cui sono protagoniste le opere dei maggiori artisti della storia, narrate e interpretate per immagini in maniera semplice e avvincente da un professionista del settore, il critico d’arte Max Martelli.

Dopo il lockdown torna l’amore per il bello

In vista della ripresa economica, dopo i lunghi periodi di lockdown causati dalla pandemia da Covid-19, e della bella stagione, Confesercenti di Bologna ha scelto di puntare anche su questo progetto per contribuire al rilancio di molte attività commerciali nel settore ristorazione e turismo, avvicinando il pubblico ad una nuova forma di diffusione della cultura.

Dieci serate per dieci ristoranti

Dieci come detto gli appuntamenti della kermesse: si parte giovedì 21 aprile all’Osteria di Dozza con “Le Donne dell’Arte – Lavinia Fontana, Artemisia Gentileschi, Elisabetta Sirani – Tre protagoniste dell’arte al femminile tra Cinque e Seicento” (0542678200 – info@osteriadidozza.it), per poi proseguire il 28 aprile da Piano Piano dove la vista su Piazza Maggiore farà da sfondo a “Botticelli, la ricerca del sublime” (3456430183, 0510311513).

Un maggio denso di appuntamenti

La prima metà del mese di maggio vedrà la carovana spostarsi martedì 3 alla Trattoria dai Mugnai di Monteveglio con “Il Fumo nell’Arte – Fumatori e strumenti da fumo nelle opere pittoriche” (3477702479), giovedì 5 nelle patinate atmosfere nipponiche di UNA Sushi a San Giovanni in Persiceto per “La Luce nell’Arte – Spazio, Tempo, Materia nell’arte pittorica” (0510872925 – info@unasushi.it), domenica 8 al Ristorante Corbezzoli dell’Hotel Relais Bellaria, con una replica di “Botticelli, la ricerca del sublime” (0510562651 – info@corbezzoli.com), martedì 10 alla Cantina Bentivoglio per “Il Vino nell’Arte” (051265416 – jazz@cantinabentivoglio.it) e giovedì 12 alla Taverna San Pietro di Fontanelice con gli “Eroi del Romanticismo” – Friedrich, Turner, Hayez” (3884043367).

Il gran finale

Il gran finale prevede la replica a grande richiesta di tre interessantissime tematiche: “Il Fumo nell’Arte – Fumatori e strumenti da fumo nelle opere pittoriche” sarà al Ristorante A Balùs martedì 17 maggio (051237622 – ristoranteabalus@gmail.com), “Eroi del Romanticismo – Friedrich, Turner, Hayez” da L’Arcimboldo – RistorArte Bolognese giovedì 19 maggio (051248073) e infine “La Luce nell’Arte – Spazio, Tempo, Materia nell’arte pittorica” martedì 24 maggio da Camera con Vista (051224268 – reservations@cameraconvista.it).

La prenotazione è d’obbligo

La rassegna “A Cena con l’Arte” è promossa da Confesercenti Bologna e realizzata da CES.CONF.1 srl con il contributo della Camera di Commercio di Bologna e la collaborazione di Dozza Calling e DoppioQuarto srl. La prenotazione è obbligatoria ai recapiti telefonici o di posta elettronica forniti.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here