Tour CesarineUna volta erano posaceneri di conchiglie o calamite, poi Tshirt, tovagliette e ceramiche; da un paio di anni a questa parte, invece, alle Cesarine, la più antica rete di cuoche casalinghe d’Italia, i clienti provenienti dal nord Europa soprattutto, chiedono di conoscere le migliori botteghe di cibo e spesso fanno scorte di materie prime, introvabili nei loro paesi, da portare a casa ad amici e parenti, soprattutto se viaggiano in macchina.

Ecco alcuni utili consigli che le Cesarine forniscono ai loro clienti.

GENOVA

Gioia per la vista e il palato: L’antica Polleria Aresu di Anna e Sergio: ampia scelta di carni fresche selezionate e introvabili e uno stupendo bancone in marmo super instagrammabile.

Tour CesarineLa bottega dello stoccafisso: dalla vetrina si vedono antiche vasche di marmo dove si trovano in ammollo stoccafisso e baccalà e, appesi al soffitto, stoccafissi secchi pronti per essere immersi. Dall’altro lato del locale, si trova un’ampia scelta di gastronomia con varie preparazioni a base di baccalà, ma anche torte di verdura e il mitico minestrone.

PARMA

Tour CesarinePanetteria Rosetta, gestita dalla signora Giovanna e da suo figlio, un ottimo posto dove fare spesa di prodotti artigianali locali: gli anolini soprattutto per cui Parma è famosa in tutto il mondo, possono essere surgelati e preparati poi a casa, mesi dopo.

Qualcuno dopo aver gustato un mitico panino di Pepen sul posto (minuscolo locale in centro città) ne ha poi ordinati qualche decina, ha chiesto di metterli sottovuoto e li ha caricati in macchina fino a Colonia. Il segreto pare stia in tutti gli ingredienti dell’imbottitura fatti in casa.

LOCOROTONDO

Cummè una bottega old style che offre vini della zona, oli biologici e conserve artigianali. Nessun turista ne esce senza un souvenir alimentare, rigorosamente handmade.

Tour CesarineL’Arco de Tipici. lo scorcio fiorito davanti alla bottega lo rende particolarmente instagrammabile. Vin si degustano (e portano a casa) il capocollo di Martina Franca, i prodotti caseari artigianali, i prodotti da forno locali, i sottoli, le creme di verdure, le confetture, l’olio di oliva di Convertini i vini delle Cantine Cardone di Locorotondo, i biscotti di Ceglie Messapica, i rosoli e gli amari di Gravina.

PALERMO

Tour CesarineDopo la visita alla chiesa dell’Ammiraglio (o Martorana), degna di menzione per i suoi scenografici affreschi, gli elaborati mosaici e soprattutto il suggestivo e maestoso Cristo Pantocratore, è d’obbligo fermarsi all’attiguo monastero di Santa Caterina. Li è possibile trovare dolci e deliziosi frutti realizzati con pasta di mandorle tipici del palermitano.

La Bottega Alimentare del Cassaro, un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono immergersi nei colori, i sapori e gli odori della Sicilia autentica: una vera gioia per gli occhi e il palato. 50 aziende selezionatissime locali che propongono pasta, olio, vino, marmellate, salse, conserve tipici della zona e introvabili altrove.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here