Mens-A: a Ravenna, una giornata dedicata a “Persona e personalità umana”.
L’evento ravennate si colloca all’interno di un percorso articolato che si svilupperà in varie città dell’Emilia Romagna.

Nella ricorrenza dei 700 anni della scomparsa del grande poeta Dante Alighieri, Mens-A, infatti, ha pensato di riflettere sui valori dell’Umanesimo rinascimentale concentrandosi sul Nuovo Umanesimo.

All’evento parteciperanno:

Umberto Curi, filosofo, che tratterà il tema: Homo sum, Alle radici dell’Umanesimo
Giulio Ferroni, critico letterario e saggista, che disserterà su; Bellezza nell’Italia di Dante.
Massimo Montanari, Medievista e storico del cibo, che ci inviterà a “Pranzare con Dante”

Maurizio Tarantino, Direttore Istituzione Bibliioteca Classense e Museo d’Arte di Ravenna introdurrà e moderà l’incontrò che si terrà presso la:
Biblioteca Classense, Sala Dantesca, via A. Baccarini 3 alle ore 17.10 del 26 settembre.

Per lnfo relative all’evento ravennate: balsamobeatrice@gmail.com
Prenotazione obbligatoria (ore 14-16) al 331 3946948

Mens-A-Amate-la-giutizia-voi-che-siete-giudici-della-Terra.
Mens-A-Amate-la-giutizia-voi-che-siete-giudici-della-Terra.

Mens-A: Antico e Nuovo Umanesimo in Emilia Romagna

Nell’Umanesimo rinascimentale l’autonomia della ragione viene affermata e riconosciuta come capacità dell’uomo di progettare e rispondere della propria esistenza singola e associata nella natura e nella storia.

Così in Dante l’idea del rinnovamento e della prospettiva si estende e si approfondisce, e diviene rinnovamento di tutto il mondo che gli è proprio, della religione, dell’arte, della chiesa e dello stato.

Il viaggio ultramondano di Dante è il viaggio di un uomo vivo e razionale che deve ritornare tra i vivi e rendere manifesta la sua visione.

Dalla partecipazione ad essa di tutti gli uomini di buona volontà che potranno, attraverso la sua poetica, rifare con lui il suo viaggio e rinnovarsi, Dante si attende la rinascita del mondo a lui contemporaneo, cioè un ritorno ai princìpi.

Oggi è necessario allungare gli orizzonti della responsabilità, della cura, del bene comune e della pace. La vita buona non è un evento solitario. Ecco quindi che “l’Umanesimo che rinnova’’ può essere uno stimolo potente per le articolazioni profonde di scienza, saggezza, fragilità e libertà, pubblico e privato.

Per il futuro dell’uomo si chiede responsabilità, giustizia, concordia, bellezza.

Considerato ciò per ogni città di MENS-A si è pensata una espressione-parola specifica con riferimento all’intreccio tra Umanesimo e Nuovo Umanesimo:

Bologna: Visione e chiarezza (chiarità) – 17/18 settembre 2021
Parma: Bellezza nelle arti, nelle discipline, nella ricerca – 23 settembre 2021
Ravenna: Persona e personalità umana – 26 settembre 2021
Reggio Emilia: Decisione e responsabilità – 7 ottobre 2021
Ferrara: Filia temporis – “verità e storia” – 8 ottobre 2021
Vignola: Rinascita – 9 ottobre 2021
Modena: Amate la giustizia – ritornare ai princìpi – 12/13 ottobre 2021

Gli incontri, su prenotazione, sono aperti al pubblico e gratuiti.
Tutte le informazioni saranno disponibili sul sito www.mens-a.it
Per info APUN (APS) balsamobeatrice@gmail.com – 339 5991149

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here