La torta rustica alla laziale si prepara con pochi ma gustosi ingredienti che richiamano il gusto della “carbonara” ma con qualche variante.

Ideale per essere gustata anche fredda, da portare in tavola come piatto unico o come sfizioso aperitivo.

Può essere ritenuta un classico della cucina rustica: realizzata con un involucro di pasta sfoglia, farcita con ingredienti golosi e saporiti.

Tra questi troviamo un formaggio tipo caciottina stagionata, il guanciale, i fiori di zucca e le zucchine.

Una perfetta delizia da inserire fra i vostri piatti veloci estivi.

Vediamo come prepararla

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia rotonda rustica oppure 1 panetto da stendere; 150g caciottina stagionata – 2 uova – 200g zucchine – 60g guanciale in un’unica fetta – sale e pepe.

Per la finitura: 5 fettine di caciottina – 5 fiori di zucca.

Preparazione

Per realizzare la torta rustica alla laziale, per prima cosa ponete la caciottina in freezer. Poi prendete il guanciale, tagliatelo a cubetti e fatelo rosolare in una padella antiaderente finché i cubetti non risulteranno ben dorati. A questo punto scolate il guanciale dal grasso in eccesso e mettetelo da parte.

Ora lavate le zucchine, asciugatele, tagliatele a rondelle, quindi fatele bollire per un paio di minuti in acqua salata, lasciandole al dente, dopodiché scolatele per bene. Passatele in poco olio in padella per insaporire con un pizzico di sale.

Adesso mettete il guanciale in una terrina capiente insieme alle uova e mescolate il tutto delicatamente di modo che i due ingredienti si amalgamino alla perfezione. Togliete dal freezer la caciottina e grattugiatela in una ciotola con una grattugia a fori larghi, unitela al composto di uova e guanciale e insaporite il tutto con poco sale e una macinata di pepe. Il ripieno della vostra torta rustica è ormai pronto.

A questo punto prendete la pasta sfoglia e stendetela su una tortiera (precedentemente unta con l’olio e cosparsa di pane grattugiato o rivestita di carta forno). Bucherellatela con i rebbi di una forchetta.

Distribuite sul fondo della pasta sfoglia le zucchine tenute da parte. Completate l’operazione versando sopra le zucchine il composto di uova, guanciale e formaggio. Versate il composto di modo che ricopra per bene tutte le zucchine e poi livellate alla perfezione la superficie.

Sopra la torta disponete i fiori di zucca preventivamente lavati, tamponati e privati del pistillo centrale. Alternateli con le fette di caciottina.

Infornate la vostra torta rustica alla laziale in forno preriscaldato a 190° per 25 minuti circa. Trascorso questo tempo la vostra torta salata sarà pronta da sfornare e portare in tavola.

Questo rustico può essere preparato con un impasto di base di volta in volta diverso, permettendo a chi lo crea di lasciarsi andare con la fantasia per combinare ingredienti in modo sempre originale.
Se preferite, al posto della sfoglia, potete utilizzare sia la pasta brisée che la pasta frolla salata (da impastare a mano direttamente), la prima avrà una consistenza più soffice e sottile, la seconda risulterà al palato incredibilmente fragrante.

Insomma un piatto che si può declinare secondo il gusto personale, ma sempre di sicuro successo.

Abbiniamo in accompagnamento un vino bianco fermo leggero come uno Chardonney.

Pubblicità
CONDIVIDI
Articolo precedenteVacanze 2022: il 70% degli italiani prevede di andare più spesso al ristorante
Prossimo articolo“La Mangialonga” di La Morra: cammini, mangi, bevi tra i grappoli
Milanese doc, esperta in comunicazione e grande appassionata di cucina e pasticceria, dal mondo del marketing ha deciso di dedicarsi al mondo del food a 360° in tutte le sue declinazioni, creando “Le Ricette Di Isa” con il quale si è rimessa in discussione, occupandosi personalmente di tutte le preparazioni dedicate alla cucina in generale, dall'antipasto al dessert, per eventi privati ed aziendali di piccola e media entità, con servizi di catering dedicati e con un occhio particolare alla pasticceria che privilegia da sempre. Le piace definirsi “Un’artigiana del gusto”. Fa parte, inoltre, di un'Associazione di Servizi al Cittadino, con il ruolo specifico di "Cuoco a Domicilio". Curiosa e attenta ha partecipato a corsi di cucina e pasticceria presso le migliori scuole di cucina della città meneghina ed ama andare alla scoperta delle testimonianze e peculiarità di realtà artigianali del territorio, dall'agriturismo al ristorante, attraverso la voce dei titolari di grandi e micro-imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here