Tradizioni natalizie: il Presepe della Solfatara di Predappio AltaCome ogni anno, l’arrivo delle festività natalizie porta con sé anche la tradizione del Presepe, un po’ ovunque in Italia e nel mondo; il Presepe della Solfatara di Predappio Alta, alla sua 35a edizione, è una di queste tradizioni, una delle più suggestive e spettacolari.

Allestito dalla locale Pro Loco all’interno di un’antica cava di zolfo, in un ambiente naturale di straordinaria bellezza sulla collina che sovrasta il piccolo borgo medievale di Predappio Alta, nel primo appennino forlivese, il Presepe rimarrà aperto al pubblico fino a fine gennaio.

Presepe della Solfatara di Predappio Alta, nelle miniere di zolfo

Tradizioni natalizie: il Presepe della Solfatara di Predappio Alta

La grotta è l’ideale per accogliere la rappresentazione del paesaggio e dei protagonisti della scena biblica, con statue meccaniche alte un metro tutte realizzate a mano ed effetti scenografici lungo i 300 metri quadrati di grotte e le sponde dei laghetti sulfurei del sentiero sotterraneo di circa 200 metri all’interno della vecchia miniera.

Fin dal suo primo anno, il Presepe della Solfatara di Predappio ha emozionato i visitatori che ogni anno più numerosi sono arrivati da ogni parte d’Italia, per ammirarne il percorso incantevole, tra visioni di villaggi con case, abitanti e animali domestici;  botteghe di artigiani assorti nei vari mestieri;  paesaggi vari, tra montagne, valli e prati animati dalla presenza di greggi e pastori; un laghetto naturale nelle cui acque si specchiano  case e figure di pescatori.

Tradizioni natalizie: il Presepe della Solfatara di Predappio AltaTema dell’edizione 2017-2018 è “La Storia di Dio”, 17 scene bibliche ed evangeliche incastonate come “gemme” in altrettante grotte di quella che fu, fino agli anni 30, la più produttiva miniera di zolfo della Romagna.

L’artefice principale di quest’opera d’arte è stato l’artista ravennate Davide Santandrea, presepista di fama internazionale, che aveva già allestito in passato molte edizioni del Presepe della Solfatara di Predappio Alta.

C’è anche un punto di ristoro con piadina e vin brulè

Tradizioni natalizie: il Presepe della Solfatara di Predappio AltaAl Presepe si accede dall’ampio parcheggio gratuito per una amena scalinata tra aceri, abeti e robinie come un vero e proprio pellegrinaggio, seguendo la grande stella cometa che svetta sul Monte Pennino sovrastante le grotte.

Nel parcheggio illuminato, inoltre, i volontari della Pro Loco hanno allestito un punto di ristoro per accogliere i visitatori, dove potersi ristorare e riscaldare con specialità gastronomiche locali come la piadina romagnola coi salumi o con la salsiccia cotta alla brace e con abbondanza di vin brulè per scaldare corpo e anima.

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here