Isabella LigiCosa ci può essere di meglio di un piatto dal sapore “robusto” per anticipare le feste natalizie? Siamo abituati a lasagne e tortellini ma un buon risotto saporito e gustoso, rappresenta degnamente la nostra tavola in questa occasione di festa.

Risotto salsiccia, funghi e robiola

Ideale per tutti i palati, da quello più rustico a quello più raffinato.

Io ho usato i porcini, dal gusto più deciso, ma si possono utilizzare anche champignon o chiodini oppure altri tipi di funghi.

Il  riso per il risotto

Il riso che noi siamo abituati ad utilizzare per le preparazioni più disparate, dai primi piatti oppure anche al forno con patate e cozze, fino ad arrivare ai secondi, come gli arancini o le polpette di riso e verdure, ha una sua storia ed è lunga quanto il mondo.

Su questo cereale che ha informato di sé non soltanto sull’aspetto  alimentare della civiltà ma anche quello religioso, filosofico e culturale, di tradizioni e notizie se ne sono sono tante.

E’ il cereale più consumato al mondo dopo il grano; il consumo di riso apporta circa il 50% delle calorie necessarie all’organismo umano. Ve ne sono ben 8mila varietà, raggruppate in base alla lunghezza del chicco. Ma ora, dopo un po’ di storia, passiamo ad allacciare i grembiuli e torniamo in cucina.

Vediamo come si prepara il piatto.

Ingredienti

30 g funghi porcini secchi

un quarto di cipolla

15 g olio extravergine di oliva

130 g salsiccia di suino al naturale

q.b. sale grosso

850 g acqua

1 e mezzo di dado vegetale oppure carota, patata, sedano cipolla per un brodo vegetale fresco

350 g riso Carnaroli

150 g Robiola

un bicchiere di vino bianco per sfumare

burro q.b.

Parmigiano Reggiano q.b.

prezzemolo se piace   q.b

La preparazione

Risotto sfumato al vino bianco

Prima di tutto si fa il brodo con le verdure, sedano, carota, patata e cipolla. Altrimenti, se non avete tempo, potrete utilizzare un dado vegetale o un misurino di brodo granulare.

Fate rinvenire i funghi secchi in un recipiente di acqua tiepida e poi sciacquateli bene sotto l’acqua corrente, per eliminare eventuali tracce di terrosità.

 

Funghi porcini per il risotto

In una padella antiaderente mettete un po’ di cipolla tagliata finemente e fate soffriggere leggermente nell’olio caldo unendo anche la salsiccia sgranata a piccoli pezzetti.

Aggiungete il riso e fatelo tostare bene sfumando con il vino bianco. Lasciate evaporare ed incominciate la cottura unendo a poco a poco il brodo caldo.

 

La cottura del riso per un risotto perfetto

Mescolate spesso continuando ad unire il brodo, unire i funghi ben strizzati e fatti saltare in padella con un filo di olio, sale e pepe e a cottura terminata spegnete il fuoco e unite la robiola mescolando fino a che si sarà ben amalgamata e avrà reso il vostro piatto cremoso, dall’aspetto “fondente”.

Completate con una noce di burro e una manciata di parmigiano e, se piace, un po’ di prezzemolo e il vostro risotto, goloso e profumato è pronto.

cialda di parmigiano reggiono

Per un aspetto scenografico ed ancora più invitante lo potrete servire dentro una cialda di parmigiano reggiano.

Ecco come si fa per realizzarla in pochi minuti.

Ponete una buona quantità di parmigiano in una padella antiaderente, dando una forma circolare e lasciatela tostare per 5 minuti circa.

Risotto con salsiccia, funghi porcini e robiola in cestino di parmigiano reggiano

Dopodichè, prelevatela con l’apposita paletta e ponetela su di un recipiente tondo di medie dimensioni a raffreddare, andando così a conferire la forma di un cestino.

Servite in tavola ai vostri ospiti questa delizia per occhi e palato e vedrete che tutti ne rimarranno soddisfatti.

Un piatto adatto alla stagione invernale in attesa del Natale.

Potrete accompagnarlo con un buon vino rosso dal colore rubino e brillante come un Barbaresco, pregiato vino delle Langhe.

Buon appetito e Buone Feste!

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here