Grandi novità ad alta quota con il sogno a lungo coltivato e che ha preso vita a 2027 metri da terra, di Gianluca Schicchi, Giorgio Tammaro e Fabio Di Vilio

 

Ovindoli è un paese di 1500 abitanti in provincia dell’Aquila, placidamente disteso nel Parco Regionale e Naturale del Sirente – Velino.

Nei dintorni si trovano Sirente, i Piani di Pezza ed i monti  Faito, Tino (noto come Serra di Celano) e Magnola. Quest’ultimo è la splendida location di “Ovindoli Sottosopra”, un ambizioso progetto che sta stravolgendo le abitudini ad alta quota.

Il progetto di Ovindoli Sottosopra

L’idea è di Gianluca Schicchi (che da 15 anni si impegna per valorizzare il territorio di Ovindoli e del Parco Sirente – Velino), Giorgio Tammaro (uno dei soci del Piper Club, locale storico e iconico della capitale) e Fabio Di Vilio, chef de La Scialuppa da Salvatore a Fregene.

Il Sottosopra come già accennato nasce per stravolgere lo splendido territorio del  Monte Magnola e  portare fino nella vetta più alta divertimento, musica, buon cibo, eventi e tante attività.

E’ nato così il Rifugio 2027, uno chalet a 2027 metri di quota posta nella vicinanze degli impianti di risalita. Una struttura in legno che accoglie fino a 160 coperti per una proposta food  tradizionale abruzzese ma fruibile in versione smart: polenta, zuppe, panini, primi piati, arrosticini e salsicce alla griglia, salumi e formaggi locali con confetture salate home made, di cipolle o peperoni. Tutto è preparato al momento con materie prime di altissima qualità.

Rifugio 2027 aperto dalle 8,30 alle 16,30

La giornata però è scandita dal sole, si parte alle 8,30 e si prosegue fino alle 16,30, orario di chiusura degli impianti.

Un vero e proprio “luogo del gusto” in alta quota dove fare colazione con strudel, torte di mele, crostate, biscotti e cornetti, ciambelline e bevande calde, pranzare, ma soprattutto far festa con Aperitivi All day long con tapas locali (pancetta arrotolata, lardo, salami, salsicce di pecora, lonze) dalle 9,30 alle 16,30, nel weekend, e dall’ora di pranzo fino a chiusura in settimana.

Partner del progetto è Bernabei, la cantina di Roma per eccellenza dal 1933, che garantisce un’ampia selezione premium per gli alcolici, vari tipi di gin, rum e vini naturali locali. Uno spazio ideale per rigenerarsi ma anche per divertire i tanti sciatori che si avventurano sulle piste. Un vero e proprio concetto di life style che il Progetto Ovindoli Sottosopra sta portando anche tra le montagne vicino Roma.

Daino Risto Club locale storico di Ovindoli

Scendendo ai piedi degli impianti si arriva al Daino Risto Club, un locale storico che si trova a Ovindoli in via  Del Ceraso 152.

Il gruppo promotore di Ovindoli Sottosopra lo ha rinnovato negli arredi con il legno a farla da padrone fino al bancone del bar. Il risultato è un’atmosfera calda e accogliente per i suoi 90 coperti. La cucina è guidata dallo chef Fabio Di Vilio che, da Fregene, è arrivato in montagna insieme alla sua squadra.

Una nuova sfida in cui la passione e la tecnica trovano nuovi spunti e sfociano in piatti veraci, da osteria  tra cui taglieri di montagna, supplì al telefono, trippa alla romana, pappardelle ai 4 ragù, zuppa fagioli e salsiccia, arrosticini di pecora o fegato, abbacchio, cheeseburger di cervo. Quindi tanto Abruzzo ma anche qualche rimando a Roma.

Massima è l’attenzione per i clienti con servizi cuciti su misura per un comfort totale e un’esperienza indimenticabile con skipass e scuola di sci a prezzi agevolati oltre ai servizi navetta per raggiungere le piste. Durante i weekend e i festivi, inoltre, l’asilo nido  “La giungla dei cuccioli” intratterrà i più piccoli, tra visite in fattoria e gite a cavallo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here