Nel periodo pasquale, a Villa Santa Maria, in provincia di Pescara, ma un po’ ovunque nel territorio abruzzese, nelle case spuntano Li Cellucci.

Prodotti tipici locali: Li Cellucci di Villa Santa Maria LI Cellucci, che devono il loro nome alla loro forma di uccellini, vengono solitamente realizzati con la marmellata d’uva, ma anche con quella di altri gusti; ciliegia, albicocca o anche cioccolata.

Sono dolcetti caratteristici di Villa Santa Maria, riconosciuto come la Patria dei Cuochi, e questa parte del territorio, la cui ricetta si tramanda da madre a figlia secondo la tradizione, preparati spesso in occasione della Festa di Sant’Antonio Abate e della Pasqua, accostandoli alla classica colomba.

Li Cellucci, la preparazione

La loro preparazione prevede che in una ciotola ampia, vengano sbattute con la frusta metallica le uova insieme allo zucchero e all’olio e in un’altra ciotola, il latte con il lievito.

Quest’ultimo composto va unito al primo cui poi si aggiunge poco alla volta la farina sempre lavorando con la frusta, fino ad ottenere un impasto morbido.

Prodotti tipici locali: Li Cellucci di Villa Santa Maria Per il ripieno con cui verranno farciti Li Cellucci serve un vasetto di marmellata di uva molto solida, pezzetti di noci, un cucchiaino di cacao, un cucchiaino di caffè liofilizzato, un bicchierino di liquore dolce, buccia di arancia grattugiata e biscotti secchi triturati, ma la ricetta è molto personale e varia da un posto all’altro e da chi li prepara, sia un fornaio, un pasticcere, o una massaia.

Usando il matterello, si prepara una sfoglia con la quale si fanno Li Cellucci, usando un apposito stampino di metallo a forma di un uccelletto, che vengono farciti con la mostarda d’uva e ricoperti con un altro ritaglio di pasta saldando i bordi.

Alcune ricette prevedono che si usi solamente una sfoglia di pasta per ogni Celluccio, che una volta farcito verrà arrotolato chiudendo le due estremità schiacciandole e ripiegandolo a forma di esse.

Vanno infine disposti su una teglia imburrata e passati in forno a 200° finché non risultano dorati; prima di servirli è necessario che diventino ben freddi e vengano spolverati di zucchero a velo.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here