Il Natale è ormai alle porte e la tradizione vuole che il primo taglio “dolce” sia dedicato al più classico panettone.

Ma se non siete amanti di questi dolci lievitati o di uvette e canditi, una valida alternativa è un goloso rotolo di pasta biscotto farcito, che può anche diventare un coreografico tronchetto di Natale, ricoprendolo di ganache al cioccolato e decorandolo con alberelli di pasta di zucchero.

La pasta biscotto è una base morbida, sottile ed elastica che viene usata principalmente per produrre rotoli farciti con marmellate o creme, ma viene utilizzata anche per realizzare dolci più complessi come per esempio

torte da forno come la torta Dobos, di origine ungherese, a sei strati, farcita con cioccolato e crema al burro e ricoperta da uno strato sottile di caramello.

La consistenza della pasta biscotto è soffice e ricorda quella del pan di spagna.

Per questa sua peculiarità è conosciuta anche come pan di spagna arrotolato, la ricetta di base indispensabile per fare le più famose girelle. Ricordo d’infanzia dei più grandi e merenda anche oggi dei più piccini.

Il procedimento della pasta biscotto è semplice e veloce e basta variare leggermente gli ingredienti per realizzare versioni sempre più golose e colorate come il rotolo red velvet o la variante alla zucca.

Gli ingredienti per la pasta biscotto

4 Uova medie

140 gr. Zucchero semolato

100 gr. Farina 00

10 gr. Miele

30 gr. Cacao amaro in polvere

1 cucchiaino di lievito vanigliato in polvere

La lavorazione

Per preparare la pasta biscotto iniziate dividendo i tuorli dagli albumi. Sbatteteli per almeno 10 minuti insieme a 90 gr di zucchero e al miele fino a che non diventano chiari e molto spumosi.

Montate gli albumi a neve ferma insieme al restante zucchero, in modo che non si formino grumi quando li unirete ad altri ingredienti, quindi unite i due composti con una spatola senza smontarli. Aggiungete la farina setacciata ed il cacao ed amalgamate il tutto.

Stendete l’impasto su un foglio di carta forno, posto su una leccarda da forno delle dimensioni di 45 x 37 cm e livellatelo con una spatola piatta e liscia fino a raggiungere lo spessore di 1 cm.  Infornate in forno ventilato già caldo a 200° per 6-7 minuti (non di più).

La superficie del dolce deve diventare appena dorata e non dovrete mai aprire il forno che tratterrà al suo interno l’umidità. Estraete la pasta biscotto dal forno, toglietela immediatamente dalla teglia, appoggiandola con tutta la carta forno su di un piano.

Spolverizzate la superficie della pasta biscotto con dello zucchero semolato, in modo che non si appiccichi e sigillatela immediatamente con della pellicola, ripiegandola anche sotto i lati. In questo modo la pasta biscotto raffreddandosi tratterrà al suo interno tutta l’umidità che servirà a renderla elastica e l’aiuterà a piegarsi senza creparsi.

Quando sarà fredda togliete la pellicola, farcitela con il prodotto prescelto e arrotolatela.

Per la crema nocciola di farcitura

200 ml. Panna fresca

100 gr. Mascarpone

100 gr. Pasta di nocciole o Nutella a scelta

Per preparare la crema nocciola di farcitura montate della panna fresca con le fruste.

Una volta ben montata unire la pasta di nocciole o Nutella, a scelta e del mascarpone. Otterrete una crema liscia, morbida e golosa, pronta per farcire la vostra pasta biscotto.

Spolverizzate la superficie del vostro rotolo con dello zucchero a velo e guarnite a piacere con nocciole intere oppure con granella di nocciola e ciuffetti di panna montata.

Il vostro dolce natalizio è pronto per essere portato in tavola e per essere gustato fetta dopo fetta

La pasta biscotto si conserva, ancora avvolta nella pellicola, per 1-2 giorni, meglio se preparata e farcita subito.

Pubblicità
CONDIVIDI
Articolo precedenteI mustaccioli, dolci delle feste con contaminazioni culinarie
Isabella Ligi
Milanese doc, esperta in comunicazione e grande appassionata di cucina e pasticceria, dal mondo del marketing ha deciso di dedicarsi al mondo del food a 360° in tutte le sue declinazioni, creando “Le Ricette Di Isa” con il quale si è rimessa in discussione, occupandosi personalmente di tutte le preparazioni dedicate alla cucina in generale, dall'antipasto al dessert, per eventi privati ed aziendali di piccola e media entità, con servizi di catering dedicati e con un occhio particolare alla pasticceria che privilegia da sempre. Le piace definirsi “Un’artigiana del gusto”. Fa parte, inoltre, di un'Associazione di Servizi al Cittadino, con il ruolo specifico di "Cuoco a Domicilio". Curiosa e attenta ha partecipato a corsi di cucina e pasticceria presso le migliori scuole di cucina della città meneghina ed ama andare alla scoperta delle testimonianze e peculiarità di realtà artigianali del territorio, dall'agriturismo al ristorante, attraverso la voce dei titolari di grandi e micro-imprese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here