Quattrocentocinquanta panettoni per circa 4 quintali di dolce impasto: l’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano celebra “La Notte” più dolce dell’anno sotto il cielo di Palazzo della Pilotta, nel centro storico di Parma, e guarda al futuro con la costituzione del premio “I Nuovi Talenti del Lievito Madre”organizzato in collaborazione con ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana.

Il 25 luglio 2022 la Notte dei Maestri del Lievito Madre è attesa nel centro di Parma e rappresenta uno fra i più importanti e attesi appuntamenti del settore riservato a lievitisti, pasticceri, panificatori e pizzaioli italiani. L’ingresso, al costo di 5,00 € permetterà di accedere agli spazi e degustare i lievitati in esposizione. Il ricavato sarà poi devoluto a Emporio Solidale Parma, che si occupa di aiutare e sostenere persone e famiglie in difficoltà.

Le novità estive

I Maestri lievitisti dell’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano daranno la possibilità di degustare i loro prodotti e far conoscere le novità estive, dimostrando che i lievitati, anche i più classici, si possono gustare tutto l’anno. 

«La sinergia tra Alma – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana e l’Accademia dei Maestri del Lievito Madre e del Panettone Italiano, rappresenta per la città di Parma l’ennesimo successo collaborativo che questo territorio sa offrire – spiega il Vicesindaco e Assessore al Turismo del Comune di Parma Lorenzo Lavagetto -. La Notte dei Maestri del Lievito Madre è una manifestazione consolidata che ospita i grandi talenti dei Maestri della pasticceria ed è in grado di attrarre operatori del settore, curiosi e turisti da tutta Italia che potranno conoscere la nostra città. Il ricavato sarà devoluto a Emporio Solidale Parma, in questo modo sosterremo anche persone e famiglie in difficoltà».

Sostenere i giovani

«I Maestri portano nel mondo la cultura dei lievitati e della nostra Città Creativa per la Gastronomia Unesco. Ospitare questo evento nel cuore di Parma darà ancora una volta la possibilità a tantissime persone del settore e non di conoscere le nostre eccellenze.

L’evento promuove il consumo dei lievitati tutto l’anno, destagionalizzando un prodotto troppo spesso associato all’immaginario delle festività natalizie.

Sarà un’intera notte dedicata ai prodotti lievitati artigianali realizzati dai migliori Maestri in un contesto unico come quello di Palazzo della Pilotta. Il Comune di Parma sostiene i giovani e il premio, dedicato ai nuovi talenti del settore scelti da Alma, è un ulteriore passo di crescita nella valorizzazione della cultura gastronomica di cui il settore ha bisogno.

Nelle passate edizioni, Parma e i parmigiani, hanno partecipato all’evento con grande entusiasmo e curiosità. Ringrazio l’ideatore il pasticcere Claudio Gatti di Pasticceria Tabiano a Tabiano Terme, Presidente dell’Accademia e famoso proprio per i segreti del suo lievito madre, con cui produce la Focaccia di Tabiano. Un plauso ad Alma La Scuola Internazionale di Cucina Italiana e a quanti del settore sono impegnati a valorizzare questi prodotti». ha dichiarato l’Assessore a Parma City of Gastronomy Marco Bosi.

«La Notte dei Maestri del Lievito Madre – ha spiegato lo chef Matteo Berti Direttore didattico di ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana- rappresenta per noi un appuntamento importante sul panorama dolciario con i grandi lievitisti italiani ed i loro prodotti. ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana è presente fin dalla prima edizione di questa manifestazione, un’occasione didattica a cui far partecipare gli allievi: un confronto diretto sul campo per i nostri pasticceri che si stanno formando.

Collaborare al fianco dei prestigiosi maestri che prendono parte all’iniziativa è motivo di arricchimento non solo esperienziale, ma anche culturale. A rendere ancor più speciale quest’edizione è la proclamazione de I Nuovi Talenti del Lievito Madre, giovani professionisti nell’età, ma non in tecnica e professionalità. L’istituzione di una nuova categoria come questa rafforza ancora di più il valore della nostra Scuola come hub gastronomico e d’ospitalità dove Maestri e allievi si incontrano in un sinergico scambio di conoscenze».

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here