Un menù pensato per la tavola delle feste per il pranzo di Natale, con piatti robusti, saporiti che sanno di tradizione e di cose buone. Dall’antipasto al dolce, per allietare il palato e il ritrovarsi insieme a tavola a celebrare una delle ricorrenze più importanti dell’anno. I piatti e la tavola delle feste vi aspettano.  Per far sentire tutto il loro calore e il loro sapore. Quello del Natale.  Se volete saperne di più, continuate a leggere e scoprirete gustose proposte.

Antipasto di mare: frittelle di patate e gamberi

Le frittelle di patate e gamberi sono un antipasto veloce da realizzare e molto sfizioso.

Ingredienti

500g  Patate; 350 g  Gamberetti; 3 cucchiai  Farina; 1 uovo; Sale q.b.  Pangrattato q.b.; Olio di semi (per friggere)

Preparazione

Mettete le patate in acqua fredda ancora con la buccia e fatele cuocere fino a che risulteranno morbide. Schiacciate le patate con lo schiacciapatate quando sono ancora calde. Pulite i gamberetti, divideteli in due parti tagliando una metà a pezzetti e lasciando l’altra metà intera. Mettete in una ciotola le patate schiacciate, il sale, la farina, l’uovo intero e mescolate bene con le mani in modo da amalgamare tutto. Unite anche i gamberetti a pezzetti e uniformate il composto. Prendete un pochino di impasto di patate e gamberetti e mettetelo intorno ad ognuno dei gamberi che avete lasciato interi creando intorno una sorta di polpetta ma lasciando sempre la coda che esca. Passate la polpetta nel pangrattato e friggetela in abbondante olio bollente per qualche minuto.

Scolate le frittelle di patate e gamberetti su carta assorbente e servitele ben calde.

Alternativa

Se volete potete anche cuocere le frittelle patate e gamberetti in forno preriscaldato a 200° per 25 minuti.

Antipasto di terra: tartellette salate alle tre mousse

Per fare questi piccoli cestini di pasta brisèe salati molto sfiziosi, occorre un panetto di pasta brisèe già pronto, lo potete trovare nel banco frigo  dei migliori supermercati, per risparmiare tempo. Dovrete stenderlo con un mattarello infarinato, fino a formare un rettangolo dello spessore di 1cm.

Ne ricaverete con un coppapasta oppure con un bicchiere, dei piccoli cerchi di pasta che disporrete negli appositi stampini preformati. Una volta fatta questa operazione, date la forma alle vostre tartellette e bucherellate la superficie con i rebbi di una forchetta. Cuocete a forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare e nel frattempo preparate le tre mousse.

Serviranno per 14 tartellette:

250 g formaggio fresco spalmabile; 60g prosciutto cotto; 80 g tonno sott’olio; 6 capperi sottaceto; 3 cucchiaini di pesto alla genovese.

Dividete equamente il formaggio spalmabile e riponetelo in tre ciotole.

Nel mixer ponete il prosciutto cotto a dadini e tritatelo finemente. Toglietelo, tenete da parte e tritate anche il tonno con i capperi.

Ponete in una ciotola il prosciutto cotto e amalgamate per bene. Fate lo stesso con il tonno e con il pesto.

Trasferite le mousse in tre sac à poche con bocchetta rigata, e riempite le tartellette.

Decorate le tartellette salate a piacimento con delle erbe aromatiche o con ingredienti che richiamano il gusto delle mousse.

Conservazione

Per evitare che la pasta brisèe si inumidisca e perda la sua caratteristica friabilità, potete preparare precedentemente le tartellette cotte e farcirle al massimo un paio d’ore prima di servirle, conservandole comunque in frigo.

Primo piatto: i vincisgrassi – le lasagne senza besciamella della tradizione marchigiana

Questo gustoso primo piatto è una pasta al forno composta di vari strati, senza besciamella e condita con parmigiano grattugiato e uno speciale ragù fatto con salsiccia e diversi tipi di carni. Una specialità della tradizione marchigiana. La particolarità è che per il sugo vengono usate le frattaglie del pollo, unitamente alla carne di maiale, a quella di manzo e la pancetta.
Il procedimento è quello della composizione più classica delle lasagne, con un condimento davvero ricco e gustoso.

Ma vediamo come si prepara

Ingredienti per 6 persone: 250 gr di pasta all’uovo fresca per lasagne in fogli; 300 gr di polpa di manzo; 200 gr salsiccia suino ; 50 gr pancetta; 300 gr di fegatini di pollo o di vitello; 1 cipolla piccola; 1 carota; 200 gr di polpa di pomodoro; 100 ml di vino rosso; 100 ml di brodo vegetale o di carne; 300 gr di parmigiano reggiano; rosmarino qb; alloro qb; burro qb; sale qb; pepe qb.

La preparazione

Tritate finemente al coltello la polpa di manzo e i fegatini di pollo. Tritate la carota e la cipolla e soffriggetele con 3 cucchiai d’olio d’oliva. Salate e pepate leggermente. Aggiungete una foglia d’alloro e un rametto di rosmarino tritato. Fate soffriggere dolcemente il tutto per una decina di minuti.

Aggiungete a questo punto le carni tritate al coltello e rosolate bene. Bagnate con il vino, versate la polpa di pomodoro e incominciate la cottura del ragù. Se serve, unite poco alla volta il brodo in cottura che avrete preparato a parte d carne o vegetale a scelta.

Fate sobbollire il sugo per almeno 1 ora fino a quando le carni non si saranno intenerite. Fate asciugare bene il tutto.

Se utilizzate le lasagne secche oppure se le avete fatte voi con la sfoglia fresca, ricordatevi di sbollentarle 1 minuto prima di utilizzarle nel componimento dello sformato. Se utilizzate quelle fresche, presenti nel banco frigo del supermercato, la bollitura non è necessaria.

Accendete il forno a 180° C. Imburrate una teglia di medie dimensioni e versate qualche cucchiaio di ragù di carni sul fondo. Coprite con le lasagne e ripetete con uno strato di ragù. Spolverate con abbondante parmigiano e continuate fino a esaurimento degli ingredienti. Completate con parmigiano e qualche fiocchetto di burro. Infornate i vincisgrassi e cuocete per 40 minuti.

Secondo piatto: polpettone ripieno al forno con patate

Morbido e gustoso con un goloso ripieno di prosciutto cotto e formaggio filante, proprio una ricetta che vi consiglio di provare.  Occorre un pochino di tempo per prepararlo, ma questo potete farlo anche in anticipo, il giorno prima, e conservarlo in frigo, poi dovete solo procedere alla cottura in forno. Un contorno di patate lo renderà un piatto squisito da portare in tavola per il vostro Natale.

Ma vediamo come si prepara

Ingredienti per 6 persone: per il Polpettone: 600 g Carne di vitello (macinato); 1 Uovo; 150g mollica di pane; 40 g Parmigiano reggiano (grattugiato); 1 ciuffo Prezzemolo; q.b.Sale

Per il ripieno: 120 g Prosciutto cotto; 200 g Scamorza (o provola/caciotta a scelta)q.b.Pangrattato; q.b.Olio extravergine d’oliva
Spezzettate la mollica di pane. Mettete in una larga ciotola la carne macinata; aggiungete l’uovo, la mollica di pane strizzata, il parmigiano grattugiato, il prezzemolo tritato e una presa di sale. Ora mescolate per bene dapprima con una forchetta e poi con le mani per amalgamare bene il composto.

Allargate sul piano di lavoro un foglio rettangolare di carta forno. Oliatelo leggermente e spolverizzatelo con il pangrattato. Mettete il composto di carne sulla carta forno e schiacciatelo con le mani a formare un largo rettangolo.

Coprite con le fette di prosciutto cotto tutta la superficie e poi con la scamorza a fette sottili. Ora aiutandovi con la carta forno arrotolate delicatamente il rettangolo di carne dal lato più corto a formare un rotolo, comprimendo per bene e sigillando ai lati.

Oliate il polpettone e spolverizzatelo con il pangrattato. Richiudetelo  nella carta forno e adagiatelo in una pirofila. Aggiungete poco vino bianco. Fate cuocere il polpettone ripieno nel forno caldo a 200° per circa 40 minuti.

Contorno: patate a spicchi aromatizzate al forno

Le patate a spicchi sono forse tra i contorni più amati e versatili che mettiamo in tavola. Stanno bene un po’ con tutto e si possono aromatizzare con le spezie più varie, in base ai gusti.

Con qualche piccolo accorgimento che troverete nella ricetta, potrete preparare delle patate a spicchi perfette, croccanti fuori e morbide dentro!

Ingredienti per 6 persone: 750 g Patate; 4 cucchiai Olio di semi; 1 cucchiaino raso Aglio in polvere; 2 cucchiaini Curry (facoltativo) ; 1 cucchiaino Sale; 5-6 rametti Rosmarino

La preparazione

Per preparare le patate a spicchi aromatizzate, lavate accuratamente le patate, senza sbucciarle.

Tagliate a 6-8 spicchi ogni patata, a seconda della grandezza, e mettete tutti gli spicchi in una ciotola. Coprite con acqua fredda e due cubetti di ghiaccio e lasciate in ammollo per ca. 20 minuti. In questo modo le patate perderanno l’amido, così risulteranno più croccanti una volta cotte. Preriscaldate il forno a 200 gradi (ventilato).

Trascorsi i 20 minuti, togliete le patate dall’acqua e tamponatele molto bene con della carta da cucina per asciugarle. Rimettetele in una ciotola asciutta e mescolatele con l’olio di semi. Quindi aggiungete l’aglio in polvere (se piace), il curry ed il sale. Mescolate bene. Distribuite gli spicchi di patate su una teglia foderata con carta da forno, senza sovrapporle e con la parte della buccia appoggiata alla teglia possibilmente. Aggiungete qualche rametto di rosmarino ed infornate a 200 gradi per ca. 35-40 minuti.

Aumentate la temperatura a 220 gradi per gli ultimi 5 minuti, in modo da favorire una crosticina croccante all’esterno, mentre all’interno rimarranno morbide. Sfornate e servite le vostre patate a spicchi calde o tiepide come contorno al polpettone farcito.

Un vino rosso DOC Montepulciano D’Abruzzo è consigliato a tutto pasto, un sapore semplice ma allo stesso tempo intenso, dal sentore dei frutti di bosco e spezie, adatto a pietanze dal gusto e dalla consistenza corposi.

Il dessert: la zuppa inglese (con pan di spagna)

La  zuppa inglese con pan di spagna, una ricetta classica per un dolce al cucchiaio tutto italiano che si compone a strati alternati, per creare un bell’effetto cromatico, con altre preparazioni come un ottimo pan di spagna, imbevuto di alchermes che gli dona il classico colore rosso e strati di vellutata crema pasticciera alla vaniglia e di crema pasticciera al cacao.
Un dolce per le grandi occasioni che non può certo mancare sulle nostre tavole anche a Natale, perchè è facile da realizzare e se volete una preparazione ancora più veloce, potete fare la zuppa inglese con i savoiardi al posto del pan di spagna.

Ingredienti per 10 persone:

per un Pan di Spagna da 24 cm di diametro: 6 uova (a temperatura ambiente); 190 g farina 00; 190 g zucchero; 1 pizzico sale; 8 g lievito in polvere per dolci.

per la Crema Pasticciera alla vaniglia e al cacao: 1 l latte; 1 cucchiaio estratto di vaniglia (o essenza o mezza bacca di vaniglia); 6 uova; 4 cucchiai farina 00; 8 cucchiai zucchero; 3 cucchiai cacao amaro in polvere.

Per la bagna all’alchermes: 400 ml acqua; 2 cucchiai zucchero; 50 ml alchermes

Per preparare il Pan di Spagna, montare con le fruste elettriche, o nella planetaria, le uova con lo zucchero e l’estratto di vaniglia, fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Imburrare ed infarinare una teglia rettangolare 25×18. Alle uova montate, unire la farina setacciata insieme al lievito e al sale, poca alla volta, mescolando delicatamente con una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto. Versare l’impasto nella teglia, livellare la superficie e cuocere in forno statico già caldo, a 170°C per circa 30 minuti o fino a che uno stecchino, inserito al centro della torta, ne uscirà asciutto. Sfornare il pan di spagna, lasciarlo raffreddare completamente nella teglia.

Come preparare la crema pasticcera (vaniglia e cacao)

Per la preparazione della crema pasticciera alla vaniglia, mettere a bollire il latte con poca scorza di limone e la bacca di vaniglia. Quando  taglierete la buccia del limone, cercate di non incidere anche la parte bianca perchè renderà la crema amara.

In un’altra pentola montare bene le uova con lo zucchero con uno sbattitore e poi aggiungere la farina fino ad ottenere una crema omogenea e spumosa ma senza grumi.

Appena il latte bolle toglierlo dal fuoco, eliminare la bacca di vaniglia e la buccia del limone. Una volta che la crema sarà pronta, da ancora calda, dividetela a metà in due ciotole separate e in una metà unire il cacao amaro setacciato. Lasciare raffreddare le due creme con pellicola a contatto per non far formare la pellicina in superficie.

Come preparare la bagna all’alchermes

In un pentolino, versare l’acqua e lo zucchero, mettere sul fuoco e far bollire per 10 minuti, far raffreddare quindi unire l’alchermes e mettere da parte.

Come assemblare la Zuppa inglese con pan di Spagna

Tagliare il pan di spagna a fette di circa un cm di spessore, io ho ricavato tante fette per fare due strati di pan di spagna.

In una teglia rettangolare in pyrex, oppure potete usare la teglia che preferite anche in alluminio, disporre uno strato di fette di pan di spagna e bagnarle bene con metà della bagna all’alchermes. Mescolare energicamente le due creme per renderle lisce e vellutate. Versare la crema alla vaniglia sul pan di spagna e livellare la superficie. Formare un altro strato di pan di spagna, distribuire di nuovo bene la bagna sulla superficie e versare la crema al cacao  livellandola bene.

Una volta terminati gli strati, finire il vostro dolce con un’abbondante spolverata di cacao amaro e scagliette di cioccolato al latte. Chiudere la teglia con pellicola da cucina e mettere in frigorifero la zuppa inglese per 4 ore almeno, meglio sarebbe prepararla il giorno prima in modo da far amalgamare bene e intensificare tutti i sapori e le consistenze.

La zuppa inglese si conserva in frigorifero, chiusa con pellicola da cucina o in un contenitore ermetico, per 3 giorni al massimo.

Ad accompagnare questo dessert strutturato, è consigliato un Vino Bianco dal colore giallo paglierino, dal profumo intenso e persistente dal sapore secco, gradevole, sapido. Un Cinque Terre Doc.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here