Quella di quest’anno sarà l’edizione n° 110 per la Sagra del Bitto, che si svolgerà sabato 14 e domenica 15 ottobre a Morbegno, la seconda città della Valtellina.

Tutto pronto a Morbegno per la tradizionale Sagra del Bitto Nel suo piccolo centro storico, tra viuzze antiche e nobili palazzi, si snodano i percorsi golosi, tra degustazioni, street-food, show cooking, lavorazioni in diretta, mercatini, spettacoli e concerti, oltre a tanti eventi, laboratori didattici per i più piccoli, pranzi e cene a “km zero” e aree green.

Gli organizzatori si aspettano un’altra edizione da record, con un’affluenza inverosimile, superiore anche alle scorse edizioni, quando le persone si sono affollate attorno agli stand allestiti nel centro storico del paese, per lo più provenienti da fuori provincia, spesso disposti a fare lunghe code sia in auto sulla statale 38 che poi ai chioschi degli “street food” per assistere alle ricette cucinate in diretta dai cuochi locali.

Sagra del Bitto; ogni anno più grande

Tutto pronto a Morbegno per la tradizionale Sagra del Bitto Tante le persone che verranno anche per visitare la casera dei formaggi e si cimenteranno nell’arte casearia, prima di cominciare ad aggirarsi per il paese alla ricerca di occasioni ghiotte per degustare e acquistare il più noto tra i formaggi della Valtellina, ma anche gli altri prodotti tipici del territorio, dal Casera alle bresaole, dai violini di capra al miele, dai funghi alle mele e dai mirtilli ai corposi vini della valle.

Tutto pronto a Morbegno per la tradizionale Sagra del Bitto Dopo l’inaugurazione ufficiale della manifestazione sabato mattina e l’apertura degli stand gastronomici, comincerà anche il percorso di assaggio del formaggio guidato da un esperto del Consorzio di Tutela Valtellina Casera e Bitto aperto a tutti.

Nel pomeriggio altre degustazioni guidate a tutti i prodotti gastronomici valtellinesi, a cura del Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina.

Altra iniziativa dentro l’importante evento sarà una degustazione unica nel suo genere: formaggi, birra e vino a bordo di uno storico bus inglese.

Sagra del Bitto; occasione di turismo culturale

Sarà interessante una visita a Casa Mariani, recentemente restaurata, che riunisce l’originaria casa Mariani con l’attigua casa Buzzetti, che ospita una antica stüa in legno utilizzata sin dal 1500 dagli esponenti della famiglia, storici notai della città di Morbegno.

Così come Palazzo Folcher che offre la più bella e scenografica facciata settecentesca di un edificio della provincia inserito in un contesto urbano, oltre alla quattrocentesca chiesa e convento di S. Antonio.

Tutto pronto a Morbegno per la tradizionale Sagra del Bitto Sarà anche possibie conoscere il grano saraceno e la ricetta tradizionale del pizzocchero, grazie all’Accademia del Pizzocchero di Teglio.

La visita al Museo del Miele e un assaggio delle erbe e piante officinali di montagna potranno fare da preludio all’esibizione dello chef Andrea Mainardi il quale, direttamente da “La prova del cuoco”, sarà ai fornelli per proporre piatti sorprendenti.

In serata, oltre alla premiazione del Concorso, avrà luogo l’esibizione della band “Glass Harp”, non musicisti qualsiasi, in quanto non suonano tasti, corde o archi bensì… bicchieri; suonano infatti il “cristallofono”, un antico strumento musicale formato da più bicchieri di cristallo con una cassa lignea di risonanza.

La domenica non sarà meno impegnativa, con la riproposizione della maggior parte delle iniziative del giorno prima cui si aggiunge la novità della “musica dai balconi”.

Infatti, nella storica Garibaldi fino alla Piazza 3 Novembre, passando per la caratteristica Piazza Tre Fontane si potranno ammirare balconcini settecenteschi animati da musicisti che proporranno arie che vanno dalla musica classica alla musica contemporanea.

Pubblicità

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here