Notte Bianca del Cibo Italiano

Domenica 4 agosto Pellegrino Artusi compirebbe 199 anni, ed in attesa di poterne celebrare in maniera consona, il prossimo anno, il bicentenario, la città di Forlimpopoli si appresta a festeggiarne la nascita organizzando diversi eventi per la seconda edizione della Notte Bianca del Cibo Italiano, manifestazione ideata l’anno scorso dall’allora Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo, in accordo con il ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, facendola coincidere con il compleanno del padre della cucina italiana.

Ed è la regione Emilia-Romagna a farsene portavoce per prima, assieme alla città di Forlimpopoli, anche quest’anno, in vista del bicentenario, sostenendo le iniziative volte a promuovere, congiuntamente alla figura di Artusi, le eccellenze enogastronomiche del territorio, così apprezzate dai turisti provenienti da ogni latitudine.

Notte Bianca del Cibo Italiano Infatti alcune città della Regione e centri di cultura gastronomica aderiranno anche quest’anno alla Notte Bianca artusiana, da Rimini a Bologna con “Fico”, che ad Artusi dedicherà addirittura una “Cena in Giallo”, ma il programma più ricco sarà comunque quello della città che ad Artusi ha dato i natali, con un programma che mira a combinare come sempre la dimensione più strettamente culturale con quella dell’enogastronomia di qualità.

Notte Bianca del Cibo Italiano: il programma

Già a partire dalle 18.30 e con replica alle 22,00 sarà possibile effettuare una visita guidata a Casa Artusi, mentre dalle 19.30, ad ingresso libero, il Giancarlo Giannini New Jazz Quartet (ovvero Giancarlo Giannini al trombone, Michele Scucchia al pianoforte, Enrico Moretti al contrabbasso e Daniele Tizziano alla batter

ia) animerà, in collaborazione con l’Associazione Daidejazz, la via Andrea Costa.

Notte Bianca del Cibo Italiano Davanti a Casa Artusi non potrebbero mancare anche le volontarie dell’Associazione delle Mariette alle prese con il matterello per una dimostrazione della pasta fresca fatta a mano.

Intanto nella vicina piazza Fratti, ovvero dentro la Rocca, il pubblico potrà assistere, con un unico biglietto, dalle 20.3

0, ad una visita guidata al Museo Archeologico intitolata “Vino e anfore al tempo dei romani” ed alla proiezione, prevista per le 21.30, del film “Wine To Love” di Domenico Fortunato, con Ornella Muti.

Notte Bianca del Cibo Italiano

Tra le due proposte il pubblico avrà tempo di visitare anche la mostra temporanea allestita sempre all’interno del Museo Archeologico “Il museo è servito. Mostra di piatti d’artista”.

Parallelamente, su via Costa e a Casa Artusi, farà tappa la quattordicesima edizione di “Tramonto DiVino” il tour del gusto volto a far conoscere le eccellenze enogastronomiche della regione.

Vi si potrà infatti degustare il meglio delle produzioni Dop e Igp dell’Emil

ia-Romagna proposte dal ristorante di Casa Artusi, accompagnandole con oltre 200 etichette emiliano-romagnole selezionate dalla guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare”, edita da PrimaPagina, raccontate e proposte in degustazione dai sommelier Ais.

Notte Bianca del Cibo Italiano Ciliegina sulla torta, sempre nel cortile di Casa Artusi, insieme alle dimostrazioni pratiche di come si tira la sfoglia a cura dell’Associazione delle Mariette, un attesissimo show-cooking di Luisanna Messeri, l’estrosa maestra di cucina resa celebre dalle partecipazioni ai programmi TV “La prova del cuoco” e “Il club delle cuoche”.

Il costo per le degustazioni e assaggi di vino, prodotti di eccellenza, ricette artusiane e showcooking è di 20 €.

La Notte Bianca del Cibo Italiano in Regione

A Bologna FICO Eataly World Il 3 agosto 2019 nella cornice della “Festa dello Street Food” propone “Cena in Giallo” ispirata al libro “Misteri e manicaretti con Pellegrino Artusi” (Editore Il Loggione, collana “Brividi a cena) in collaborazione con Bottega Finzioni.

Notte Bianca del Cibo Italiano Il 4 agosto 2019 dalle ore 15 alle ore 18 “Artusi on the road” con alcuni degli autori del libro “Misteri e Manicaretti con Pellegrino Artusi” che accompagnano gli intervenuti in un percorso di letture itineranti dedicate ad alcune delle ricette artusiane che più si prestano ad essere proposte in modalità “cibo da strada”; ogni luogo di ristoro di FICO che in quella giornata propone una ricetta artusiana, è tra le tappe di questo evento gratuito, in cui attraverso letture gli autori portano alla scoperta di alcune perle tratte dal mitico libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, simbolo dell’unità nazionale culinaria.

A Correggio, in provincia di Reggio Emilia, al Museo locale, il 4 agosto 2019 alle ore 18 “Tutte le erbe del principe! I diversi usi delle piante nel Rinascimento: dalla gastronomia alla cucina”, con visita tematica al Museo a cura della Dott.ssa Olga Guerra. Ingresso libero e gratuito

Rimini lo chef Claudio Di Bernardo, propone agli Ospiti del Grand Hotel uno speciale menu degustazione Artusiano dedicato alle ricette del padre della cucina italiana.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here