Quindici giorni di arte, antiquariato, restauro, enogastronomia a PollenzaNuova tappa del Grand Tour delle Marche, questa volta a Pollenza, bellissimo borgo dell’entroterra maceratese, dove da sabato 7 a domenica 22 luglio si svolge l’esposizione di antiquariato artigianato, restauro artistico, una festa dell’art-making” in tutte le sue molteplici espressioni.

Con l’Esposizione di Antiquariato Artigianato, Restauro Artistico, Pollenza diviene la città della creatività manuale, dove ad essere protagonista è il fare declinato in tanti verbi: dipingere, costruire, restaurare, cucinare.

Pollenza, l’arte di fare arte

Quindici giorni di arte, antiquariato, restauro, enogastronomia a Pollenza“L’arte di fare arte” è lo slogan che racchiude l’identità di Pollenza; ingegnarsi nel fare le “cose”, con operosità e passione. Un’arte, appunto, legno in primis, ma anche argilla, metalli nobili, plastica, vetro e pane, rappresentano la materia che le mani trasformano in arte.

Per sedici giorni a Pollenza si susseguono le esperienze “live”, le botteghe artigiane da visitare e da vivere, le mostre e le esposizioni.

Quindici giorni di arte, antiquariato, restauro, enogastronomia a Pollenza

Nel programma del Grand Tour delle Marche, l’interessante format di promozione turistica del territorio marchigiano ideato da Tipicità in collaborazione con ANCI Marche, anche “Un viaggio del Novecento”, expo pittorica che accoglie opere del secolo scorso realizzate, tra creatività del tratto e suggestioni del colore, da grandissimi interpreti del novecento: Carrà, Manzù, Guttuso, tra gli altri.

Tante le performance musicali, di tutti i generi, per ciascuna delle serate del Festival, con la possibilità di assaggiare il “menù del restauratore” nei locali aderenti e di gustare le proposte di cucina tradizionale locale nello “Spazio degustazioni” allestito in Piaggia Sant’Agostino del suggestivo borgo dell’entroterra maceratese.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here