Il binomio fra gusto e poesia ritorna nel cuore elegante e lussuoso di Bologna: ha preso il via con il tradizionale appuntamento inaugurale Un Tè con la Poesia, la rassegna a cura dell’associazione EstroVersi, giunta alla sesta edizione, che ogni anno trasforma il Grand Hotel Majestic già Baglioni, tempio dell’accoglienza a cinque stelle in città, in un cenacolo di spiriti eletti, un salotto dove dissertare di arte e cultura.

Un format della poetessa Cinzia Demi

Nato da un’idea della scrittrice e poetessa Cinzia Demi, il format prevede un mercoledì al mese, fatta salva l’estate, nel quale, alla classica ora del tè, le 17.30, il pubblico è invitato ad accomodarsi e a lasciarsi trasportare dalla seduzione delle parole e della musica dal vivo che le accompagna.

Il Tè Inaugurale: Ritratti di Poeta

Tema portante del Tè Inaugurale dello scorso 30 gennaio è stata la presentazione del volume “Ritratti di Poeta” (ed. Puntoacapo), raccolta dei migliori contributi che hanno caratterizzato negli anni passati sia gli incontri di Un Tè con la Poesia sia Missione Poesia, la rubrica di poesia contemporanea ospitata dal 2013 sul sito culturale italo-francese Altritaliani.

Con la prefazione di Nicola Guarino, il volume è una mappatura della poesia contemporanea italiana con alcune incursioni in quella internazionale, una tavolozza di colori che attraverso l’immagine prolungata nelle parole, la consonanza di intenti e di poetiche, compone i ritratti degli autori rappresentati.

Un tè allietato da musica e versi
Un tè allietato da musica e versi

I prossimi appuntamenti

Prossimi appuntamenti saranno il 20 febbraio il Tè della Tradizione, incentrato sulla raccolta “I was Magdalene” di Cinzia Demi a cura di Graziella Sidoli e Todd Portonowiz, il 20 marzo non poteva che essere il Tè della Primavera e festeggiare l’arrivo della nuova stagione e dei suoi colori con le liriche di Pierangela Rossi, Claudia Zironi, Silvia Secco e Nadia Scappini, mercoledì 10 aprile spazio al Tè di Pasqua, che anticipa le festività proponendo gli interventi di Vincenzo Mascolo e Yari Selvetella, e infine il 22 maggio il Tè delle Rose, con Riccardo Olivieri e Michele Paoletti.

Trascorsa la pausa estiva si riprenderà il 25 settembre con il Tè Internazionale, ospite il poeta romeno Ion Deaconescu, e a seguire il 16 ottobre il Tè d’Autunno, colorato della dolce malinconia delle poesie di Silvio Ramat e Raffaella Bettiol, il 13 novembre il Tè della Tradizione, con Alessandro Quattrone e Valentina Neri, e infine l’11 dicembre il Tè di Natale, che si avvale delle parole di Gabriella Musetti e Nicola Vitale.

Oltre la poesia: il tè Damman e i dolci di Gino Fabbri

Ogni appuntamento sarà accompagnato, in una cornice di grande eleganza, dalle eccellenti miscele di tè selezionate dalla maison Damman Frères, che andranno a legarsi perfettamente con i piccoli dolci e i golosi pasticcini firmati da Gino Fabbri, uno dei migliori pasticceri al mondo ma anche con le note dei musicisti dell’associazione Euterpe Mousiké.

Quanto costa partecipare

Il costo di partecipazione per ogni evento è di 10 euro a persona, la prenotazione non è richiesta ma è vivamente consigliata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here