Riconoscimenti di qualità per i vini della cantina La MontinaArrivano conferme per i Franciacorta de La Montina, premiati in alcuni tra i più importanti concorsi di degustazione mondiali con medaglie d’oro, d’argento e di bronzo.

L’attesa dei risultati come sempre succede è stata abbastanza stressante, nonostante la profonda convinzione di aver dato il massimo e di aver spedito ai panel di degustatori solo la migliore espressione del prodotto Franciacorta, che si è lasciato riposare per lungo tempo in cantina.

Riconoscimenti di qualità per i vini della cantina La MontinaGiugno e luglio i mesi dei responsi: medaglia d’argento e bronzo rispettivamente per Franciacorta Extra Brut e Rosè Millesimato Extra Brut 2010 a Decanter 2018; argento al concorso IWSC per Franciacorta Extra Brut e Satèn.

In ultimo, non certo per importanza, le medaglie a CSWWC, argento a Franciacorta Brut e podio più alto, medaglia d’oro per Franciacorta Satèn; una serie di risultati entusiasmanti.

La Montina; Franciacorta d’elite

Non siamo stupiti dai feedback di queste degustazioni, ma ne siamo estremamente orgogliosi – ha commentato Michele Bozza, Marketing & export manager dell’azienda – Sappiamo di fare del nostro meglio in vigneto e in cantina, lavorando sempre nel rispetto delle regole e della nostra tradizione, ma fare vino è un’arte e ci sono davvero innumerevoli fattori che si devono concatenare perfettamente affinché tutto funzioni. Quando è così, i risultati sono eccezionali e i riconoscimenti di addetti ai lavori e clienti arrivano.

Riconoscimenti di qualità per i vini della cantina La MontinaI responsi delle degustazioni 2018 mostrano un miglioramento nel trend qualitativo del prodotto, con un incremento di medaglie di valore. Soprattutto gli argenti al Franciacorta Extra Brut e la medaglia d’oro al Satèn, tornato ad aprile sul mercato dopo qualche mese di out of stock.

I concorsi a cui La Montina ha scelto di partecipare sono tutti di respiro internazionale, come lo è ormai l’ottica della cantina, che esporta nel mondo quote sempre crescenti di prodotto.

Non possiamo limitare il confronto con il solo pubblico domestico, il mercato è vasto e c’è ancora tanto da fare ovunque, soprattutto all’estero, dove il Franciacorta è ancora poco conosciuto” – ha detto ancora Bozza – augurandosi che altri interessanti giudizi possano arrivare nell’arco dell’anno, in particolare dalle guide di settore.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here