Degustazioni, buon cibo e spettacoli a Breganze, nel vicentino, per la Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra le vigne delle 13 cantine che hanno aderito all’iniziativa.

Torna a Breganze la Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra vigne e cantineL’iniziativa è organizzata dall’associazione Strada del Torcolato e dal Consorzio Tutela Vini Doc Breganze; venerdì 22 giugno, nelle varie cantine, ma la vendita online dei kit degustazione è già partita alla grande dieci giorni fa, si potranno degustare i vini locali e trovare abbinamenti gastronomici e spettacoli d’intrattenimento.

Vespaiolona 2018; festa nelle cantine

La proposta culinaria è particolarmente ricca e varia: si inizia da bis di gnocchi, tagliata di manzo al rosmarino ed arrosticini alla brace a cura della Pro Loco di Fara Vicentino da Transit Farm; si passa alla carne secca di Lusiana con il cappuccio viola della Macelleria Da Renato proposti da Bonollo Giuseppe e dai Vigneti dell’Astico nel parco dell’Unione Montana Astico.

Firmino Miotti proporrà i famosi hamburger di Bamburger Vicenza, mentre in Cantina Maculan si potrà gustare dell’ottima frittura di pesce a cura del Gruppo festeggiamenti Maragnole.

Torna a Breganze la Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra vigne e cantineDa Vitacchio Emilio la Confraternita della Quaglia di Levà preparerà uno spiedo di quaglie e un piatto rustico a base di formaggi e sopressa; a Le Vigne di Roberto la Macelleria Chemello di Mason servirà tagliata di bisteccona e tartare di angus al Torcolato mentre da IoMazzucato si potrà degustare il risotto al bacalà del Ristorante Faresin.

A Le Colline di Vitacchio ci sarà la tagliata di manzo al rosmarino con tortino di patate mentre in Cantina Beato Bartolomeo il cartoccio di carne con polenta, a cura dell’Accademia del Toresan. All’azienda La Costa verrà proposta un’insalata di orzo con le verdure biologiche di loro produzione e piatti misti di affettati e formaggi mentre l’azienda Ca’ Biasi proporrà un panino rustico con patate al salto.

Torna a Breganze la Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra vigne e cantine

Da Col Dovigo l’imbarazzo della scelta con spiedo misto, pizza gourmet e un risotto con Suam e Torcolato. I ristoranti Bel Sit e La Cusineta proporranno maccheroni all’anitra nella centrale Piazza Mazzini dalla quale partiranno e faranno ritorno i bus navetta verso le diverse cantine. Tutti i piatti naturalmente saranno abbinati ai vini della Doc Breganze: dall’autoctono Vespaiolo nelle sue varianti fermo e spumante, ai prestigiosi rossi bordolesi, per chiudere in dolcezza con il Torcolato.

Vespaiolona 2018; la Doc Breganze

Il Consorzio di Tutela Vini Doc Breganze, nato nel 1982 da cinque produttori, associa oggi diciassette soci vinificatori; la zona di pertinenza è quella della Pedemontana Vicentina, da sempre terra di grande tradizione viticola, che dal 1969 si fregia della Denominazione di Origine Controllata Breganze, la prima del vicentino.

Torna a Breganze la Vespaiolona, la notte bianca e rossa tra vigne e cantine

Essa comprende i rilievi collinari e l’immediata pianura compresi tra le vallate dei fiumi Astico e Brenta; di quest’area Breganze è quasi il centro geografico, mentre gli altri capisaldi sono ad Ovest Thiene e ad Est Bassano del Grappa.

Dal punto di vista enologico, la Doc Breganze raggruppa quindici tipologie di vini: Bianco, Tai, Vespaiolo, Vespaiolo Spumante, Pinot Grigio, Pinot Bianco, Chardonnay, Sauvignon, Rosso, Merlot, Cabernet, Cabernet Sauvignon, Pinot Nero, Marzemino e Torcolato, sicuramente il più famoso e rappresentativo della denominazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here