Nel fine settimana Sant’Angelo in Vado diventa Domus RomanaLibagioni luculliane, assalti e ritirate, accampamenti, suppellettili e scene di vita di epoca romana sono il menù dell’evento previsto nel fine settimana a Sant’Angelo in Vado, l’antica Tiphernum Metaurense dell’alta Valle del Metauro, dove si ripropone “Domus Romana, una storia d’amore tra mito e realtà”.

L’articolata proposta, che rientra tra le tappe del Grand Tour delle Marche organizzato da Tipicità e ANCI Marche, prevede accampamenti romani e simulazioni di battaglia con i Greci, aperitivi in villa e piatti dell’antica Roma.

Nel fine settimana Sant’Angelo in Vado diventa Domus RomanaLa rinomata città del tartufo, il pregiato fungo ipogeo al quale è stato dedicato addirittura un monumento che campeggia all’ingresso del centro storico di Sant’Angelo in Vado, si prepara ad ospitare una manifestazione unica nel suo genere e figlia del ritrovamento archeologico di una villa romana, pregevole manufatto che ostenta preziosi mosaici e che, grazie ad un eccellente stato di conservazione della pianta principale dell’edificio, mostra com’era la vita in epoca romana.

Sant’Angelo in Vado, aperitivi in villa

Nel fine settimana Sant’Angelo in Vado diventa Domus RomanaSuggestiva anteprima il venerdì sera, con un “aperitivo in villa” e la visita notturna alla “Domus del Mito”, nome derivante da una coinvolgente storia che si narra essere avvenuta proprio in questa terra benedetta dagli Dei.

Sembra infatti che la “Domus Aurea” sia stata voluta dagli Dei e sia sorta, nel corso di una sola notte, per sublimare l’amore travagliato di due giovani follemente innamorati, ma osteggiati dalla famiglia di lui in quanto di diverso lignaggio. Narra il mito che gli Dei, colpiti dalla struggente vicenda, nel corso di una sola notte eressero una dimora per i due giovani.

Nel fine settimana Sant’Angelo in Vado diventa Domus RomanaNella vasta spianata che circonda il paese ed anche la villa, verranno installati gli accampamenti dove sabato e la mattina di domenica, si svolgeranno riti, didattiche militari e simulazioni di battaglie, nelle quali i Romani della Colonia Iulia Fanestris affronteranno i Greci di Simmachia Ellenon, con i quali si potrà approfondire l’arte del tiro con l’arco e gli sport dell’antica Grecia.

In programma anche pillole di didattica civile delle “polis”, nonché la corsa delle bighette ed al calar della sera, convivio con i piatti tipici dell’antica Roma nella cena “con Bacco ed Apollo”.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here