La ricotta si sa si presta a numerose preparazioni; è un formaggio leggero, magro e dal sapore delicato.

Nella ricetta che andremo a preparare, faremo l’abbinamento con il gusto altrettanto delicato delle zucchine che sarà arricchito da un buon grana, dal basilico e una generosa grattata di pepe. Accompagneremo i nostri gnocchetti con un sugo saporito di verdure che renderanno il piatto adatto a chi è vegetariano ma non solo.

Le chicche di ricotta e zucchine sono un primo piatto fresco e saporito, si preparano con pochissimi ingredienti i quali, ben combinati tra di loro, danno vita a palline morbide e delicate che si prestano a vari condimenti, sia ai più delicati per assaporare tutto il gusto dello gnocco, che a quelli più saporiti come salsicce o gamberetti.

Indicati per un pranzo in famiglia, questi gnocchetti di zucchine si possono arricchire con verdure saltate in padella per un ottimo primo piatto vegetariano, ma se preferite qualcosa di più rustico, le chicche di zucchine e speck possono fare per voi, altrettanto gustose.

Deliziosa e sicuramente più leggera alternativa ai classici gnocchi di patate, si realizzano mescolando una purea di zucchine con ricotta, poca farina ed un tuorlo. Il composto viene poi insaporito a piacere con grana e basilico o altre erbe aromatiche a piacere.

Ci serviranno: Ricotta vaccina 200g – Zucchine verdi  scure 150g – 1 tuorlo – Farina 00 100g – Grana grattugiato 2 cucchiai colmi – 4 foglie di basilico – Sale e pepe q.b.

Il procedimento

Lavate le zucchine, eliminate le estremità e tagliatele a pezzi grossi.

Portate a bollore abbondante acqua, salatela e fate lessare le zucchine per 20 minuti, o fino a quando risultano tenere. Scolatele in una ciotola e schiacciatele con una forchetta e mettetele a raffreddare in un colino e una volta fredde strizzatele bene per eliminare tutto il liquido in eccesso.

Trasferite la purea di zucchine in una ciotola ed unite la ricotta, anch’essa ben scolata e asciutta, amalgamate bene, quindi unite la farina setacciata e il grana e mescolate il tutto.

Unite il tuorlo ed il basilico tritato, regolate di sale e pepe e lavorate ancora con un cucchiaio.

Il composto deve risultare sodo ma un pò appiccicoso. Conservatelo in frigo per 30 minuti.

Con l’aiuto di due cucchiaini create gli gnocchetti o chicche e adagiateli su una teglia rivestita di carta forno ben distanziati gli uni dagli altri; fateli cuocere in acqua bollente salata fino a quando salgono a galla.

Scolateli e conditeli a piacere con pesto genovese e verdure tagliate a julienne saltate in padella.

Possiamo anche condire le chicche di ricotta e zucchine in altro modo.

Provate a condire le vostre chicche di ricotta e zucchine con un sugo di gamberetti per un primo a base di pesce oppure per un sapore più deciso con radicchio saltato in padella, salsiccia e salsa di taleggio.

Accompagniamo il nostro piatto con un buon bicchiere di vino bianco fermo come un trentino Nosiola Doc.

Pubblicità
CONDIVIDI
Articolo precedenteAlexa diventa sommelier per consigliare il Vino Perfetto in ogni occasione
Prossimo articoloAlimentare: Fa tappa a Palermo il progetto “Sapori d’Italia” di Ferrarini
Milanese doc, esperta in comunicazione e grande appassionata di cucina e pasticceria, dal mondo del marketing ha deciso di dedicarsi al mondo del food a 360° in tutte le sue declinazioni, creando “Le Ricette Di Isa” con il quale si è rimessa in discussione, occupandosi personalmente di tutte le preparazioni dedicate alla cucina in generale, dall'antipasto al dessert, per eventi privati ed aziendali di piccola e media entità, con servizi di catering dedicati e con un occhio particolare alla pasticceria che privilegia da sempre. Le piace definirsi “Un’artigiana del gusto”. Fa parte, inoltre, di un'Associazione di Servizi al Cittadino, con il ruolo specifico di "Cuoco a Domicilio". Curiosa e attenta ha partecipato a corsi di cucina e pasticceria presso le migliori scuole di cucina della città meneghina ed ama andare alla scoperta delle testimonianze e peculiarità di realtà artigianali del territorio, dall'agriturismo al ristorante, attraverso la voce dei titolari di grandi e micro-imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here