Cosa bolle in pentola oggi? Visto che l’inverno sembra proprio essere alle porte, abbiamo bisogno di piatti calorici, ma con un occhio alla linea e le Palle del Giorgione sono una gustosa proposta.

Vorrei proporre una ricetta dall’origine veneta ma che è stata replicata, nel tempo, un po’ in tutta Italia, soprattutto in vista delle festività natalizie.

Le Palle Del Giorgione, un nome, una garanzia di bontà

In onore al noto pittore veneto del 1400, Giorgione, all’anagrafe “Giorgio Barbatelli da Castelfranco” (1477, Castelfranco Veneto – 1519, Venezia), è considerato uno dei più importanti pittori del XV secolo e tra i padri fondatori della pittura veneziana.

Una specialità, un primo piatto goloso che ha come protagonista il carattere deciso del radicchio trevigiano unito alla delicatezza della ricotta. Gnocchi fatti a mano, dal volume leggermente più grande rispetto agli gnocchi tradizionali, proprio a ricordare la forma di una palla.

Una ricetta che è in linea anche con chi è vegetariano, ma senza rinunciare al gusto.

Questi gli ingredienti

  • 1 cipolla
  • olio
  • 1 cespo di radicchio di Treviso
  • sale
  • acqua di cottura
  • 100 gr di scamorza affumicata
  • 100 gr di ricotta
  • 50 gr di parmigiano
  • un tuorlo
  • 50 gr di farina
  • burro qb

Palle del Giorgione, la preparazione

Affettiamo la cipolla, facciamola rosolare, affettiamo il radicchio e facciamolo stufare, saliamo, aggiungiamo un po’ di acqua e copriamo il tegame.

A parte grattugiamo la scamorza; in una boule incorporiamo ricotta, parmigiano, un tuorlo, farina e radicchio e facciamo delle palle con le mani di circa tre o quattro cm di diametro.

A questo punto le mettiamo a bollire nell’acqua salata, imburriamo una pirofila e vi aggiungiamo gli gnocchi bolliti e scolati, completando con una bella grattugiata di scamorza.

Per finire facciamo gratinare in forno caldo a 170° per 10 minuti ed il vostro primo piatto è pronto per essere portato in tavola.

Le palle del Giorgione sono un piatto “comfort food”  che unisce il gusto alla semplicità. Pochi ingredienti per un grande risultato.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here